Inserimento alunni stranieri
pubbl.: 25 Febbraio 2009 - Ufficio Stampa

È stato sottoscritto, lunedì 23, a Correggio, nella sala del consiglio, il “Protocollo d’intesa distrettuale per l’integrazione scolastica degli alunni migranti”.
Negli ultimi anni il Distretto di Correggio ha infatti vissuto un forte incremento della popolazione immigrata in tutti i Comuni del comprensorio. Il fenomeno ha avuto chiaramente riflessi sulla composizione della popolazione scolastica, tanto che vi sono scuole con punte attorno al 30% di alunni stranieri. Di fronte a queste dinamiche Comuni e scuole di zona hanno cercato di mettere in campo  reti di collaborazione e misure che compongono il sistema d’offerta e un possibile “modello di intervento” da concretizzare ancor più a fronte di maggiori risorse e canali di finanziamento. Nel frattempo, con la firma di lunedì, si è giunti alla formalizzazione di questo vero e proprio Protocollo.
“A livello provinciale”, commenta l’assessore alla scuola del Comune di Correggio, Emanuela Gobbi, esistono accordi simili a questo, soprattutto per quanto riguarda l’inserimento nelle classi degli alunni disabili. Per quanto riguarda i ragazzi stranieri, invece, il Protocollo d’intesa rappresenta una novità che caratterizza il nostro Distretto”.
Il Protocollo, in sostanza, andrà a regolare tutte le iniziative che le varie scuole del distretto metteranno in campo in merito all’inserimento in classe degli alunni stranieri. Concretamente, i Comuni si impegnano a favorire la frequenza scolastica degli alunni stranieri attraverso, per esempio, la presenza di mediatori culturali e linguistici qualificati, la proposta di formazione professionale e di una aggiornata rete di opportunità per i docenti e la stesura della documentazione in più lingue.
“In questi anni”, spiega l’assessore Gobbi, “è cresciuta la sensibilizzazione degli enti locali nei confronti delle emergenze provenienti dal mondo della scuola. Ora si tratta di coordinare le capacità distrettuali che già attualmente operano sul territorio e metterle a disposizione di tutti. Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo accordo, inoltre, perché siamo riusciti davvero a coinvolgere tutti i dirigenti scolastici di tutte le scuole presenti nel Distretto”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Inserimento alunni stranieri
pubbl.: 25 Febbraio 2009 - Ufficio Stampa

È stato sottoscritto, lunedì 23, a Correggio, nella sala del consiglio, il “Protocollo d’intesa distrettuale per l’integrazione scolastica degli alunni migranti”.
Negli ultimi anni il Distretto di Correggio ha infatti vissuto un forte incremento della popolazione immigrata in tutti i Comuni del comprensorio. Il fenomeno ha avuto chiaramente riflessi sulla composizione della popolazione scolastica, tanto che vi sono scuole con punte attorno al 30% di alunni stranieri. Di fronte a queste dinamiche Comuni e scuole di zona hanno cercato di mettere in campo  reti di collaborazione e misure che compongono il sistema d’offerta e un possibile “modello di intervento” da concretizzare ancor più a fronte di maggiori risorse e canali di finanziamento. Nel frattempo, con la firma di lunedì, si è giunti alla formalizzazione di questo vero e proprio Protocollo.
“A livello provinciale”, commenta l’assessore alla scuola del Comune di Correggio, Emanuela Gobbi, esistono accordi simili a questo, soprattutto per quanto riguarda l’inserimento nelle classi degli alunni disabili. Per quanto riguarda i ragazzi stranieri, invece, il Protocollo d’intesa rappresenta una novità che caratterizza il nostro Distretto”.
Il Protocollo, in sostanza, andrà a regolare tutte le iniziative che le varie scuole del distretto metteranno in campo in merito all’inserimento in classe degli alunni stranieri. Concretamente, i Comuni si impegnano a favorire la frequenza scolastica degli alunni stranieri attraverso, per esempio, la presenza di mediatori culturali e linguistici qualificati, la proposta di formazione professionale e di una aggiornata rete di opportunità per i docenti e la stesura della documentazione in più lingue.
“In questi anni”, spiega l’assessore Gobbi, “è cresciuta la sensibilizzazione degli enti locali nei confronti delle emergenze provenienti dal mondo della scuola. Ora si tratta di coordinare le capacità distrettuali che già attualmente operano sul territorio e metterle a disposizione di tutti. Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo accordo, inoltre, perché siamo riusciti davvero a coinvolgere tutti i dirigenti scolastici di tutte le scuole presenti nel Distretto”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET