#senzaBotti, per una festa di fine anno rispettosa di tutti (animali compresi)
pubbl.: 12 Dicembre 2019 - Ufficio Stampa

#senzaBotti: la campagna informativa del Comune di Correggio per una festa di fine anno senza fuochi d’artificio.

#senzaBotti è il titolo della campagna di informazione e sensibilizzazione relativa ai botti di Capodanno, promossa dall’amministrazione comunale di Correggio in occasione delle festività di fine anno.
Come già avvenuto anche negli scorsi anni, l’invito, diffuso nelle scuole medie e superiori, nei luoghi di aggregazione e nei pubblici esercizi, è di non utilizzare fuochi d’artificio nella notte di capodanno, in modo particolare per evitare inutili sofferenze agli animali, che hanno un udito molto più sensibile rispetto a quello umano e che possono subire danni seri e a volte irreparabili dalle esplosioni dei fuochi d’artificio.
Oltre alla campagna di informazione, nel rispetto dei diritti di tutti i cittadini, è stata deliberata la collaborazione della Polizia Municipale che, insieme alle altre forze dell’ordine operanti sul territorio, si adopererà  per garantire un controllo capillare dei punti vendita e contrastare al massimo il commercio di fuochi e materiali pirotecnici vietati o comunque pericolosi.

“Sono tre gli articoli del Codice Penale – il 659, il 703 e il 544ter – che regolano con ammende o nei casi più gravi con l’arresto, il disturbo della quiete pubblica, l’accensione non autorizzata di fuochi d’artificio e le lesioni causate senza ragione agli animali”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Il nostro invito, dunque, è di fare  una “festa intelligente”, cioè rispettosa delle altre persone e degli animali. Infatti, in questi anni, abbiamo sempre promosso la nostra campagna informativa cercando di coinvolgere, in particolare, i ragazzi delle scuole, perché loro stessi si facciano portatori di una maggiore attenzione su questi temi in famiglia e tra i loro amici. Abbiamo scelto di non emanare specifici divieti o ordinanze perché la normativa in merito è già piuttosto esplicita e perché non risulta che i luoghi in cui queste ordinanze sono entrate in vigore abbiano conosciuto un particolare decremento rispetto all’utilizzo di fuochi d’artificio, proprio per il difficile controllo del rispetto delle ordinanze stesse. Abbiamo investito, invece, e continueremo a farlo, nell’educazione alla legalità e al rispetto delle persone, degli animali e delle buone regole che stanno alla base di una buona convivenza civile. La nostra Polizia Municipale il 31 dicembre sarà attiva fino a tarda notte, impegnata nel controllo del territorio, proprio per permettere a tutti di poter festeggiare il Capodanno”.

TWEET

#senzaBotti, per una festa di fine anno rispettosa di tutti (animali compresi)
pubbl.: 12 Dicembre 2019 - Ufficio Stampa

#senzaBotti: la campagna informativa del Comune di Correggio per una festa di fine anno senza fuochi d’artificio.

#senzaBotti è il titolo della campagna di informazione e sensibilizzazione relativa ai botti di Capodanno, promossa dall’amministrazione comunale di Correggio in occasione delle festività di fine anno.
Come già avvenuto anche negli scorsi anni, l’invito, diffuso nelle scuole medie e superiori, nei luoghi di aggregazione e nei pubblici esercizi, è di non utilizzare fuochi d’artificio nella notte di capodanno, in modo particolare per evitare inutili sofferenze agli animali, che hanno un udito molto più sensibile rispetto a quello umano e che possono subire danni seri e a volte irreparabili dalle esplosioni dei fuochi d’artificio.
Oltre alla campagna di informazione, nel rispetto dei diritti di tutti i cittadini, è stata deliberata la collaborazione della Polizia Municipale che, insieme alle altre forze dell’ordine operanti sul territorio, si adopererà  per garantire un controllo capillare dei punti vendita e contrastare al massimo il commercio di fuochi e materiali pirotecnici vietati o comunque pericolosi.

“Sono tre gli articoli del Codice Penale – il 659, il 703 e il 544ter – che regolano con ammende o nei casi più gravi con l’arresto, il disturbo della quiete pubblica, l’accensione non autorizzata di fuochi d’artificio e le lesioni causate senza ragione agli animali”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Il nostro invito, dunque, è di fare  una “festa intelligente”, cioè rispettosa delle altre persone e degli animali. Infatti, in questi anni, abbiamo sempre promosso la nostra campagna informativa cercando di coinvolgere, in particolare, i ragazzi delle scuole, perché loro stessi si facciano portatori di una maggiore attenzione su questi temi in famiglia e tra i loro amici. Abbiamo scelto di non emanare specifici divieti o ordinanze perché la normativa in merito è già piuttosto esplicita e perché non risulta che i luoghi in cui queste ordinanze sono entrate in vigore abbiano conosciuto un particolare decremento rispetto all’utilizzo di fuochi d’artificio, proprio per il difficile controllo del rispetto delle ordinanze stesse. Abbiamo investito, invece, e continueremo a farlo, nell’educazione alla legalità e al rispetto delle persone, degli animali e delle buone regole che stanno alla base di una buona convivenza civile. La nostra Polizia Municipale il 31 dicembre sarà attiva fino a tarda notte, impegnata nel controllo del territorio, proprio per permettere a tutti di poter festeggiare il Capodanno”.

TWEET