“Torna Ruggier, deh torna”: Ludovico Ariosto e Claudio Merulo in una giornata di musica e cultura di “Capella Regiensis”
pubbl.: 7 Febbraio 2020 - Ufficio Stampa

“Torna Ruggier”: Ludovico Ariosto e Claudio Merulo in una giornata di musica e cultura di “Capella Regiensis”, a Correggio, domenica 16 febbraio.

Torna Ruggier, deh torna – Monologhi di Bradamante in musica” è il titolo dell’iniziativa che si svolgerà a Correggio, nel Salone degli Arazzi di Palazzo dei Principi, domenica 16 febbraio, alle ore 17.
Capella RegiensisMonica Piccinini, soprano, Maria Chiara Gallo, mezzosoprano, e Gianluca Ferrarini, tenore – presentano testi tratti dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto e madrigali musicati da Claudio Merulo, con letture a cura di Cristina Calzolari e presentazione di Silvia Perucchetti e Sauro Rodolfi.
Capella Regiensis (Cappella musicale di Reggio Emilia) è una formazione vocale e strumentale nata nel 2009 per volontà di Renato Negri come naturale sviluppo della rassegna “Soli Deo Gloria” e composta da professionisti dai natali reggiani, molti dei quali collaborano stabilmente con importanti ensembles di fama internazionale.
Ludovico Ariosto e Claudio Merulo non furono esattamente contemporanei – curiosamente Ariosto morì nel 1533, quando nacque Merulo, un anno prima della morte di Antonio Allegri – ma entrambi sono stati grandi protagonisti della cultura rinascimentale che vide l’Emilia, con le sue Signorie, tra i centri d’eccellenza di produzione artistica.
Questa iniziativa rientra nell’ambito delle attività collaterali che impreziosiscono la mostra “Ritratto di Giovane donna del Correggio”, in corso a Reggio Emilia, promossa dalla Fondazione Palazzo Magnani.

“Promuoviamo con molto piacere questa iniziativa a Correggio, che si inserisce nel percorso con cui in questi mesi ci siamo affiancati alla mostra reggiana sul “Ritratto di Giovane donna”, perché Correggio rappresenta certamente una di quelle piccole capitali della cultura che hanno animato il nostro Rinascimento”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Palazzo dei Principi, con il suo splendido Salone degli Arazzi, è la cornice più adatta per ospitare un evento che vede protagonista l’Ariosto e il “nostro” Claudio Merulo. Questa iniziativa si pone come ideale collegamento tra gli appuntamenti promossi a Correggio e collegati alla mostra in corso a Reggio Emilia e il nostro “Mese allegriano”, calendario che caratterizzerà il mese di marzo con incontri e approfondimenti legati all’opera dell’Allegri”.

TWEET

“Torna Ruggier, deh torna”: Ludovico Ariosto e Claudio Merulo in una giornata di musica e cultura di “Capella Regiensis”
pubbl.: 7 Febbraio 2020 - Ufficio Stampa

“Torna Ruggier”: Ludovico Ariosto e Claudio Merulo in una giornata di musica e cultura di “Capella Regiensis”, a Correggio, domenica 16 febbraio.

Torna Ruggier, deh torna – Monologhi di Bradamante in musica” è il titolo dell’iniziativa che si svolgerà a Correggio, nel Salone degli Arazzi di Palazzo dei Principi, domenica 16 febbraio, alle ore 17.
Capella RegiensisMonica Piccinini, soprano, Maria Chiara Gallo, mezzosoprano, e Gianluca Ferrarini, tenore – presentano testi tratti dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto e madrigali musicati da Claudio Merulo, con letture a cura di Cristina Calzolari e presentazione di Silvia Perucchetti e Sauro Rodolfi.
Capella Regiensis (Cappella musicale di Reggio Emilia) è una formazione vocale e strumentale nata nel 2009 per volontà di Renato Negri come naturale sviluppo della rassegna “Soli Deo Gloria” e composta da professionisti dai natali reggiani, molti dei quali collaborano stabilmente con importanti ensembles di fama internazionale.
Ludovico Ariosto e Claudio Merulo non furono esattamente contemporanei – curiosamente Ariosto morì nel 1533, quando nacque Merulo, un anno prima della morte di Antonio Allegri – ma entrambi sono stati grandi protagonisti della cultura rinascimentale che vide l’Emilia, con le sue Signorie, tra i centri d’eccellenza di produzione artistica.
Questa iniziativa rientra nell’ambito delle attività collaterali che impreziosiscono la mostra “Ritratto di Giovane donna del Correggio”, in corso a Reggio Emilia, promossa dalla Fondazione Palazzo Magnani.

“Promuoviamo con molto piacere questa iniziativa a Correggio, che si inserisce nel percorso con cui in questi mesi ci siamo affiancati alla mostra reggiana sul “Ritratto di Giovane donna”, perché Correggio rappresenta certamente una di quelle piccole capitali della cultura che hanno animato il nostro Rinascimento”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Palazzo dei Principi, con il suo splendido Salone degli Arazzi, è la cornice più adatta per ospitare un evento che vede protagonista l’Ariosto e il “nostro” Claudio Merulo. Questa iniziativa si pone come ideale collegamento tra gli appuntamenti promossi a Correggio e collegati alla mostra in corso a Reggio Emilia e il nostro “Mese allegriano”, calendario che caratterizzerà il mese di marzo con incontri e approfondimenti legati all’opera dell’Allegri”.

TWEET