Modulistica ISEE

A seguito delle modifiche introdotte dal DL 201/2011, convertito con modifiche in L. 214/2011, il sistema di calcolo ISEE scolastico ha subito le modificazioni previste dalla norma.

La determinazione della situazione economica delle famiglie che richiedono i servizi di nido e scuola d’infanzia del Comune di Correggio viene effettuata attraverso il sistema di calcolo unificato a livello nazionale conosciuto come “redditometro” (o ISEE: Indicatore della Situazione Economica Equivalente) approvato col D.Lgs. n° 109/98 e s.m.i., recentemente e sostanzialmente modificato dal DL 201/2011, convertito con modifiche in L. 214/2011, e recepito da ISECS con deliberazione di CdA n. 15 del 10/6/2015: “Approvazione regolamento per la valutazione della condizione economica degli utenti (ISEE) e per la compartecipazione al costo dei servizi educativi all’infanzia e prima infanzia“.

Tale strumento prende ora in considerazione il reddito dell’intera famiglia anagrafica (mentre prima era possibile estrapolare un nucleo più ristretto, e a Correggio per le rette scolastiche si considerava solo la famiglia genitoriale) combinato ad una percentuale del patrimonio (immobiliare e mobiliare), rapportato alla composizione del nucleo famigliare stesso.
Solo coloro che intendono richiedere l’applicazione di una riduzione tariffaria rispetto alla retta massima devono presentare domanda (qui versione .doc) inoltrando la dichiarazione ISEE. A partire dal 2015 il Comune di Correggio ha deciso di avvalersi per la compilazione delle dichiarazione ISEE di centri di assistenza fiscale (CAF) presenti sul territorio, ai quali i cittadini che non la compilino privatamente potranno rivolgersi su appuntamento, senza nessun costo, consegnando i necessari documenti.
La dichiarazione dovrà poi essere successivamente consegnata agli Uffici comunali dell’Urp o di Isecs, che dovrà poi sottoporne un campione ai controlli previsti da normative nazionali (DPR 445/00).

modif.: 13 Maggio 2020 - Netribe Redazione

TWEET