Servizi per disabili

Il Comune di Correggio, attraverso l’ISECS, offre numerosi servizi per bambini/ragazzi diversamente abili residenti che frequentano le scuole, così come previsto nella L. 104/92 e dalla L. R. 26/01 sul diritto allo studio.

 1) Fornitura di personale educativo / assistenziale (PEA) per lo sviluppo dell’autonomia e della comunicazione
Nelle scuole statali tale personale svolge funzioni di integrazione, ma non di sostituzione, di personale docente di sostegno statale; si tratta di personale che svolge funzioni inerenti all’area educativo – assistenziale, per migliorare lo sviluppo dell’autonomia individuale e della comunicazione.
La valutazione degli interventi da mettere in campo, prioritariamente sui casi gravi, viene effettuata ad inizio anno scolastico sulla base delle certificazioni presentate e dalle richieste delle scuole stesse, che devono ricalcare i contenuti del PEI (Piano Educativo Individualizzato).
Ad integrazione degli interventi sulle scuole dell’obbligo e dell’infanzia (oltre che sui nidi gestiti direttamente), tale personale può essere fornito in caso di necessità anche nella scuola superiore, qualora non siano possibili altri interventi a gestione provinciale quali la fornitura di tutor.

2) Fornitura di ausilii / sussidi didattici e strumentazioni particolarmente onerose
Vengono forniti sulla base di richieste della scuola, vagliata dal servizio di neuropsichiatria infantile dell’AUSL, e complete di preventivi di spesa.

3) Trasporti scolastici speciali
Viene organizzato, in collaborazione col Servizio Sociale Integrato, un servizio di trasporto per disabili frequentanti le scuole dell’obbligo correggesi, attraverso l’utilizzo di un pulmino attrezzato. Il servizio viene gestito da volontari dell’associazione AUSER di Correggio. Le richieste per tale servizio devono arrivare attraverso la scuola frequentata ad inizio anno scolastico.
Nel distretto di Correggio è stato approvato l’accordo distrettuale per l’integrazione degli alunni disabili, che integra l’accordo di programma provinciale , rinnovato a fine 2012, la cui validità è stata prorogata oltre il 2016, con l’obiettivo di migliorare la qualità degli interventi, rendendo più efficace e coordinata l’azione dei vari attori locali (Comuni, AUSL e Scuola).

modif.: 18 Luglio 2018 - admin

TWEET