La “Festa dell’Europa” a Correggio
pubbl.: 30 Aprile 2015 modif.: 18 Maggio 2015 - Ufficio Stampa

Il 9 maggio – giorno della storica dichiarazione di Parigi, che diede ufficialità alla costituzione di un’alleanza di paesi europei riguardo temi commerciali e salvaguardia della pace, nel 1950 – ricorre la Festa dell’Europa. Per l’occasione, il Comune di Correggio promuove una serie di iniziativedal 7 all’11 maggio – coinvolgendo scuole e cittadinanza: “A scuola… di Europa” è il titolo degli incontri, a cura dell’Ufficio politiche europee del Comune di Correggio, che si svolgono nelle classi quinte delle scuole primarie – Rodari-Cantona, Madre Teresa di Calcutta (Prato), Allegri, San Francesco, Convitto Corso, Istituto San Tomaso e Don Pasquino Borghi (Canolo) – in cui, tramite giochi e attività verranno illustrate le caratteristiche principali dell’Unione Europea e delle funzioni che essa svolge.
Tre concerti, inoltre, animeranno, il cortile di Palazzo dei Principi: venerdì 8 maggio, alle ore 18, “Suoni e parole: insieme per l’Europa”, con gli alunni dell’Istituto comprensivo Correggio 2; sabato 9 maggio, alle ore 18 e alle ore 21, gli allievi dell’Indirizzo Musicale degli Istituti comprensivi Correggio 1 e 2 in “Tante Voci, Una Voce: consonanze di bambini e strumenti”.
Sempre sabato 9 maggio, alle ore 10,30, al Parco Articolo 21, “Nous sommes Charlie”, inaugurazione delle pietre posate a ricordo dei giornalisti e dei vignettisti vittime nella strage di Parigi del 7 gennaio 2015.
Da venerdì 8 a domenica 10 maggio, corso Mazzini sarà animato dagli stand del Mercatino Regionale Francese, con prodotti artigianali ed enogastronomici, proposto da un gruppo di operatori commerciali francesi: si svolgerà venerdì 8 maggio dalle ore 12 alle ore 20, sabato 9 maggio, dalle ore 10 alle ore 20, e domenica 10 maggio, dalle ore 10 alle ore 19.
Domenica 10 maggio, conversazione d’arte al Correggio Art Home: ore 17, “Il cibo nell’era del web e di Expo 2015“, con Angelo Valenza, direttore responsabile del sito www.ilgiornaledelcibo.it edito da Cir Food.
Nel corso del weekend, infine, caffè, ristoranti e attività del centro storico proporranno speciali aperitivi, menu e vetrine a “tema europeo”.
“Una tre giorni che vuole coinvolgere la città per riflettere sull’Europa come unione politica ed economica che comprende oggi 28 Paesi”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Abbiamo coinvolto le scuole, gli operatori economici e i cittadini, con numerosi appuntamenti nel centro storico della città. Sarà anche l’occasione per recuperare l’iniziativa ‘Nous sommes Charlie’, che avevamo pensato per lo scorso 7 febbraio e che avevamo poi annullato in seguito alla nevicata proprio di quei giorni, con l’inaugurazione delle pietre posate a ricordo dei nomi dei giornalisti e dei vignettisti uccidi nella strage di Parigi del 7 gennaio 2015. L’Unione Europea, infatti, promuove la pace e lavora per combattere l’esclusione sociale e la discriminazione, partendo dai diritti e dalle pari opportunità dei cittadini, per giungere alla coesione sociale ed economica degli Stati membri. La Festa dell’Europa e ‘Nous sommes Charlie’ sono ulteriori occasioni per difendere la libertà di stampa e di pensiero e la pluralità dell’informazione quale fondamenta di ogni paese democratico”.

TWEET

La “Festa dell’Europa” a Correggio
pubbl.: 30 Aprile 2015 modif.: 18 Maggio 2015 - Ufficio Stampa

Il 9 maggio – giorno della storica dichiarazione di Parigi, che diede ufficialità alla costituzione di un’alleanza di paesi europei riguardo temi commerciali e salvaguardia della pace, nel 1950 – ricorre la Festa dell’Europa. Per l’occasione, il Comune di Correggio promuove una serie di iniziativedal 7 all’11 maggio – coinvolgendo scuole e cittadinanza: “A scuola… di Europa” è il titolo degli incontri, a cura dell’Ufficio politiche europee del Comune di Correggio, che si svolgono nelle classi quinte delle scuole primarie – Rodari-Cantona, Madre Teresa di Calcutta (Prato), Allegri, San Francesco, Convitto Corso, Istituto San Tomaso e Don Pasquino Borghi (Canolo) – in cui, tramite giochi e attività verranno illustrate le caratteristiche principali dell’Unione Europea e delle funzioni che essa svolge.
Tre concerti, inoltre, animeranno, il cortile di Palazzo dei Principi: venerdì 8 maggio, alle ore 18, “Suoni e parole: insieme per l’Europa”, con gli alunni dell’Istituto comprensivo Correggio 2; sabato 9 maggio, alle ore 18 e alle ore 21, gli allievi dell’Indirizzo Musicale degli Istituti comprensivi Correggio 1 e 2 in “Tante Voci, Una Voce: consonanze di bambini e strumenti”.
Sempre sabato 9 maggio, alle ore 10,30, al Parco Articolo 21, “Nous sommes Charlie”, inaugurazione delle pietre posate a ricordo dei giornalisti e dei vignettisti vittime nella strage di Parigi del 7 gennaio 2015.
Da venerdì 8 a domenica 10 maggio, corso Mazzini sarà animato dagli stand del Mercatino Regionale Francese, con prodotti artigianali ed enogastronomici, proposto da un gruppo di operatori commerciali francesi: si svolgerà venerdì 8 maggio dalle ore 12 alle ore 20, sabato 9 maggio, dalle ore 10 alle ore 20, e domenica 10 maggio, dalle ore 10 alle ore 19.
Domenica 10 maggio, conversazione d’arte al Correggio Art Home: ore 17, “Il cibo nell’era del web e di Expo 2015“, con Angelo Valenza, direttore responsabile del sito www.ilgiornaledelcibo.it edito da Cir Food.
Nel corso del weekend, infine, caffè, ristoranti e attività del centro storico proporranno speciali aperitivi, menu e vetrine a “tema europeo”.
“Una tre giorni che vuole coinvolgere la città per riflettere sull’Europa come unione politica ed economica che comprende oggi 28 Paesi”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Abbiamo coinvolto le scuole, gli operatori economici e i cittadini, con numerosi appuntamenti nel centro storico della città. Sarà anche l’occasione per recuperare l’iniziativa ‘Nous sommes Charlie’, che avevamo pensato per lo scorso 7 febbraio e che avevamo poi annullato in seguito alla nevicata proprio di quei giorni, con l’inaugurazione delle pietre posate a ricordo dei nomi dei giornalisti e dei vignettisti uccidi nella strage di Parigi del 7 gennaio 2015. L’Unione Europea, infatti, promuove la pace e lavora per combattere l’esclusione sociale e la discriminazione, partendo dai diritti e dalle pari opportunità dei cittadini, per giungere alla coesione sociale ed economica degli Stati membri. La Festa dell’Europa e ‘Nous sommes Charlie’ sono ulteriori occasioni per difendere la libertà di stampa e di pensiero e la pluralità dell’informazione quale fondamenta di ogni paese democratico”.

TWEET