Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria

L’art.1, comma 816, della legge n. 160 del 27 dicembre 2019 ha disposto che il Comune deve istituire dall’1 gennaio 2021 il canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e tale canone sostituisce il canone per l’occupazione di suolo pubblico (COSAP), l’imposta di pubblicità ed i diritti sulle pubbliche affissioni.

Con deliberazione di C.C. n. 111 del 18 dicembre 2020 il Comune di Correggio ha approvato il Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria con decorrenza 1 gennaio 2021 successivamente modificato con deliberazione di C.C. n. 29 del 26 marzo 2021.

Il canone è dovuto per:

  • l’occupazione, anche abusiva, delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico. Il canone si intende dovuto anche per l’occupazione di spazi ed aree private soggette a diritti demaniali quali, ad esempio, le strade vicinali soggette a diritto di pubblico passaggio;
  • la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva, mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, su beni privati laddove siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato. Si considerano rilevanti ai fini dell’imposizione: i messaggi da chiunque diffusi a qualunque titolo salvo i casi di esenzione. Si intendono ricompresi nell’imposizione i messaggi diffusi: allo scopo di promuovere la domanda e la diffusione di beni e servizi di qualsiasi natura; i messaggi finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato; i mezzi e le forme atte ad indicare il luogo nel quale viene esercitata un’attività.

Rientrano nel presupposto pubblicitario tutte le forme di comunicazione aventi ad oggetto idee, beni o servizi, attuata attraverso specifici supporti al fine di orientare l’interesse del pubblico verso un prodotto, una persona, o una organizzazione pubblica o privata.
Fermo restante il disposto del comma 818, dell’art. 1 della legge 160/2019, il canone per l’autorizzazione pubblicitaria è dovuto al Comune in tutti i casi in cui la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva avvenga mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile delle province per le stesse abbiano istituito il canone di cui alla lettera a) del comma 819.
Il canone è dovuto al Comune dal titolare dell’atto di concessione o autorizzazione in proporzione alla superficie, ivi indicata, espressa in metri quadrati o lineari, con arrotondamento delle frazioni al metro quadrato o lineare superiore, nonché in funzione della categoria della strada in cui è ubicata l’area o il mezzo pubblicitario, nonché al coefficiente di valutazione economica.

Per le occupazioni e le esposizioni pubblicitarie permanenti il pagamento del canone relativo al primo anno di autorizzazione deve essere effettuato, di norma, in un’unica soluzione, contestualmente al rilascio della concessione; per gli anni successivi il canone va corrisposto entro il 30 aprile di ogni anno.

Con deliberazione di C.C. n. 29 del 26 marzo 2021 il pagamento del canone per le esposizioni pubblicitarie permanenti per l’anno 2021 è stato prorogato al 30 settembre 2021.

RICHIESTE E ISTRUTTORIE
La richiesta di occupazione di suolo pubblico o di esposizione pubblicitaria deve essere presentata in bollo da 16 euro utilizzando il modello predisposto a cui dovrà essere allegata un’ulteriore marca da bollo da 16 euro che sarà applicata sull’autorizzazione o concessione rilasciata.
L’istruttoria per le concessioni di suolo pubblico (occupazioni permanenti nonché per i pubblici esercizi) è svolta dal Servizio Patrimonio.
L’istruttoria per le richieste di autorizzazione di suolo pubblico (occupazioni temporanee ) e per le esposizioni pubblicitarie sia permanenti che temporanee è svolta dalla Polizia Municipale.
Per le affissioni rivolgersi al Servizio Tributi nei giorni dal lunedì al venerdì  telefonando al numero 0522.630767 dalle ore 8,30 alle ore 13 oppure inviando una mail all’indirizzo tributi@comune.correggio.re.it


NORMATIVA


MODULISTICA
Modello richiesta occupazione suolo pubblico e modifica alla viabilità
Modello richiesta occupazione di suolo pubblico per espositori degli esercizi commerciali (versione Word)
Modello richiesta prima distesa per attività artigianali
Modello richiesta rinnovo distesa per attività artigianali
Modello richiesta prima distesa per pubblici esercizi
Modello richiesta rinnovo distesa per pubblici esercizi
Modulo richiesta di installazione impianti pubblicitari


DOVE RIVOLGERSI
U.R.P. – Ufficio Relazioni con il Pubblico
Corso Mazzini, 31/A (piano terra) Correggio
Tel.: 800.218441 (numero verde gratuito)
e-mail: urp@comune.correggio.re.it
Orario: lunedì, martedì e giovedì, dalle 8 alle 17,30;
mercoledì, venerdì e sabato, dalle 8 alle 12,30.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Adriana Vezzani – Servizio Tributi
Corso Mazzini, 33 (piano terra) – Correggio
Tel. 0522.630744 – 0522.630767
Giorni di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 13 previo appuntamento.

Polizia Municipale
Corso Cavour, 24 – Correggio
Tel. 0522.692637
Orario: dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13.

Servizio Patrimonio
Corso Mazzini, 33 – Correggio
Tel: 0522.630776

modif.: 24 Agosto 2021 - Ufficio Stampa

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET