“Noi contro le mafie 2017”: due appuntamenti a Correggio
pubbl.: 3 Aprile 2017 modif.: 10 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

“Noi contro le mafie”: due appuntamenti a Correggio per la settima edizione della festa della legalità promossa dalla Provincia di Reggio Emilia.

Sono due gli appuntamenti a Correggio per “Noi contro le mafie”, la settima edizione della “festa della legalità” promossa dalla Provincia di Reggio Emilia in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e numerosi Comuni, Istituzioni, associazioni e scuole, per una settimana di eventi – dal 3 all’8 aprile – in cui in provincia si alterneranno convegni, dibattiti e spettacoli sui temi della cittadinanza, della legalità e del rispetto delle regole e della Costituzione.
Il primo appuntamento a Correggio è giovedì 6 aprile, alle ore 18, nella sala consiliare del Municipio, per “Ostello Locride. La storia di un bene strappato alla ‘ndrangheta che garantisce la totale estraneità ai circuiti mafiosi”, incontro con Vincenzo Linarello, presidente del Consorzio GOEL, aperto dal sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, e con letture a cura di Andrea Gherpelli, attore e regista.
Il giorno seguente, venerdì 7 aprile, alle ore 11,30, all’Istituto Einaudi, “Fascino criminale e adolescenti”, dialogo con lo scrittore e autore teatrale Alessandro Gallo, riservato agli studenti della scuola: l’incontro è basato sul romanzo di Gallo “Tutta un’altra storia” (Navarro Editore), una storia autobiografica, ambientata a Napoli, in cui tre adolescenti combattono la camorra con la forza del teatro.
Rispetto al calendario previsto dal Festival, è invece annullato l’incontro con Gianfranco Di Sario, Capitano Comandante Carabinieri Nas Parma, sul tema “legalità e sport”, per sopraggiunti impegni dello stesso relatore.
“Partecipare a questo evento provinciale, portando due iniziative a Correggio, una aperta al pubblico e una riservata agli studenti, significa continuare il nostro impegno quotidiano a favore della legalità”, illustra il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Questa adesione rappresenta, infatti, la testimonianza della nostra concreta volontà di continuare a parlare di regole per contribuire a sostenere una comunità che basi la sua coesione sul rispetto delle persone e delle leggi di questo Stato. Perciò, in questi due anni, abbiamo sottoscritto protocolli con la Prefettura, insieme agli altri Comuni, e abbiamo aderito ad Avviso Pubblico, promosso numerosi percorsi educativi nelle scuole, incontrato testimoni, giornalisti e magistrati impegnati nella lotta alla mafie ogni giorno. In questa logica, per esempio, si inserisce perfettamente l’incontro con Vincenzo Linarello, che nasce da una riflessione fatta in consiglio comunale che ci ha portati a votare un odg di solidarietà al presidente del Consorzio GOEL a seguito delle gravi intimidazioni subite negli scorsi mesi. Diamo valore a queste esperienze e a questi incontri sull’importanza della legalità, consapevoli che la lotta alle mafie, anche sul piano amministrativo, si gioca nel lavoro di ogni giorno che viene svolto da Istituzioni, associazioni, agenzie educative e che rappresenta quella rete sociale che a Correggio, in questi anni, stiamo cercando di rafforzare sempre più”.

TWEET

“Noi contro le mafie 2017”: due appuntamenti a Correggio
pubbl.: 3 Aprile 2017 modif.: 10 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

“Noi contro le mafie”: due appuntamenti a Correggio per la settima edizione della festa della legalità promossa dalla Provincia di Reggio Emilia.

Sono due gli appuntamenti a Correggio per “Noi contro le mafie”, la settima edizione della “festa della legalità” promossa dalla Provincia di Reggio Emilia in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e numerosi Comuni, Istituzioni, associazioni e scuole, per una settimana di eventi – dal 3 all’8 aprile – in cui in provincia si alterneranno convegni, dibattiti e spettacoli sui temi della cittadinanza, della legalità e del rispetto delle regole e della Costituzione.
Il primo appuntamento a Correggio è giovedì 6 aprile, alle ore 18, nella sala consiliare del Municipio, per “Ostello Locride. La storia di un bene strappato alla ‘ndrangheta che garantisce la totale estraneità ai circuiti mafiosi”, incontro con Vincenzo Linarello, presidente del Consorzio GOEL, aperto dal sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, e con letture a cura di Andrea Gherpelli, attore e regista.
Il giorno seguente, venerdì 7 aprile, alle ore 11,30, all’Istituto Einaudi, “Fascino criminale e adolescenti”, dialogo con lo scrittore e autore teatrale Alessandro Gallo, riservato agli studenti della scuola: l’incontro è basato sul romanzo di Gallo “Tutta un’altra storia” (Navarro Editore), una storia autobiografica, ambientata a Napoli, in cui tre adolescenti combattono la camorra con la forza del teatro.
Rispetto al calendario previsto dal Festival, è invece annullato l’incontro con Gianfranco Di Sario, Capitano Comandante Carabinieri Nas Parma, sul tema “legalità e sport”, per sopraggiunti impegni dello stesso relatore.
“Partecipare a questo evento provinciale, portando due iniziative a Correggio, una aperta al pubblico e una riservata agli studenti, significa continuare il nostro impegno quotidiano a favore della legalità”, illustra il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Questa adesione rappresenta, infatti, la testimonianza della nostra concreta volontà di continuare a parlare di regole per contribuire a sostenere una comunità che basi la sua coesione sul rispetto delle persone e delle leggi di questo Stato. Perciò, in questi due anni, abbiamo sottoscritto protocolli con la Prefettura, insieme agli altri Comuni, e abbiamo aderito ad Avviso Pubblico, promosso numerosi percorsi educativi nelle scuole, incontrato testimoni, giornalisti e magistrati impegnati nella lotta alla mafie ogni giorno. In questa logica, per esempio, si inserisce perfettamente l’incontro con Vincenzo Linarello, che nasce da una riflessione fatta in consiglio comunale che ci ha portati a votare un odg di solidarietà al presidente del Consorzio GOEL a seguito delle gravi intimidazioni subite negli scorsi mesi. Diamo valore a queste esperienze e a questi incontri sull’importanza della legalità, consapevoli che la lotta alle mafie, anche sul piano amministrativo, si gioca nel lavoro di ogni giorno che viene svolto da Istituzioni, associazioni, agenzie educative e che rappresenta quella rete sociale che a Correggio, in questi anni, stiamo cercando di rafforzare sempre più”.

TWEET