“Come imparano l’italiano i nostri figli”
pubbl.: 10 Ottobre 2014 - Ufficio Stampa

Come imparano l’italiano i nostri figli” è il titolo di un incontro pubblico promosso dal Comune di Correggio e dagli Istituti scolastici dei Comuni del distretto e che si svolge a Correggio, lunedì 13 ottobre, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo Principi.
All’incontro, cui sono invitati tutti i docenti e i genitori, intervengono Elena Veneri, assessore all’Istruzione del Comune di Correggio, Gabriele Pallotti, docente straordinario di Didattica delle lingue moderne all’Università di Modena e Reggio Emilia, e gli insegnanti delle scuole primaria e secondaria di I grado del Convitto “R. Corso”.
I Comuni del territorio sostengono e finanziano da anni, in collaborazione con le scuole del territorio, una serie di azioni di qualificazione al fine di intervenire efficacemente su alcuni aspetti didattici che meritano particolare attenzione (migranti, disabili, disagio, DSA…). Fra questi rientra a pieno titolo la formazione dei docenti sui temi maggiore problematicità. Le indagini internazionali mostrano che due italiani su tre non raggiungono un livello di lettura e di comprensione dei testi sufficienti a esercitare i diritti fondamentali di cittadinanza, per cui l’esperienza di nuove didattiche sulle dinamiche di acquisizione dell’italiano a scuola, giunto ormai al suo quinto anno di realizzazione, è diventata sempre più importante.
Il corso, realizzato dal Prof. Gabriele Pallotti e dalla dr.ssa Fabiana Rosi del Dipartimento Educazione e Scienze Umane dell’ Università di Modena e Reggio Emilia, vede coinvolti a Correggio le classi della primaria “San Francesco”, e quelle della primaria e secondaria di primo grado del Convitto Nazionale “Rinaldo Corso”.
Nel corso dell’incontro sarà proiettato un video delle varie esperienze condotte nelle classi di sperimentazione.
“La conoscenza e la comprensione della lingua sono i principali fattori di cittadinanza, nonché di integrazione”, commenta l’assessore all’Istruzione del Comune di Correggio, Elena Veneri. “Un buon cittadino è un cittadino consapevole, in grado di capire e comunicare correttamente.  La nostra amministrazione, insieme alle altre del distretto, ritiene fondamentale investire in progetti che abbiano come obiettivo principale l’autonomia e l’assunzione di responsabilità da parte degli alunni”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

“Come imparano l’italiano i nostri figli”
pubbl.: 10 Ottobre 2014 - Ufficio Stampa

Come imparano l’italiano i nostri figli” è il titolo di un incontro pubblico promosso dal Comune di Correggio e dagli Istituti scolastici dei Comuni del distretto e che si svolge a Correggio, lunedì 13 ottobre, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo Principi.
All’incontro, cui sono invitati tutti i docenti e i genitori, intervengono Elena Veneri, assessore all’Istruzione del Comune di Correggio, Gabriele Pallotti, docente straordinario di Didattica delle lingue moderne all’Università di Modena e Reggio Emilia, e gli insegnanti delle scuole primaria e secondaria di I grado del Convitto “R. Corso”.
I Comuni del territorio sostengono e finanziano da anni, in collaborazione con le scuole del territorio, una serie di azioni di qualificazione al fine di intervenire efficacemente su alcuni aspetti didattici che meritano particolare attenzione (migranti, disabili, disagio, DSA…). Fra questi rientra a pieno titolo la formazione dei docenti sui temi maggiore problematicità. Le indagini internazionali mostrano che due italiani su tre non raggiungono un livello di lettura e di comprensione dei testi sufficienti a esercitare i diritti fondamentali di cittadinanza, per cui l’esperienza di nuove didattiche sulle dinamiche di acquisizione dell’italiano a scuola, giunto ormai al suo quinto anno di realizzazione, è diventata sempre più importante.
Il corso, realizzato dal Prof. Gabriele Pallotti e dalla dr.ssa Fabiana Rosi del Dipartimento Educazione e Scienze Umane dell’ Università di Modena e Reggio Emilia, vede coinvolti a Correggio le classi della primaria “San Francesco”, e quelle della primaria e secondaria di primo grado del Convitto Nazionale “Rinaldo Corso”.
Nel corso dell’incontro sarà proiettato un video delle varie esperienze condotte nelle classi di sperimentazione.
“La conoscenza e la comprensione della lingua sono i principali fattori di cittadinanza, nonché di integrazione”, commenta l’assessore all’Istruzione del Comune di Correggio, Elena Veneri. “Un buon cittadino è un cittadino consapevole, in grado di capire e comunicare correttamente.  La nostra amministrazione, insieme alle altre del distretto, ritiene fondamentale investire in progetti che abbiano come obiettivo principale l’autonomia e l’assunzione di responsabilità da parte degli alunni”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET