Teatro Asioli, stagione 2012-2013
pubbl.: 5 Settembre 2012 - Ufficio Stampa

Dodici spettacoli di prosa e cinque di teatro musicale, musica e danza cui si aggiungeranno quattro titoli per ragazzi e famiglie. Questi i numeri del prossimo cartellone del Teatro Asioli – proposto da Comune di Correggio ed Emilia Romagna Teatro Fondazione – che, da metà novembre a fine aprile, si presenta con un programma denso di proposte di notevole interesse, ricco di autorevoli interpreti, testi importanti e attento alla drammaturgia dell’oggi. Nonostante i tagli agli enti locali ed alla difficilissima situazione economica del teatro italiano, il Comune di Correggio ed Ert non rinunciano a mantenere l’alto profilo di un’attività che ha fatto dell’Asioli il secondo teatro della provincia.
Tra i nomi di grande rilievo che saranno ospiti dell’Asioli, due attesissimi ritorni sulle scena nazionale: Luca Zingaretti sarà regista e protagonista di La torre d’avorio, di Ronald Harwood, un testo che indaga i rapporti tra arte e potere soffermandosi sullo scontro post-bellico tra il grande direttore d’orchestra Furtwangler, compromesso con il nazismo, e il suo inquisitore americano; Valerio Mastandrea sarà regista e protagonista di Qui e ora, testo scritto appositamente da Mattia Torre (già autore del precedente fortunatissimo spettacolo Migliore).
Un altro grande ritorno a Correggio è quello di Mariangela Melato, interprete de Il dolore di Marguerite Duras.
Massimo Castri è il regista di La cantatrice calva di Eugene Ionesco, messo in scena dallo Stabile di Toscana con la sua compagnia di affermati e bravissimi attori.
Ritornerà a Correggio Franca Valeri, vero e proprio monumento dello spettacolo italiano, con il suo testo Non tutto è risolto, in cui una vecchia immaginifica signora dal ricco e variopinto passato si scontra con l’ansia di chiarezza della sua segretaria, interpretata da Licia Maglietta.
Giuseppe Battiston, tra i più ammirati attori della generazione dei quarantenni, sarà Macbeth diretto da Andrea De Rosa, già apprezzato a Correggio per le sue regie di Molly Sweeney e La tempesta.
L’inossidabile coppia Ugo Pagliai Paola Gassman sarà protagonista di Wordstar(s), del celebrato Vitaliano Trevisan.
Carlo Cecchi e Angelica Ippolito, diretti da Mario Martone, saranno protagonisti di La serata a Colono, l’unico testo teatrale scritto da Elsa Morante.
Federico Tiezzi torna a dirigere Sandro Lombardi, a fianco di Iaia Forte e Elena Ghiaurov, in Un amore di Swann, da Proust.
Torna all’Asioli il Teatro delle Ariette con Teatro da mangiare?, il classico che ha aperto la strada ad una pletora di pallide imitazioni che fondono teatro e cibo, qui uniti da una necessità narrativa e poetica senza eguali.
Ascanio Celestini porterà in scena il suo feroce Pro patria.
Pascal Rambert, autore-regista francese ormai di culto in patria, dirige la versione italiana del suo Clôture de l’amour, rappresentato con enorme successo di critica e di pubblico al Festival di Avignone 2011, qui interpretato da Anna Della Rosa e Luca Lazzareschi.


L’offerta si completa con cinque titoli musicali: oltre a Madama Butterfly, il classico pucciniano allestito dalla Associazione Opera Futura con un cast in corso di definizione, sono in programma un recital pianistico del M.o Palmiro Simonini con musiche di Chopin, Schubert e Rachmaninov e Bulli e pupe – celebre musical di Frank Loesser – messo in scena da Corrado Abbati; infine si consolida la collaborazione con Agorà Coaching Project, corso di alta formazione alla danza, che porterà in scena tre spettacoli (di cui uno fuori abbonamento) con coreografie di Francesco Nappa, Edd Wubbe, Francesco Ventriglia, Michele Merola e altri.



La campagna abbonamenti avrà inizio sabato 6 ottobre, con diritto di prelazione per gli abbonati della stagione precedente. I nuovi abbonamenti saranno messi in vendita dal 27 ottobre.
In questa grave congiuntura economica, per rimarcare la funzione fondamentale del teatro come spazio di riflessione, riconoscimento e sviluppo per la comunità, è prevista una riduzione del 50% sul prezzo dell’abbonamento per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione dal lavoro, mobilità.
Per informazioni: 0522 637813; e-mail: info@teatroasioli.it; web: www.teatroasioli.it

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Teatro Asioli, stagione 2012-2013
pubbl.: 5 Settembre 2012 - Ufficio Stampa

Dodici spettacoli di prosa e cinque di teatro musicale, musica e danza cui si aggiungeranno quattro titoli per ragazzi e famiglie. Questi i numeri del prossimo cartellone del Teatro Asioli – proposto da Comune di Correggio ed Emilia Romagna Teatro Fondazione – che, da metà novembre a fine aprile, si presenta con un programma denso di proposte di notevole interesse, ricco di autorevoli interpreti, testi importanti e attento alla drammaturgia dell’oggi. Nonostante i tagli agli enti locali ed alla difficilissima situazione economica del teatro italiano, il Comune di Correggio ed Ert non rinunciano a mantenere l’alto profilo di un’attività che ha fatto dell’Asioli il secondo teatro della provincia.
Tra i nomi di grande rilievo che saranno ospiti dell’Asioli, due attesissimi ritorni sulle scena nazionale: Luca Zingaretti sarà regista e protagonista di La torre d’avorio, di Ronald Harwood, un testo che indaga i rapporti tra arte e potere soffermandosi sullo scontro post-bellico tra il grande direttore d’orchestra Furtwangler, compromesso con il nazismo, e il suo inquisitore americano; Valerio Mastandrea sarà regista e protagonista di Qui e ora, testo scritto appositamente da Mattia Torre (già autore del precedente fortunatissimo spettacolo Migliore).
Un altro grande ritorno a Correggio è quello di Mariangela Melato, interprete de Il dolore di Marguerite Duras.
Massimo Castri è il regista di La cantatrice calva di Eugene Ionesco, messo in scena dallo Stabile di Toscana con la sua compagnia di affermati e bravissimi attori.
Ritornerà a Correggio Franca Valeri, vero e proprio monumento dello spettacolo italiano, con il suo testo Non tutto è risolto, in cui una vecchia immaginifica signora dal ricco e variopinto passato si scontra con l’ansia di chiarezza della sua segretaria, interpretata da Licia Maglietta.
Giuseppe Battiston, tra i più ammirati attori della generazione dei quarantenni, sarà Macbeth diretto da Andrea De Rosa, già apprezzato a Correggio per le sue regie di Molly Sweeney e La tempesta.
L’inossidabile coppia Ugo Pagliai Paola Gassman sarà protagonista di Wordstar(s), del celebrato Vitaliano Trevisan.
Carlo Cecchi e Angelica Ippolito, diretti da Mario Martone, saranno protagonisti di La serata a Colono, l’unico testo teatrale scritto da Elsa Morante.
Federico Tiezzi torna a dirigere Sandro Lombardi, a fianco di Iaia Forte e Elena Ghiaurov, in Un amore di Swann, da Proust.
Torna all’Asioli il Teatro delle Ariette con Teatro da mangiare?, il classico che ha aperto la strada ad una pletora di pallide imitazioni che fondono teatro e cibo, qui uniti da una necessità narrativa e poetica senza eguali.
Ascanio Celestini porterà in scena il suo feroce Pro patria.
Pascal Rambert, autore-regista francese ormai di culto in patria, dirige la versione italiana del suo Clôture de l’amour, rappresentato con enorme successo di critica e di pubblico al Festival di Avignone 2011, qui interpretato da Anna Della Rosa e Luca Lazzareschi.


L’offerta si completa con cinque titoli musicali: oltre a Madama Butterfly, il classico pucciniano allestito dalla Associazione Opera Futura con un cast in corso di definizione, sono in programma un recital pianistico del M.o Palmiro Simonini con musiche di Chopin, Schubert e Rachmaninov e Bulli e pupe – celebre musical di Frank Loesser – messo in scena da Corrado Abbati; infine si consolida la collaborazione con Agorà Coaching Project, corso di alta formazione alla danza, che porterà in scena tre spettacoli (di cui uno fuori abbonamento) con coreografie di Francesco Nappa, Edd Wubbe, Francesco Ventriglia, Michele Merola e altri.



La campagna abbonamenti avrà inizio sabato 6 ottobre, con diritto di prelazione per gli abbonati della stagione precedente. I nuovi abbonamenti saranno messi in vendita dal 27 ottobre.
In questa grave congiuntura economica, per rimarcare la funzione fondamentale del teatro come spazio di riflessione, riconoscimento e sviluppo per la comunità, è prevista una riduzione del 50% sul prezzo dell’abbonamento per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione dal lavoro, mobilità.
Per informazioni: 0522 637813; e-mail: info@teatroasioli.it; web: www.teatroasioli.it

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET