“Nous sommes Charlie”
pubbl.: 5 Febbraio 2015 - Ufficio Stampa

Sabato 7 febbraio il Comune di Correggio aderisce alla “Giornata nazionale d’impegno contro il terrorismo, la guerra e la violenza”, promossa dal Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani a seguito dei tragici fatti di Parigi dello scorso gennaio. L’appuntamento è alle ore 10,30 al Parco Articolo 21 dove si svolge l’inaugurazione delle tre pietre della memoria posate a ricordo dei giornalisti e dei vignettisti vittime della strage compiuta nella redazione del settimanale francese “Charlie Hebdo”.
Il parco correggese, in via Gandhi, è significativamente intitolato all’articolo della Costituzione che tutela e promuove la libertà di stampa e ricorda, incisi su pietre poste lungo il percorso pedonale, nomi e frasi di giornalisti-martiri a ragione della loro integrità e della loro professione.
“Grazie alla volontà unanime del Consiglio comunale, abbiamo aderito a questa giornata nazionale per esprimere tutta la nostra solidarietà a chi è stato così tragicamente colpito”, spiega il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Oggi la nostra città riafferma il proprio impegno contro il terrorismo, la guerra e la violenza ed esprime con forza quanto la conoscenza e il dialogo siano fondamentali per la convivenza e la tutela della coesione sociale di un territorio. Il terrorismo e la violenza non possono mai trovare giustificazioni, tanto più se praticate contro uno dei pilastri della nostra democrazia, la libertà di pensiero e di parola. Con questa iniziativa ci rivolgiamo soprattutto ai giovani, perché è a loro che il messaggio deve arrivare chiaro e forte: il futuro non si costruisce sull’odio ma, come ha ribadito anche il Capo dello Stato nel suo discorso di insediamento, sulla speranza e sulla capacità di collaborare per obiettivi comuni, ritrovando le ragioni della condivisione di un comune destino”.

TWEET

“Nous sommes Charlie”
pubbl.: 5 Febbraio 2015 - Ufficio Stampa

Sabato 7 febbraio il Comune di Correggio aderisce alla “Giornata nazionale d’impegno contro il terrorismo, la guerra e la violenza”, promossa dal Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani a seguito dei tragici fatti di Parigi dello scorso gennaio. L’appuntamento è alle ore 10,30 al Parco Articolo 21 dove si svolge l’inaugurazione delle tre pietre della memoria posate a ricordo dei giornalisti e dei vignettisti vittime della strage compiuta nella redazione del settimanale francese “Charlie Hebdo”.
Il parco correggese, in via Gandhi, è significativamente intitolato all’articolo della Costituzione che tutela e promuove la libertà di stampa e ricorda, incisi su pietre poste lungo il percorso pedonale, nomi e frasi di giornalisti-martiri a ragione della loro integrità e della loro professione.
“Grazie alla volontà unanime del Consiglio comunale, abbiamo aderito a questa giornata nazionale per esprimere tutta la nostra solidarietà a chi è stato così tragicamente colpito”, spiega il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Oggi la nostra città riafferma il proprio impegno contro il terrorismo, la guerra e la violenza ed esprime con forza quanto la conoscenza e il dialogo siano fondamentali per la convivenza e la tutela della coesione sociale di un territorio. Il terrorismo e la violenza non possono mai trovare giustificazioni, tanto più se praticate contro uno dei pilastri della nostra democrazia, la libertà di pensiero e di parola. Con questa iniziativa ci rivolgiamo soprattutto ai giovani, perché è a loro che il messaggio deve arrivare chiaro e forte: il futuro non si costruisce sull’odio ma, come ha ribadito anche il Capo dello Stato nel suo discorso di insediamento, sulla speranza e sulla capacità di collaborare per obiettivi comuni, ritrovando le ragioni della condivisione di un comune destino”.

TWEET