Chiesa di Santa Chiara

Ubicazione
Piazzetta delle Suore (centro storico).

Epoca di costruzione
Eretta nel 1666 in stile borrominiano, la chiesa si affaccia sullapiazzetta delle Suore. La chiesa non è visitabile.

Accessibilità
Imboccando Via del Carmine, fra le più suggestive del centro storico, che costeggia il massiccio convento delle Monache Cappuccine sorto nel secolo XVII, si confluisce nella Piazzetta delle Suore l’ex Chiesa e Convento dei Carmelitani e la Chiesa di Santa Chiara.

Descrizione
Eretta nel 1666 in stile borrominesco, dalla Confraternita della Santissima Trinità, tuttora sede (con l’annesso Convento) delle Clarisse Cappuccine. L’interno, di forma ovale, è ricco di statue e di ornamenti barocchi.
Nel 1740 i beni e la Chiesa della Confraternita sono incamerati dalle Monache di Santa Chiara stabilitesi nell’attiguo convento.
L’edificio, dopola seconda metà del XX secolo, è stato restaurato.
La facciata, molto semplice e disadorna, ha un gradevole prospetto curvilineo e coronamento a timpano.
L’interno è a pianta centrale con trabeazione sorretta da colonne binate e capitelli ionici ornati di festoni.
Nella parte superiore s’aprono nicchie che contengono le statue dei Santi Agostino, Girolamo, Gregorio e Ambrogio.
La chiesa presenta una piccola e profonda abside voltata a botte e due altari laterali.
Dietro l’altare maggiore, separata da una grata, inizia la parte conventuale.
I più importanti lavori di restauro sono effettuati nel 1764, periodo a cui risale tutta la decorazione in stucco.

modif.: 7 aprile 2015 - Ufficio Stampa

TWEET