“Vedere, scoprire”. La nuova stagione del Teatro Asioli
pubbl.: 8 Settembre 2014 - Ufficio Stampa

Dodici spettacoli di prosa e sei di teatro musicale, musica e danza -da novembre a maggio – cui si aggiungeranno quattro titoli per ragazzi e famiglie. Questi i numeri del prossimo cartellone del teatro Asioli – proposto da Comune di Correggio ed Emilia Romagna Teatro Fondazione – che si presenta con un programma denso di proposte di notevole interesse, ricco di autorevoli interpreti, testi importanti, attento alla drammaturgia dell’oggi e soprattutto alla qualità della messa in scena degli spettacoli ospitati. Nonostante la difficilissima situazione economica generale e, ancor di più, del teatro italiano, il Comune di Correggio ed Ert non rinunciano a mantenere l’alto profilo di un’attività che ha fatto dell’Asioli il secondo teatro della provincia.
“Nonostante le difficoltà degli enti locali – dichiara il sindaco di Correggio Ilenia Malavasi – continuiamo ad investire in cultura con una stagione teatrale di grande qualità. Gli attori che calcheranno il nostro palcoscenico porteranno a Correggio opere eccellenti che stimoleranno la partecipazione del pubblico correggese e non, contribuendo ad  arricchire la proposta culturale di tutta la provincia. Per rimarcare la funzione fondamentale del Teatro come spazio di riflessione, riconoscimento e sviluppo per la comunità, in questo momento di difficoltà economica, abbiamo previsto una riduzione del 50% sul prezzo dell’abbonamento per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione del lavoro, mobilità. Un segnale di attenzione importante per sostenere il diritto alla cultura come investimento strategico per crescita delle persone e la coesione sociale del nostro territorio”.
Tra i nomi di grande rilievo che saranno ospiti dell’Asioli, diversi attesi ritorni: Filippo Timi, autore e interprete del commovente e comico monologo Skianto, in cui, tra intimi dolori e sguaiate fughe pop, si trasformano in esistenza vera i complessi, i traumi, le menomazioni, le possibilità negate di una gioventù difficile segnata dalla “malattia” ma ricca di vita interiore, desideri e parole non dette; Silvio Orlando – diretto da Daniele Luchetti, accanto ad un nutrito gruppo di notissimi attori tra cui Marina Massironi e Roberto Citran – sarà protagonista di La scuola, riportando oggi in scena quegli scrutini della IV^ D e quel gruppo di insegnanti che, vent’anni fa, con il titolo Sottobanco, fecero di quello spettacolo un vero cult, raro caso in cui poi il cinema accolse un successo teatrale italiano; Marco Paolini, autore e protagonista di Ballata di uomini e cani, da Jack London, si prenderà “due ore di libertà” dal teatro civile per portarci ai confini del mondo e dell’umana solitudine, nei paesaggi dell’anima del grande scrittore americano; Ottavia Piccolo sarà protagonista, accanto ad altre dieci attrici, di 7 minuti, “dramma proletario” dolente e contemporaneo di Stefano Massini ispirato ad una vicenda realmente accaduta, con la regia di Alessandro Gassmann; Luigi Lo Cascio con il suo poetico Otello, liberamente ispirato alla nota tragedia shakespeariana, scaverà dentro l’antica e modernissima ossessione di un possesso amoroso che diventa funesto; Umberto Orsini sarà protagonista de Il giuoco delle parti da Luigi Pirandello, da lui adattato con il regista Roberto Valerio e con Maurizio Balò, che ripercorre la nota vicenda di marito-moglie-amante in un folle flashback che mescola reale ed irreale, presente e passato, razionalità e follia; Elio De Capitani, regista e protagonista con il suo Teatro dell’Elfo, porterà in scena Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller, un classico del Novecento che il regista-attore affronta per proseguire una personale riflessione sulla vita d’oggi e sul tema dei rapporti tra giovani e adulti attraverso la drammaturgia americana d’ogni epoca.
Beppe Severgnini passerà dal libro e dallo schermo al palcoscenico come autore e protagonista di La vita è un viaggio, adattamento teatrale dei suoi scritti diretto da Francesco Brandi.  
Homicide House è il testo del drammaturgo reggiano Emanuele Aldrovandi vincitore del premio Tondelli-Riccione 2013, che arriverà all’Asioli dopo la prima assoluta al festiva Castel dei Mondi, messo in scena con la regia di Marco Maccieri e con, tra gli altri, Deniz Özdogan, giovane attrice tra le più stimate della scena nazionale che ritroveremo anche in Furia avicola di Rafael Spregelburd, il drammaturgo argentino fra i più acclamati della scena mondiale, che in questo spettacolo è anche regista e ha assemblato due suoi atti unici (La fine dell’arte e Burocrazia) uniti da un intermezzo.
Michela Cescon e Luca Lazzareschi saranno gli splendidi protagonisti di Good People, intenso testo del drammaturgo americano premio Pulitzer David Lindsay-Abaire
Ritornerà il Teatro delle Ariette con Matrimonio d’inverno (diario intimo), il racconto del loro amore e dell’amore che li lega ai loro campi e ai loro animali, agli amici e ai compagni di vita, messo in scena attorno a un desco per 26 commensali.
Tre saranno gli spettacoli musicali: Rigoletto di Giuseppe Verdi, diretto da Giulia Manicardi, con la soprano Paola Cigna, Marzio Giossi nel ruolo del titolo e il tenore Riccardo Mirabelli; il concerto Un’orchestra da quattro soldi dell’Ensemble Concordanze di Bologna, che con musiche di Johann e Josef Schrammel, Strauss, Mahler, Martinu e Dvorak compone una sorta di itinerario nei territori popolareschi della “musica dell’Impero” ricreando – grazie a trascrizioni originali per due violini, violoncello, fisarmonica, corno, clarinetto e percussioni – l’entusiasmante atmosfera della musica da strada; infine l’operetta Il paese del sorriso messa in scena da Corrado Abbati.
Ancora tre i titoli di danza: la prima assoluta di Carmen/Bolero della compagnia MM Contemporary Dance Company, diretta da Michele Merola, con coreografie di Emanuele Soavi e dello stesso Merola sulle celebri musiche di Bizet e Ravel, e i due spettacoli Made in Italy 13.0 e Made in Italy 14.0, frutto del lavoro di Agorà Coaching Project, corso professionale di alta formazione per danzatori che li vede interpretare coreografie firmate da importanti protagonisti della danza contemporanea italiana ed europea.
La campagna abbonamenti avrà inizio sabato 4 ottobre, con diritto di prelazione per gli abbonati della stagione precedente. I nuovi abbonamenti saranno messi in vendita da sabato 25 ottobre; i biglietti per tutti gli spettacoli della stagione saranno in vendita da lunedì 3 novembre.

Tutte le info su www.teatroasioli.it
Teatro Asioli
e-mail: info@teatroasioli.it
tel.: 0522 637813

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

“Vedere, scoprire”. La nuova stagione del Teatro Asioli
pubbl.: 8 Settembre 2014 - Ufficio Stampa

Dodici spettacoli di prosa e sei di teatro musicale, musica e danza -da novembre a maggio – cui si aggiungeranno quattro titoli per ragazzi e famiglie. Questi i numeri del prossimo cartellone del teatro Asioli – proposto da Comune di Correggio ed Emilia Romagna Teatro Fondazione – che si presenta con un programma denso di proposte di notevole interesse, ricco di autorevoli interpreti, testi importanti, attento alla drammaturgia dell’oggi e soprattutto alla qualità della messa in scena degli spettacoli ospitati. Nonostante la difficilissima situazione economica generale e, ancor di più, del teatro italiano, il Comune di Correggio ed Ert non rinunciano a mantenere l’alto profilo di un’attività che ha fatto dell’Asioli il secondo teatro della provincia.
“Nonostante le difficoltà degli enti locali – dichiara il sindaco di Correggio Ilenia Malavasi – continuiamo ad investire in cultura con una stagione teatrale di grande qualità. Gli attori che calcheranno il nostro palcoscenico porteranno a Correggio opere eccellenti che stimoleranno la partecipazione del pubblico correggese e non, contribuendo ad  arricchire la proposta culturale di tutta la provincia. Per rimarcare la funzione fondamentale del Teatro come spazio di riflessione, riconoscimento e sviluppo per la comunità, in questo momento di difficoltà economica, abbiamo previsto una riduzione del 50% sul prezzo dell’abbonamento per tutti coloro che si trovano in condizioni di disoccupazione, cassa integrazione, sospensione del lavoro, mobilità. Un segnale di attenzione importante per sostenere il diritto alla cultura come investimento strategico per crescita delle persone e la coesione sociale del nostro territorio”.
Tra i nomi di grande rilievo che saranno ospiti dell’Asioli, diversi attesi ritorni: Filippo Timi, autore e interprete del commovente e comico monologo Skianto, in cui, tra intimi dolori e sguaiate fughe pop, si trasformano in esistenza vera i complessi, i traumi, le menomazioni, le possibilità negate di una gioventù difficile segnata dalla “malattia” ma ricca di vita interiore, desideri e parole non dette; Silvio Orlando – diretto da Daniele Luchetti, accanto ad un nutrito gruppo di notissimi attori tra cui Marina Massironi e Roberto Citran – sarà protagonista di La scuola, riportando oggi in scena quegli scrutini della IV^ D e quel gruppo di insegnanti che, vent’anni fa, con il titolo Sottobanco, fecero di quello spettacolo un vero cult, raro caso in cui poi il cinema accolse un successo teatrale italiano; Marco Paolini, autore e protagonista di Ballata di uomini e cani, da Jack London, si prenderà “due ore di libertà” dal teatro civile per portarci ai confini del mondo e dell’umana solitudine, nei paesaggi dell’anima del grande scrittore americano; Ottavia Piccolo sarà protagonista, accanto ad altre dieci attrici, di 7 minuti, “dramma proletario” dolente e contemporaneo di Stefano Massini ispirato ad una vicenda realmente accaduta, con la regia di Alessandro Gassmann; Luigi Lo Cascio con il suo poetico Otello, liberamente ispirato alla nota tragedia shakespeariana, scaverà dentro l’antica e modernissima ossessione di un possesso amoroso che diventa funesto; Umberto Orsini sarà protagonista de Il giuoco delle parti da Luigi Pirandello, da lui adattato con il regista Roberto Valerio e con Maurizio Balò, che ripercorre la nota vicenda di marito-moglie-amante in un folle flashback che mescola reale ed irreale, presente e passato, razionalità e follia; Elio De Capitani, regista e protagonista con il suo Teatro dell’Elfo, porterà in scena Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller, un classico del Novecento che il regista-attore affronta per proseguire una personale riflessione sulla vita d’oggi e sul tema dei rapporti tra giovani e adulti attraverso la drammaturgia americana d’ogni epoca.
Beppe Severgnini passerà dal libro e dallo schermo al palcoscenico come autore e protagonista di La vita è un viaggio, adattamento teatrale dei suoi scritti diretto da Francesco Brandi.  
Homicide House è il testo del drammaturgo reggiano Emanuele Aldrovandi vincitore del premio Tondelli-Riccione 2013, che arriverà all’Asioli dopo la prima assoluta al festiva Castel dei Mondi, messo in scena con la regia di Marco Maccieri e con, tra gli altri, Deniz Özdogan, giovane attrice tra le più stimate della scena nazionale che ritroveremo anche in Furia avicola di Rafael Spregelburd, il drammaturgo argentino fra i più acclamati della scena mondiale, che in questo spettacolo è anche regista e ha assemblato due suoi atti unici (La fine dell’arte e Burocrazia) uniti da un intermezzo.
Michela Cescon e Luca Lazzareschi saranno gli splendidi protagonisti di Good People, intenso testo del drammaturgo americano premio Pulitzer David Lindsay-Abaire
Ritornerà il Teatro delle Ariette con Matrimonio d’inverno (diario intimo), il racconto del loro amore e dell’amore che li lega ai loro campi e ai loro animali, agli amici e ai compagni di vita, messo in scena attorno a un desco per 26 commensali.
Tre saranno gli spettacoli musicali: Rigoletto di Giuseppe Verdi, diretto da Giulia Manicardi, con la soprano Paola Cigna, Marzio Giossi nel ruolo del titolo e il tenore Riccardo Mirabelli; il concerto Un’orchestra da quattro soldi dell’Ensemble Concordanze di Bologna, che con musiche di Johann e Josef Schrammel, Strauss, Mahler, Martinu e Dvorak compone una sorta di itinerario nei territori popolareschi della “musica dell’Impero” ricreando – grazie a trascrizioni originali per due violini, violoncello, fisarmonica, corno, clarinetto e percussioni – l’entusiasmante atmosfera della musica da strada; infine l’operetta Il paese del sorriso messa in scena da Corrado Abbati.
Ancora tre i titoli di danza: la prima assoluta di Carmen/Bolero della compagnia MM Contemporary Dance Company, diretta da Michele Merola, con coreografie di Emanuele Soavi e dello stesso Merola sulle celebri musiche di Bizet e Ravel, e i due spettacoli Made in Italy 13.0 e Made in Italy 14.0, frutto del lavoro di Agorà Coaching Project, corso professionale di alta formazione per danzatori che li vede interpretare coreografie firmate da importanti protagonisti della danza contemporanea italiana ed europea.
La campagna abbonamenti avrà inizio sabato 4 ottobre, con diritto di prelazione per gli abbonati della stagione precedente. I nuovi abbonamenti saranno messi in vendita da sabato 25 ottobre; i biglietti per tutti gli spettacoli della stagione saranno in vendita da lunedì 3 novembre.

Tutte le info su www.teatroasioli.it
Teatro Asioli
e-mail: info@teatroasioli.it
tel.: 0522 637813

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET