Un “Flauto magico” come antidoto alla paura
pubbl.: 6 Giugno 2012 - Ufficio Stampa

Il Parco della Memoria, in questi giorni difficili rifugio di tranquillità e di pace, si trasforma in un Teatro a cielo aperto. Il Teatro Asioli, chiuso per controlli statici in seguito al terremoto, non può ospitare spettacoli, ma la voglia di non cedere alla paura ha avuto il sopravvento e si è pensato di costruire un teatro en plein aire. Ideatore e promotore è il Centro Danza e Teatro Correggio che mette in scena Il Flauto Magico di Mozart, La Gabbianella e il Gatto di Sepulveda e Guarda che Luna con i suoi 150 allievi che danzeranno e reciteranno per le loro famiglie, per la città e per mille bambini delle scuole elementari.
Formalmente si tratta di saggi di danza e teatro, in realtà quello che si consumerà fra il 6 e il 7 giugno è un evento artistico perché i bambini non sono solo interpreti sulla scena, ma anche della scena. Un bellissimo atelier d’arte ha dato, ad una ventina di piccoli artisti dai 6 ai 12 anni la possibilità di inventare, disegnare, dipingere costruire trasformando in realtà scenica i loro immaginario relativo al Flauto Magico, che verrà rappresentato le sere del 6 e 7 giugno alle 21,30 e la mattina del 7 alle 10 per le scuole.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Un “Flauto magico” come antidoto alla paura
pubbl.: 6 Giugno 2012 - Ufficio Stampa

Il Parco della Memoria, in questi giorni difficili rifugio di tranquillità e di pace, si trasforma in un Teatro a cielo aperto. Il Teatro Asioli, chiuso per controlli statici in seguito al terremoto, non può ospitare spettacoli, ma la voglia di non cedere alla paura ha avuto il sopravvento e si è pensato di costruire un teatro en plein aire. Ideatore e promotore è il Centro Danza e Teatro Correggio che mette in scena Il Flauto Magico di Mozart, La Gabbianella e il Gatto di Sepulveda e Guarda che Luna con i suoi 150 allievi che danzeranno e reciteranno per le loro famiglie, per la città e per mille bambini delle scuole elementari.
Formalmente si tratta di saggi di danza e teatro, in realtà quello che si consumerà fra il 6 e il 7 giugno è un evento artistico perché i bambini non sono solo interpreti sulla scena, ma anche della scena. Un bellissimo atelier d’arte ha dato, ad una ventina di piccoli artisti dai 6 ai 12 anni la possibilità di inventare, disegnare, dipingere costruire trasformando in realtà scenica i loro immaginario relativo al Flauto Magico, che verrà rappresentato le sere del 6 e 7 giugno alle 21,30 e la mattina del 7 alle 10 per le scuole.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET