“A scuola di Costituzione”: Festa della Repubblica con consegna di una copia della Costituzione a tutti i neodiciottenni correggesi
pubbl.: 30 maggio 2018 - Ufficio Stampa

“A scuola di Costituzione”: sabato 2 giugno – Festa della Repubblica – consegna di una copia della Costituzione a tutti i neodiciottenni correggesi.

Sabato 2 giugno a Correggio saranno due le iniziative promosse dall’amministrazione comunale che, nell’ambito del programma della Fiera di San Quirino, celebrano la Festa della Repubblica: al mattino, alle ore 10,30, nel cortile di Palazzo dei Principi, “A scuola di Costituzione”, il sindaco, Ilenia Malavasi, consegnerà una copia della Costituzione ai 256 neodiciottenni correggesi; a seguire, lectio magistralis sul nostra Carta Costituzionale a cura dell’On. Pierluigi Castagnetti.
Alle ore 21, invece, sul palco di corso Mazzini, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, si rinnova l’appuntamento con il concerto della banda cittadina Luigi Asioli in onore della Repubblica.
“È la prima volta che promuoviamo a Correggio la consegna di una copia della Costituzione a chi compie 18 anni”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Lo facciamo quest’anno, in un contesto dove questa iniziativa assume un valore ne simbolico ne retorico, anche alla luce dell’attualità di questi giorni. La Costituzione della nostra Repubblica rappresenta le regole di convivenza che ci siamo dati, tutti insieme, uscendo dalla dittatura e dalla tragedia della guerra. Ma è anche un testo molto bello, i cui principi fondamentali, prima ancora di addentrarsi nelle varie forme che regolano la nostra convivenza, invitano alla riflessione personale su cosa significhi essere cittadini italiani. Essere liberi, mirare alla felicità, rispettare gli altri essere umani e la loro dignità sono diritti inalienabili, che la Costituzione garantisce ad ognuno di noi in quanto cittadini e persone che concorrono nell’edificazione di un futuro migliore. Per questo abbiamo pensato fosse utile e importante consegnarne una copia a chi si appresta ad esercitare compiutamente e – si spera – consapevolmente i propri diritti e doveri”.

TWEET

“A scuola di Costituzione”: Festa della Repubblica con consegna di una copia della Costituzione a tutti i neodiciottenni correggesi
pubbl.: 30 maggio 2018 - Ufficio Stampa

“A scuola di Costituzione”: sabato 2 giugno – Festa della Repubblica – consegna di una copia della Costituzione a tutti i neodiciottenni correggesi.

Sabato 2 giugno a Correggio saranno due le iniziative promosse dall’amministrazione comunale che, nell’ambito del programma della Fiera di San Quirino, celebrano la Festa della Repubblica: al mattino, alle ore 10,30, nel cortile di Palazzo dei Principi, “A scuola di Costituzione”, il sindaco, Ilenia Malavasi, consegnerà una copia della Costituzione ai 256 neodiciottenni correggesi; a seguire, lectio magistralis sul nostra Carta Costituzionale a cura dell’On. Pierluigi Castagnetti.
Alle ore 21, invece, sul palco di corso Mazzini, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, si rinnova l’appuntamento con il concerto della banda cittadina Luigi Asioli in onore della Repubblica.
“È la prima volta che promuoviamo a Correggio la consegna di una copia della Costituzione a chi compie 18 anni”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Lo facciamo quest’anno, in un contesto dove questa iniziativa assume un valore ne simbolico ne retorico, anche alla luce dell’attualità di questi giorni. La Costituzione della nostra Repubblica rappresenta le regole di convivenza che ci siamo dati, tutti insieme, uscendo dalla dittatura e dalla tragedia della guerra. Ma è anche un testo molto bello, i cui principi fondamentali, prima ancora di addentrarsi nelle varie forme che regolano la nostra convivenza, invitano alla riflessione personale su cosa significhi essere cittadini italiani. Essere liberi, mirare alla felicità, rispettare gli altri essere umani e la loro dignità sono diritti inalienabili, che la Costituzione garantisce ad ognuno di noi in quanto cittadini e persone che concorrono nell’edificazione di un futuro migliore. Per questo abbiamo pensato fosse utile e importante consegnarne una copia a chi si appresta ad esercitare compiutamente e – si spera – consapevolmente i propri diritti e doveri”.

TWEET