Giornata della memoria 2011
pubbl.: 24 Gennaio 2011 - Ufficio Stampa

Sarà il ricordo di Giovanni Palatucci, l’eroico funzionario della Questura di Fiume che durante la guerra, sacrificando se stesso, riuscì a salvare migliaia di ebrei, il tema conduttore del calendario di iniziative correggesi per la Giornata della Memoria, giovedì 27 gennaio.
L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale correggese “Giorgio La Pira”, in collaborazione con l’associazione nazionale “Giovanni Palatucci”, il Comune di Correggio e la Polizia di Stato, vede giovedì 27 gennaio, alle 10,30, al Palazzetto dello sport di Correggio, un incontro sulla figura di Palatucci con gli studenti delle scuole superiori; alle 15,30 intitolazione allo stesso Palatucci del piazzale antistante il cimitero ebraico, con preghiera ecumenica a ricordo delle vittime della Shoah; alle 16,15, a Palazzo dei Principi, inaugurazione della mostra su Giovanni Palatucci (che rimarrà poi aperta fino al prossimo 13 febbraio); alle 17, sempre a Palazzo Principi, nella sala conferenze “A.Recordati”, incontro pubblico con la partecipazione di Marzio Iotti, sindaco di Correggio, Domenico Savi, Questore di Reggio Emilia, mons. Pietro Iotti, presidente nazionale dell’Associazione Palatucci,  Alfio Bertani, presidente dell’associazione culturale “Giorgio La Pira”, Anna Foa, docente di Storia moderna all’Università “La Sapienza”, e Gabriele Fabbrici, direttore del museo civico di Correggio.
In serata, il Teatro Asioli farà da cornice al grande concerto della Banda della Polizia di Stato.
Anche i ragazzi delle scuole primarie e secondarie correggesi sono stati coinvolti dalle riflessioni che la “Giornata della memoria” propone, grazie alla visione di due film, in collaborazione con la Cineteca di Bologna: dopo “L’uomo che verrà”, capolavoro di Giorgio Diritti, proiettato la settimana scorsa, mercoledì 26 gennaio è la volta de “I ragazzi di Villa Emma”, di Aldo Zappalà.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Giornata della memoria 2011
pubbl.: 24 Gennaio 2011 - Ufficio Stampa

Sarà il ricordo di Giovanni Palatucci, l’eroico funzionario della Questura di Fiume che durante la guerra, sacrificando se stesso, riuscì a salvare migliaia di ebrei, il tema conduttore del calendario di iniziative correggesi per la Giornata della Memoria, giovedì 27 gennaio.
L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale correggese “Giorgio La Pira”, in collaborazione con l’associazione nazionale “Giovanni Palatucci”, il Comune di Correggio e la Polizia di Stato, vede giovedì 27 gennaio, alle 10,30, al Palazzetto dello sport di Correggio, un incontro sulla figura di Palatucci con gli studenti delle scuole superiori; alle 15,30 intitolazione allo stesso Palatucci del piazzale antistante il cimitero ebraico, con preghiera ecumenica a ricordo delle vittime della Shoah; alle 16,15, a Palazzo dei Principi, inaugurazione della mostra su Giovanni Palatucci (che rimarrà poi aperta fino al prossimo 13 febbraio); alle 17, sempre a Palazzo Principi, nella sala conferenze “A.Recordati”, incontro pubblico con la partecipazione di Marzio Iotti, sindaco di Correggio, Domenico Savi, Questore di Reggio Emilia, mons. Pietro Iotti, presidente nazionale dell’Associazione Palatucci,  Alfio Bertani, presidente dell’associazione culturale “Giorgio La Pira”, Anna Foa, docente di Storia moderna all’Università “La Sapienza”, e Gabriele Fabbrici, direttore del museo civico di Correggio.
In serata, il Teatro Asioli farà da cornice al grande concerto della Banda della Polizia di Stato.
Anche i ragazzi delle scuole primarie e secondarie correggesi sono stati coinvolti dalle riflessioni che la “Giornata della memoria” propone, grazie alla visione di due film, in collaborazione con la Cineteca di Bologna: dopo “L’uomo che verrà”, capolavoro di Giorgio Diritti, proiettato la settimana scorsa, mercoledì 26 gennaio è la volta de “I ragazzi di Villa Emma”, di Aldo Zappalà.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET