“PartireArrivare”
pubbl.: 31 ottobre 2017 - Ufficio Stampa

“PartireArrivare”: a Correggio un anno di incontri, spettacoli teatrali, letture, laboratori, mostre e itinerari sul tema del viaggio

PartireArrivare” è il titolo di un nuovo progetto con il quale il Comune di Correggio ha scelto di caratterizzare parte della propria proposta culturale fino alla prossima estate. Il progetto è stato presentato nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, Marco Paterlini e Antonella Panini, presidente e direttore artistico di Ars Ventuno-Centro Danza e Teatro, partner dell’amministrazione comunale.
PartireArrivare” caratterizzerà incontri, spettacoli teatrali, letture, laboratori, mostre e itinerari sul tema del viaggio come metafora della vita, della crescita e del cambiamento, partendo dalla narrazione di Ulisse e della sua “Odissea” e interrogandosi su cosa rappresenti, nell’attualità, il viaggiare, declinato sia in senso geografico che in senso metaforico, politico, economico, coinvolgendo perciò associazioni di categoria, mondo imprenditoriale, volontariato e terzo settore.
Ad oggi, sono già in calendario circa una trentina di iniziative che coinvolgono biblioteca Einaudi, ludoteca e biblioteca ragazzi Piccolo Principe, Teatro Asioli, Museo Il Correggio, Spazio Giovani, oltre alle proposte che saranno realizzate da ARS Ventuno ed è stato creato un apposito logo che le identificherà di volta in volta
“Confrontarci su questi argomenti ci permette di affrontare un tema molto ampio, che può essere letto da prospettive diverse e in una molteplicità di declinazioni”, commenta Ilenia Malavasi. “Reale o virtuale che sia, il viaggio è comunque fautore di cambiamento, capace di mutare l’identità del viaggiatore. Viaggiare significa gettare un ponte tra passato e futuro, ponendoci di fronte a nuovi incontri, alla necessità di confrontarci con cose, persone, ideologie, linguaggi sempre diversi. Il progetto si presta a molte possibili collaborazioni, con linguaggi e destinatari che speriamo di poter coinvolgere nel nostro viaggio, in un arco temporale che darà occasione di stimolare una riflessione approfondita. Il nostro territorio ha una tradizione incentrata su valori di rispetto, accoglienza, condivisione e nonostante tutto possiamo ancora contare su una buona coesione sociale. ‘PartireArrivare” è dunque un nuovo progetto che rappresenta una nuova sfida per la nostra città, da sempre generosa, solidale e inclusiva, con il quale intendiamo stimolare una riflessione collettiva e riproporre i valori che ci appartengono e che rappresentano un pezzo del nostro patrimonio identitario”.
“Il viaggio di Ulisse, l’Odissea, è entrato nel lessico comune per definire inimmaginabili tragedie umane, ma l’eroe che l’ha compiuto rappresenta anche il coraggio che l’avventura richiede e la determinazione che consente di superare le difficoltà”, sottolinea Antonella Panini. “Ulisse arriva ai nostri giorni alimentando le fantasie di poeti, scrittori, artisti e filosofi, icona di un viaggio verso l’ignoto, che è la vita di ognuno. In questa affermazione ci sono le tante odissee del nostro tempo, da quelle economiche a quelle politiche, da quelle naturali a quelle religiose. Questo progetto intende dunque parlare di umanità e assume l’Odissea a testo e pretesto per una serie di iniziative rivolte a conoscere e accogliere, con la mediazione dei linguaggi artistici, storie di vita vissuta e immaginata. Dal racconto giocoso delle avventure di Odisseo ai racconti di odissee più recenti il progetto raccoglie intorno ai temi del viaggio, delle culture, dell’identità, delle paure, dell’inganno, della perdita, del mistero, dell’ignoto, della dignità eventi e testimonianze che facilitino il dialogo interculturale e approfondiscano conoscenze”.

TWEET

“PartireArrivare”
pubbl.: 31 ottobre 2017 - Ufficio Stampa

“PartireArrivare”: a Correggio un anno di incontri, spettacoli teatrali, letture, laboratori, mostre e itinerari sul tema del viaggio

PartireArrivare” è il titolo di un nuovo progetto con il quale il Comune di Correggio ha scelto di caratterizzare parte della propria proposta culturale fino alla prossima estate. Il progetto è stato presentato nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, Marco Paterlini e Antonella Panini, presidente e direttore artistico di Ars Ventuno-Centro Danza e Teatro, partner dell’amministrazione comunale.
PartireArrivare” caratterizzerà incontri, spettacoli teatrali, letture, laboratori, mostre e itinerari sul tema del viaggio come metafora della vita, della crescita e del cambiamento, partendo dalla narrazione di Ulisse e della sua “Odissea” e interrogandosi su cosa rappresenti, nell’attualità, il viaggiare, declinato sia in senso geografico che in senso metaforico, politico, economico, coinvolgendo perciò associazioni di categoria, mondo imprenditoriale, volontariato e terzo settore.
Ad oggi, sono già in calendario circa una trentina di iniziative che coinvolgono biblioteca Einaudi, ludoteca e biblioteca ragazzi Piccolo Principe, Teatro Asioli, Museo Il Correggio, Spazio Giovani, oltre alle proposte che saranno realizzate da ARS Ventuno ed è stato creato un apposito logo che le identificherà di volta in volta
“Confrontarci su questi argomenti ci permette di affrontare un tema molto ampio, che può essere letto da prospettive diverse e in una molteplicità di declinazioni”, commenta Ilenia Malavasi. “Reale o virtuale che sia, il viaggio è comunque fautore di cambiamento, capace di mutare l’identità del viaggiatore. Viaggiare significa gettare un ponte tra passato e futuro, ponendoci di fronte a nuovi incontri, alla necessità di confrontarci con cose, persone, ideologie, linguaggi sempre diversi. Il progetto si presta a molte possibili collaborazioni, con linguaggi e destinatari che speriamo di poter coinvolgere nel nostro viaggio, in un arco temporale che darà occasione di stimolare una riflessione approfondita. Il nostro territorio ha una tradizione incentrata su valori di rispetto, accoglienza, condivisione e nonostante tutto possiamo ancora contare su una buona coesione sociale. ‘PartireArrivare” è dunque un nuovo progetto che rappresenta una nuova sfida per la nostra città, da sempre generosa, solidale e inclusiva, con il quale intendiamo stimolare una riflessione collettiva e riproporre i valori che ci appartengono e che rappresentano un pezzo del nostro patrimonio identitario”.
“Il viaggio di Ulisse, l’Odissea, è entrato nel lessico comune per definire inimmaginabili tragedie umane, ma l’eroe che l’ha compiuto rappresenta anche il coraggio che l’avventura richiede e la determinazione che consente di superare le difficoltà”, sottolinea Antonella Panini. “Ulisse arriva ai nostri giorni alimentando le fantasie di poeti, scrittori, artisti e filosofi, icona di un viaggio verso l’ignoto, che è la vita di ognuno. In questa affermazione ci sono le tante odissee del nostro tempo, da quelle economiche a quelle politiche, da quelle naturali a quelle religiose. Questo progetto intende dunque parlare di umanità e assume l’Odissea a testo e pretesto per una serie di iniziative rivolte a conoscere e accogliere, con la mediazione dei linguaggi artistici, storie di vita vissuta e immaginata. Dal racconto giocoso delle avventure di Odisseo ai racconti di odissee più recenti il progetto raccoglie intorno ai temi del viaggio, delle culture, dell’identità, delle paure, dell’inganno, della perdita, del mistero, dell’ignoto, della dignità eventi e testimonianze che facilitino il dialogo interculturale e approfondiscano conoscenze”.

TWEET