Segnalazioni di degrado e incuria
pubbl.: 30 Luglio 2014 - Ufficio Stampa

Negli ultimi giorni diversi cittadini si sono attivati sui social network per segnalare situazioni di degrado o incuria a Correggio, con particolare attenzione al centro storico. Non mancano i buoni propositi, come quello di creare un gruppo di giardinieri volontari in grado di curare le aiuole e cespugli.
Il sindaco Ilenia Malavasi, che già la settimana scorsa era intervenuta in merito ai controlli e alle manutenzioni, intende sottolineare nuovamente le priorità che l’amministrazione si è data al riguardo.
“Prima di tutto occorre ringraziare i cittadini che intendono offrirsi come volontari”, afferma, “perché in questo modo si mettono fattivamente a disposizione della città, dimostrando un profondo senso civico. È evidente che il volontariato è un valore che deve essere promosso e sostenuto anche in questo caso. Il volontariato, però, necessita di un coordinamento per non sovrapporsi ad attività già programmate e su cui si impegnano gli operai del Comune. a tale scopo, e accogliendo con favore la disponibilità dei nostri cittadini per attivare collaborazioni virtuose, a settembre metteremo anche un bando rivolto ai cittadini per la cura di aiuole e fioriere, mentre per le rotonde cercheremo anche la collaborazione con soggetti imprenditoriali, benché non siano tutte di proprietà comunale.  Occorre sottolineare, però, l’importanza che queste segnalazioni seguano un iter corretto, per non rischiare che rimangano discussioni tra privati sui social network. Il Comune di Correggio ha attivi diversi canali per ricevere le segnalazioni, soprattutto l’URP o la Polizia Municipale, ma anche una mail apposita – segnalazioni@comune.correggio.re.it – e persino tutti i profili social che fanno riferimento all’amministrazione. È importante utilizzare questi strumenti perché, in questo modo, si può tenere traccia dei problemi e delle eventuali criticità. Il territorio di Correggio ha un’estensione di 77 chilometri quadrati, tra centro storico, periferia, frazioni, campagne e tutti necessitano di un’adeguata attenzione. A fronte di obbligati tagli al budget, che per quanto riguarda le manutenzioni, per esempio, ha portato anche a ridurre il numero degli sfalci, e soprattutto al personale – nel complesso, 532.459 euro in meno, una contrazione di circa il 22% e senza alcuna possibilità di assunzioni per il 2014 – ci siamo dati una priorità, ossia la messa in sicurezza o l’abbattimento degli alberi pericolanti piuttosto che la cura sistematica delle aiuole”.
“Detto questo”, prosegue il sindaco, “siamo intervenuti proprio in questi giorni sull’aiuola del monumento ad Antonio Allegri. Ribadisco, infine, che abbiamo già intensificato i controlli nelle zone segnalate di possibile degrado e maleducazione o dove giungono lamentele su fenomeni di bullismo ed è intenzione dell’amministrazione estendere il progetto di videosorveglianza che già caratterizza alcune zone della città. Resta inoltre la nostra volontà di costruire, a partire da settembre e in collaborazione con le scuole, un progetto educativo per stimolare le giovani generazioni al senso civico, all’amore per la propria città e al rispetto per chi ci abita”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Segnalazioni di degrado e incuria
pubbl.: 30 Luglio 2014 - Ufficio Stampa

Negli ultimi giorni diversi cittadini si sono attivati sui social network per segnalare situazioni di degrado o incuria a Correggio, con particolare attenzione al centro storico. Non mancano i buoni propositi, come quello di creare un gruppo di giardinieri volontari in grado di curare le aiuole e cespugli.
Il sindaco Ilenia Malavasi, che già la settimana scorsa era intervenuta in merito ai controlli e alle manutenzioni, intende sottolineare nuovamente le priorità che l’amministrazione si è data al riguardo.
“Prima di tutto occorre ringraziare i cittadini che intendono offrirsi come volontari”, afferma, “perché in questo modo si mettono fattivamente a disposizione della città, dimostrando un profondo senso civico. È evidente che il volontariato è un valore che deve essere promosso e sostenuto anche in questo caso. Il volontariato, però, necessita di un coordinamento per non sovrapporsi ad attività già programmate e su cui si impegnano gli operai del Comune. a tale scopo, e accogliendo con favore la disponibilità dei nostri cittadini per attivare collaborazioni virtuose, a settembre metteremo anche un bando rivolto ai cittadini per la cura di aiuole e fioriere, mentre per le rotonde cercheremo anche la collaborazione con soggetti imprenditoriali, benché non siano tutte di proprietà comunale.  Occorre sottolineare, però, l’importanza che queste segnalazioni seguano un iter corretto, per non rischiare che rimangano discussioni tra privati sui social network. Il Comune di Correggio ha attivi diversi canali per ricevere le segnalazioni, soprattutto l’URP o la Polizia Municipale, ma anche una mail apposita – segnalazioni@comune.correggio.re.it – e persino tutti i profili social che fanno riferimento all’amministrazione. È importante utilizzare questi strumenti perché, in questo modo, si può tenere traccia dei problemi e delle eventuali criticità. Il territorio di Correggio ha un’estensione di 77 chilometri quadrati, tra centro storico, periferia, frazioni, campagne e tutti necessitano di un’adeguata attenzione. A fronte di obbligati tagli al budget, che per quanto riguarda le manutenzioni, per esempio, ha portato anche a ridurre il numero degli sfalci, e soprattutto al personale – nel complesso, 532.459 euro in meno, una contrazione di circa il 22% e senza alcuna possibilità di assunzioni per il 2014 – ci siamo dati una priorità, ossia la messa in sicurezza o l’abbattimento degli alberi pericolanti piuttosto che la cura sistematica delle aiuole”.
“Detto questo”, prosegue il sindaco, “siamo intervenuti proprio in questi giorni sull’aiuola del monumento ad Antonio Allegri. Ribadisco, infine, che abbiamo già intensificato i controlli nelle zone segnalate di possibile degrado e maleducazione o dove giungono lamentele su fenomeni di bullismo ed è intenzione dell’amministrazione estendere il progetto di videosorveglianza che già caratterizza alcune zone della città. Resta inoltre la nostra volontà di costruire, a partire da settembre e in collaborazione con le scuole, un progetto educativo per stimolare le giovani generazioni al senso civico, all’amore per la propria città e al rispetto per chi ci abita”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET