“Giornata Tondelli” 2017: tra rock e scrittura
pubbl.: 12 dicembre 2017 - Ufficio Stampa

Scrittura e rock al centro della “Giornata Tondelli”, sabato 16 dicembre, a Correggio, Palazzo dei Principi.

È incentrata sul rapporto tra la scrittura di Tondelli e il rock la “Giornata Tondelli”, promossa dal Comune di Correggio, a Palazzo dei Principi, sabato 16 dicembre.
L’apertura della giornata –alle ore 9,15 – come di consueto è affidata al “Seminario Tondelli”, giunto quest’anno alla diciassettesima edizione, che offre a giovani studiosi e appassionati la possibilità di presentare al pubblico alcuni tra i più recenti studi e interventi critici sullo scrittore correggese. Coordinati da Giacomo Giuntoli, scrittore e ricercatore all’Università di Pisa, interverranno Livio Romano, Matteo Arosio, Mariaelena Tucci, Stefania Balducci, Gianni Cimador, Angelo Fàvaro, Pietro S. Reina, Paula M. Hernàndez e lo stesso Giuntoli.
Tre, invece, gli appuntamenti previsti nel pomeriggio: alle ore 15, “Fauna d’arte: da Rockstar a un Weekend Postmoderno”, a cura di Fulvio Panzeri; alle ore 16, “Che cos’è la letteratura”, lectio magistralis di Giorgio Vasta; alle ore 17, infine, “Lo scrittore giovane: Pier Vittorio Tondelli e la nuova narrativa italiana”, anticipazione di un libro in uscita il prossimo anno per Bompiani, di cui l’autore, Roberto Carnero, dialogherà con Fulvio Panzeri.
“Lo stile e la scrittura di Tondelli hanno molto a che fare con la musica e il rock in particolare”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, “non solo per la lunga collaborazione che lo scrittore ebbe con la rivista Rockstar, all’epoca punto di riferimento per tutti gli appassionati di musica, ma proprio per il ritmo della narrazione che Tondelli sapeva imprimere ai propri scritti. In questa edizione della Giornata Tondelli mettiamo al centro questo aspetto della sua produzione, senza dimenticare la particolare attenzione che da sempre rivolgiamo ai giovani, sia attraverso le comunicazioni del Seminario, sia con gli incontri al pomeriggio, che vedono, tra l’altro, le anticipazioni del libro di Roberto Carnero e l’intervento di Giorgio Vasta, da poco nominato direttore creativo di Book Pride, il salone dell’editoria indipendente di Milano. Un appuntamento annuale, al quale tengo molto, che ci permette di dare valore al lascito letterario di Pier Vittorio e al quale lavoriamo con il Centro di Documentazione, istituito esattamente 20 anni fa – nel dicembre del 1997 – grazie alla collaborazione della famiglia e del curatore testamentario delle opere, Fulvio Panzeri”.

TWEET

“Giornata Tondelli” 2017: tra rock e scrittura
pubbl.: 12 dicembre 2017 - Ufficio Stampa

Scrittura e rock al centro della “Giornata Tondelli”, sabato 16 dicembre, a Correggio, Palazzo dei Principi.

È incentrata sul rapporto tra la scrittura di Tondelli e il rock la “Giornata Tondelli”, promossa dal Comune di Correggio, a Palazzo dei Principi, sabato 16 dicembre.
L’apertura della giornata –alle ore 9,15 – come di consueto è affidata al “Seminario Tondelli”, giunto quest’anno alla diciassettesima edizione, che offre a giovani studiosi e appassionati la possibilità di presentare al pubblico alcuni tra i più recenti studi e interventi critici sullo scrittore correggese. Coordinati da Giacomo Giuntoli, scrittore e ricercatore all’Università di Pisa, interverranno Livio Romano, Matteo Arosio, Mariaelena Tucci, Stefania Balducci, Gianni Cimador, Angelo Fàvaro, Pietro S. Reina, Paula M. Hernàndez e lo stesso Giuntoli.
Tre, invece, gli appuntamenti previsti nel pomeriggio: alle ore 15, “Fauna d’arte: da Rockstar a un Weekend Postmoderno”, a cura di Fulvio Panzeri; alle ore 16, “Che cos’è la letteratura”, lectio magistralis di Giorgio Vasta; alle ore 17, infine, “Lo scrittore giovane: Pier Vittorio Tondelli e la nuova narrativa italiana”, anticipazione di un libro in uscita il prossimo anno per Bompiani, di cui l’autore, Roberto Carnero, dialogherà con Fulvio Panzeri.
“Lo stile e la scrittura di Tondelli hanno molto a che fare con la musica e il rock in particolare”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, “non solo per la lunga collaborazione che lo scrittore ebbe con la rivista Rockstar, all’epoca punto di riferimento per tutti gli appassionati di musica, ma proprio per il ritmo della narrazione che Tondelli sapeva imprimere ai propri scritti. In questa edizione della Giornata Tondelli mettiamo al centro questo aspetto della sua produzione, senza dimenticare la particolare attenzione che da sempre rivolgiamo ai giovani, sia attraverso le comunicazioni del Seminario, sia con gli incontri al pomeriggio, che vedono, tra l’altro, le anticipazioni del libro di Roberto Carnero e l’intervento di Giorgio Vasta, da poco nominato direttore creativo di Book Pride, il salone dell’editoria indipendente di Milano. Un appuntamento annuale, al quale tengo molto, che ci permette di dare valore al lascito letterario di Pier Vittorio e al quale lavoriamo con il Centro di Documentazione, istituito esattamente 20 anni fa – nel dicembre del 1997 – grazie alla collaborazione della famiglia e del curatore testamentario delle opere, Fulvio Panzeri”.

TWEET