SCEA – Segnalazione Certificata conformità Edilizia e Agibilità

Il Certificato di Conformità Edilizia e Agibilità, in seguito all’entrata in vigore delle modifiche alla L.R. 15/2013 il 1° luglio 2017, è stato sostituito dalla Segnalazione Certificata di Conformità Edilizia e di Agibilità (S.C.C.E.A.), con la quale i professionisti incaricati certificano la conformità dell’opera al progetto ed alle successive varianti, dal punto di vista dimensionale, delle prescrizioni urbanistiche ed edilizie, nonché delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, efficienza energetica degli edifici e degli impianti, e del superamento delle barriere architettoniche.
La SCCEA deve essere presentata dall’avente titolo entro quindici giorni dalla conclusione delle opere, per gli interventi edilizi soggetti a SCIA e Permesso di Costruire, oltre che per gli interventi privati la cui realizzazione sia prevista da accordi di programma; inoltre, la SCCEA può essere facoltativamente presentata nei casi di opere eseguite con CILA, nei casi di titolo in sanatoria o nei casi di edifici privi di agibilità.
Il ritardo o la mancata presentazione della SCCEA comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria di cui all’art. 26 della L.R. 15/2013.
In alcuni casi, oltre alla SCCEA, rimane la necessità delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività, previste dalle normative vigenti in materia.
La SCCEA può essere presentata in cartaceo all’URP del Comune di Correggio, o in via telematica tramite PEC, previo caricamento  della pratica su Alice Modulo Professionisti Web.
L’utilizzo dell’immobile è consentito dalla data di presentazione della SCCEA, fatto salvo l’obbligo di conformare l’opera realizzata alle eventuali prescrizioni stabilite dallo Sportello Unico in sede di controllo.
Lo Sportello Unico, qualora rilevi l’incompletezza della documentazione presentata, può richiedere agli interessati la documentazione integrativa (richiesta di conformazione). Tale richiesta sospende il termine per il controllo, il quale riprende a decorrere per il periodo residuo dal ricevimento degli atti richiesti.
Il sopralluogo di controllo è effettuato dal Responsabile del Procedimento entro sessanta giorni dalla presentazione della SCCEA, oppure entro novanta giorni per gli interventi particolarmente complessi.
In caso di esito negativo dei controlli, trovano applicazione le sanzioni per le opere realizzate in difformità dal titolo abilitativo.

Lo Sportello Unico non procede più al rilascio di una certificazione scritta di Agibilità, poiché la SCCEA deve intendersi come asseverazione di agibilità da parte del professionista incaricato; la SCCEA resta comunque assoggettata ai controlli da parte dello Sportello Unico.

L’intestatario può comunque richiedere attestazione scritta di avvenuto decorso dei termini, di cui all’art. 23, comma 10, della L.R. 15/2013 (60 giorni dalla presentazione della SCCEA, oppure 90 giorni per gli interventi particolarmente complessi), qualora siano state ottemperate integralmente le eventuali richieste di conformazione avanzate dallo Sportello Unico.

DIRITTI DI SEGRETERIA
I diritti di segreteria relativi all’istruttoria della SCCEA hanno importo pari a 30 euro; la ricevuta dell’avvenuto versamento va consegnata contestualmente alla presentazione della stessa SCCEA.

MODULISTICA
Modulistica Regionale Unificata da presentare all’URP o al SUE, previo caricamento della pratica su Alice Modulo Professionisti web.
Richiesta attestazione scritta di agibilità per silenzio assenso (versione .doc)

NORMATIVA
L.R. n. 15/2013 e successive modifiche e integrazioni.

DOVE RIVOLGERSI
Edilizia privata
Geom. Benedetta Ruozzi
Tel. 0522 630769
bruozzi@comune.correggio.re.it

Il tecnico incaricato riceve su appuntamento, il martedì e giovedì mattina dalle ore 9.30 alle ore 12.30.
La prenotazione può essere effettuata qui, selezionando, nella tendina “TECNICO”, la voce “AGIBILITÀ”.

modif.: 25 Ottobre 2019 - Netribe Redazione

TWEET