“Sessualità e disabilità”: ne parliamo sabato 25 novembre in un convegno promosso in collaborazione con la “Fondazione Dopo di noi”
pubbl.: 21 novembre 2017 - Ufficio Stampa

“Sessualità e disabilità”: sabato 25 novembre un convegno a Correggio promosso da “Fondazione Dopo di noi” e Comune di Correggio.

Come promuovere una corretta e normale sessualità in presenza di una disabilità? È questo il tema al centro del seminario promosso da Fondazione “Dopo di noi” onlus e Comune di Correggio, sabato 25 novembre, dalle ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi. Il seminario rappresenta anche il primo appuntamento tra quelli promossi dall’amministrazione comunale in occasione della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, in calendario il 3 dicembre.
Sessualità e disabilità: la sessualità è una, la stessa, per tutti” – questo il titolo dell’iniziativa – dopo i saluti e l’introduzione di Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, e Sergio Calzari, presidente della Fondazione “Dopo di noi”, vede l’intervento dell’avvocato Laura Andrao, specializzata nei diritti delle persone con fragilità, le testimonianze di ragazzi e famigliari che hanno partecipato al corso su affettività e sessualità realizzato dalla Fondazione e la presentazione del Servizio Passepartout del Comune di Torino, a cura del responsabile Claudio Foggetti e degli operatori Marcella Di Pietro, Noemi Canavese e Andrea Perdichizzi. Coordina l’incontro Morena Landini, psicologa e sessuologa clinica.
“Questa iniziativa rientra nel calendario di appuntamenti che promuoviamo per la Giornata internazionale delle persone con disabilità e che vedrà due ulteriori date mercoledì 29 novembre, con la presenza di Andrea Caschetto per la presentazione del libro “Come se io fossi te” – con una replica, il giorno successivo, riservata agli studenti delle nostre scuole – e sabato 2 dicembre, con lo spettacolo “Pantarei” che vedrà salire sul palco del Teatro Asioli i danzatori dei corsi di AltrArte”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “In questi anni ci siamo impegnati molto su questi temi e abbiamo collaborato con le numerose realtà sociali presenti sul nostro territorio, che ogni giorno operano in diversi campi rispetto non solo alla cura delle persone con disabilità, ma anche al loro autonomo inserimento in un contesto scolastico, lavorativo e culturale indispensabile per costruire un proprio progetto di vita. Il convegno di sabato 25 novembre intende rappresentare un ulteriore processo di arricchimento di conoscenze, su un argomento che non sempre riceve la giusta attenzione, ma che trovo decisivo nell’ambito del confronto sui temi legati alla disabilità”.

TWEET

“Sessualità e disabilità”: ne parliamo sabato 25 novembre in un convegno promosso in collaborazione con la “Fondazione Dopo di noi”
pubbl.: 21 novembre 2017 - Ufficio Stampa

“Sessualità e disabilità”: sabato 25 novembre un convegno a Correggio promosso da “Fondazione Dopo di noi” e Comune di Correggio.

Come promuovere una corretta e normale sessualità in presenza di una disabilità? È questo il tema al centro del seminario promosso da Fondazione “Dopo di noi” onlus e Comune di Correggio, sabato 25 novembre, dalle ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi. Il seminario rappresenta anche il primo appuntamento tra quelli promossi dall’amministrazione comunale in occasione della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, in calendario il 3 dicembre.
Sessualità e disabilità: la sessualità è una, la stessa, per tutti” – questo il titolo dell’iniziativa – dopo i saluti e l’introduzione di Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, e Sergio Calzari, presidente della Fondazione “Dopo di noi”, vede l’intervento dell’avvocato Laura Andrao, specializzata nei diritti delle persone con fragilità, le testimonianze di ragazzi e famigliari che hanno partecipato al corso su affettività e sessualità realizzato dalla Fondazione e la presentazione del Servizio Passepartout del Comune di Torino, a cura del responsabile Claudio Foggetti e degli operatori Marcella Di Pietro, Noemi Canavese e Andrea Perdichizzi. Coordina l’incontro Morena Landini, psicologa e sessuologa clinica.
“Questa iniziativa rientra nel calendario di appuntamenti che promuoviamo per la Giornata internazionale delle persone con disabilità e che vedrà due ulteriori date mercoledì 29 novembre, con la presenza di Andrea Caschetto per la presentazione del libro “Come se io fossi te” – con una replica, il giorno successivo, riservata agli studenti delle nostre scuole – e sabato 2 dicembre, con lo spettacolo “Pantarei” che vedrà salire sul palco del Teatro Asioli i danzatori dei corsi di AltrArte”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “In questi anni ci siamo impegnati molto su questi temi e abbiamo collaborato con le numerose realtà sociali presenti sul nostro territorio, che ogni giorno operano in diversi campi rispetto non solo alla cura delle persone con disabilità, ma anche al loro autonomo inserimento in un contesto scolastico, lavorativo e culturale indispensabile per costruire un proprio progetto di vita. Il convegno di sabato 25 novembre intende rappresentare un ulteriore processo di arricchimento di conoscenze, su un argomento che non sempre riceve la giusta attenzione, ma che trovo decisivo nell’ambito del confronto sui temi legati alla disabilità”.

TWEET