“Training day Erasmus+”: venerdì 19 maggio a Correggio
pubbl.: 16 Maggio 2017 - Ufficio Stampa

“Training day Erasmus+”: seminario e laboratori sui temi dell’istruzione e della formazione professionale in ambito europeo.

Sono aperte le iscrizioni per il “Training Day Erasmus+”, in programma a Correggio, venerdì 19 maggio, dalle ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi e inserito nell’ambito di “Correggio/Europa”, il calendario di iniziative promosso dal Comune di Correggio in occasione della Festa dell’Europa.
Di cosa si tratta? Di un seminario di formazione e informazione sul programma Erasmus+ – Asse Istruzione e Formazione professionale (VET). Dopo i saluti del sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, saranno dunque portate all’attenzione dei partecipanti sia le relazioni sul programma – caratteristiche generali, finalità, priorità, tipologia, Paesi coinvolti – che una sezione didattica, con due laboratori pratici: “Mobilità per l’apprendimento individuale” e “Progetti di partenariato strategico”.
La partecipazione al seminario è gratuita, ma occorre registrarsi su www.eurodesk.it/infoday-erasmus-2017/Correggio

“Questa giornata rappresenta l’ultimo appuntamento pubblico – il prossimo sarà lunedì 29 e martedì 30 maggio quando una delegazione di insegnanti svedesi farà visita ai nostri servizi educativi – di un programma sui temi europei che abbiamo costruito, con impegno e passione, insieme ai partner che ci hanno supportati, in questo mese di maggio’”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Abbiamo promosso incontri con le scuole su temi di attualità, approfondimenti sulla realtà delle Istituzioni europee e sulle opportunità di studio e lavoro offerte ai giovani da programmi come Erasmus+, valorizzando l’esperienza del Comune di Correggio, unica Agenzia Eurodesk in provincia di Reggio Emilia. Crediamo moltissimo nel valore dell’Unione Europea e nell’attualità dell’Europa, intesa sempre più non solo come un mercato o un insieme di istituzioni lontane dai cittadini, come un luogo dove far crescere concretamente le aspirazioni dei nostri ragazzi”.

TWEET

“Training day Erasmus+”: venerdì 19 maggio a Correggio
pubbl.: 16 Maggio 2017 - Ufficio Stampa

“Training day Erasmus+”: seminario e laboratori sui temi dell’istruzione e della formazione professionale in ambito europeo.

Sono aperte le iscrizioni per il “Training Day Erasmus+”, in programma a Correggio, venerdì 19 maggio, dalle ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi e inserito nell’ambito di “Correggio/Europa”, il calendario di iniziative promosso dal Comune di Correggio in occasione della Festa dell’Europa.
Di cosa si tratta? Di un seminario di formazione e informazione sul programma Erasmus+ – Asse Istruzione e Formazione professionale (VET). Dopo i saluti del sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, saranno dunque portate all’attenzione dei partecipanti sia le relazioni sul programma – caratteristiche generali, finalità, priorità, tipologia, Paesi coinvolti – che una sezione didattica, con due laboratori pratici: “Mobilità per l’apprendimento individuale” e “Progetti di partenariato strategico”.
La partecipazione al seminario è gratuita, ma occorre registrarsi su www.eurodesk.it/infoday-erasmus-2017/Correggio

“Questa giornata rappresenta l’ultimo appuntamento pubblico – il prossimo sarà lunedì 29 e martedì 30 maggio quando una delegazione di insegnanti svedesi farà visita ai nostri servizi educativi – di un programma sui temi europei che abbiamo costruito, con impegno e passione, insieme ai partner che ci hanno supportati, in questo mese di maggio’”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Abbiamo promosso incontri con le scuole su temi di attualità, approfondimenti sulla realtà delle Istituzioni europee e sulle opportunità di studio e lavoro offerte ai giovani da programmi come Erasmus+, valorizzando l’esperienza del Comune di Correggio, unica Agenzia Eurodesk in provincia di Reggio Emilia. Crediamo moltissimo nel valore dell’Unione Europea e nell’attualità dell’Europa, intesa sempre più non solo come un mercato o un insieme di istituzioni lontane dai cittadini, come un luogo dove far crescere concretamente le aspirazioni dei nostri ragazzi”.

TWEET