Arriva “mi.na”
pubbl.: 2 Aprile 2010 - Ufficio Stampa

A Correggio arriva finalmente “mi.na”, la fontana sostenibile che distribuirà gratuitamente acqua minerale naturale e frizzante. L’inaugurazione è fissata per domenica 11 aprile, ore 17, al Parco della Memoria (ingresso da via Fazzano), momento in cui “mi.na” inizierà ufficialmente la sua attività. Il nome è stato scelto quale acronimo di “minerale e naturale” e come piccolo omaggio alla straordinaria inteprete delle “Mille bolle blu”, come auspicio di gradimento da parte dei cittadini di questo nuovo servizio offerto dal Comune grazie alla collaborazione di Enìa.


All’inaugurazione – che rappresenta anche il momento conclusivo dellaTri-Biciclettata della Solidarietà – partecipa il sindaco Marzio Iotti.
Il progetto trae spunto da iniziative realizzate in comuni “pilota” che hanno ottenuto una notevole risposta da parte dei cittadini.
“mi.na” consiste di fatto nella realizzazione di uno spazio pubblico di distribuzione di acqua potabile dell’acquedotto ulteriormente filtrata.
L’acqua del rubinetto è un acqua sicura e di qualità, è più controllata delle minerali in bottiglia.


Il progetto di realizzazione di “mi.na” si inserisce in un quadro generale di interventi per promuovere “Buone Pratiche per la Sostenibilità” che il Comune di Correggio porta avanti ormai da anni, tra cui il ritorno all’utilizzo delle fontane e dell’acqua potabile dell’acquedotto al fine di bere acqua di migliore qualità riducendo drasticamente la produzione di rifiuti, l’inquinamento derivante dalla produzione dei contenitori e dal trasporto dell’acqua imbottigliata (e anche dei rifiuti stessi). Tutti questi obiettivi di miglioramento della sostenibilità ambientale fanno parte della Politica Ambientale del Comune di Correggio e sono la base da cui prende forma l’importanza della realizzazione di questo progetto, anche sotto il profilo della sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza.
“mi.na”gode di un’ampia struttura, nelle immediate vicinanze del Parco della Memoria, nella quale oltre al distributore di acqua potabile liscia e gassata, è previsto anche lo spazio per il distributore di latte crudo e di prodotti freschi caseari: uno spazio dedicato, quindi, a vero punto sostenibile di diversi prodotti e che permette una riduzione vasta della produzione di rifiuti.
Il luogo scelto per l’installazione è da questo punto di vista molto significativo e strategico, in quanto è situato nel cuore del vero polmone e fiore all’occhiello della città, luogo altamente fruibile e frequentato da tutta la cittadinanza.
La popolazione residente nei quartieri adiacenti il sito individuato è di circa 15.000 abitanti (su un totale di poco superiore ai 25.000): ciò significa che potenzialmente circa il 60% della popolazione può comodamente utilizzare “mi.na” accedendovi sia a piedi che in bicicletta (vista la presenza di numerosi percorsi ciclabili e pedonali all’interno del parco ma anche di collegamento con esso dalle zone limitrofe) ma anche in automobile (parcheggio a 20 mt dal sito individuato).
L’impianto installato sarà in grado di erogare mediamente 1600 litri al giorno di acqua naturizzata. Considerando un consumo medio giornaliero pari ad 1 litro per abitante, l’impianto sarà in grado di soddisfare il 11,1% della popolazione residente nel centro urbano. Questo dato pone l’attenzione sulla necessità, nel caso di buona riuscita del progetto, di aumentare la presenza sul territorio dei distributori di acqua potabile naturizzata.
Una famiglia media consuma circa 1.000 litri di acqua ogni anno. Una bottiglia da 1,5 litri pesa 35 grammi. 700 bottiglie consumate corrispondono pertanto a 25 kg di plastica risparmiata per famiglia (corrispondente ad una minor produzione di rifiuto annua di circa 10kg/ab).
Il progetto ha lo scopo di riscoprire antiche usanze ambientalmente più sostenibili ma anche di essere un punto di comunicazione dell’Ente verso i “portatori di interesse” su ciò che l’amministrazione intende fare per migliorare la Qualità dell’Ambiente: per questo “mi.na” prevede al suo interno un video tramite il quale verranno presentati i dati di qualità ambientale del territorio correggese e i progetti realizzati.

TWEET

Arriva “mi.na”
pubbl.: 2 Aprile 2010 - Ufficio Stampa

A Correggio arriva finalmente “mi.na”, la fontana sostenibile che distribuirà gratuitamente acqua minerale naturale e frizzante. L’inaugurazione è fissata per domenica 11 aprile, ore 17, al Parco della Memoria (ingresso da via Fazzano), momento in cui “mi.na” inizierà ufficialmente la sua attività. Il nome è stato scelto quale acronimo di “minerale e naturale” e come piccolo omaggio alla straordinaria inteprete delle “Mille bolle blu”, come auspicio di gradimento da parte dei cittadini di questo nuovo servizio offerto dal Comune grazie alla collaborazione di Enìa.


All’inaugurazione – che rappresenta anche il momento conclusivo dellaTri-Biciclettata della Solidarietà – partecipa il sindaco Marzio Iotti.
Il progetto trae spunto da iniziative realizzate in comuni “pilota” che hanno ottenuto una notevole risposta da parte dei cittadini.
“mi.na” consiste di fatto nella realizzazione di uno spazio pubblico di distribuzione di acqua potabile dell’acquedotto ulteriormente filtrata.
L’acqua del rubinetto è un acqua sicura e di qualità, è più controllata delle minerali in bottiglia.


Il progetto di realizzazione di “mi.na” si inserisce in un quadro generale di interventi per promuovere “Buone Pratiche per la Sostenibilità” che il Comune di Correggio porta avanti ormai da anni, tra cui il ritorno all’utilizzo delle fontane e dell’acqua potabile dell’acquedotto al fine di bere acqua di migliore qualità riducendo drasticamente la produzione di rifiuti, l’inquinamento derivante dalla produzione dei contenitori e dal trasporto dell’acqua imbottigliata (e anche dei rifiuti stessi). Tutti questi obiettivi di miglioramento della sostenibilità ambientale fanno parte della Politica Ambientale del Comune di Correggio e sono la base da cui prende forma l’importanza della realizzazione di questo progetto, anche sotto il profilo della sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza.
“mi.na”gode di un’ampia struttura, nelle immediate vicinanze del Parco della Memoria, nella quale oltre al distributore di acqua potabile liscia e gassata, è previsto anche lo spazio per il distributore di latte crudo e di prodotti freschi caseari: uno spazio dedicato, quindi, a vero punto sostenibile di diversi prodotti e che permette una riduzione vasta della produzione di rifiuti.
Il luogo scelto per l’installazione è da questo punto di vista molto significativo e strategico, in quanto è situato nel cuore del vero polmone e fiore all’occhiello della città, luogo altamente fruibile e frequentato da tutta la cittadinanza.
La popolazione residente nei quartieri adiacenti il sito individuato è di circa 15.000 abitanti (su un totale di poco superiore ai 25.000): ciò significa che potenzialmente circa il 60% della popolazione può comodamente utilizzare “mi.na” accedendovi sia a piedi che in bicicletta (vista la presenza di numerosi percorsi ciclabili e pedonali all’interno del parco ma anche di collegamento con esso dalle zone limitrofe) ma anche in automobile (parcheggio a 20 mt dal sito individuato).
L’impianto installato sarà in grado di erogare mediamente 1600 litri al giorno di acqua naturizzata. Considerando un consumo medio giornaliero pari ad 1 litro per abitante, l’impianto sarà in grado di soddisfare il 11,1% della popolazione residente nel centro urbano. Questo dato pone l’attenzione sulla necessità, nel caso di buona riuscita del progetto, di aumentare la presenza sul territorio dei distributori di acqua potabile naturizzata.
Una famiglia media consuma circa 1.000 litri di acqua ogni anno. Una bottiglia da 1,5 litri pesa 35 grammi. 700 bottiglie consumate corrispondono pertanto a 25 kg di plastica risparmiata per famiglia (corrispondente ad una minor produzione di rifiuto annua di circa 10kg/ab).
Il progetto ha lo scopo di riscoprire antiche usanze ambientalmente più sostenibili ma anche di essere un punto di comunicazione dell’Ente verso i “portatori di interesse” su ciò che l’amministrazione intende fare per migliorare la Qualità dell’Ambiente: per questo “mi.na” prevede al suo interno un video tramite il quale verranno presentati i dati di qualità ambientale del territorio correggese e i progetti realizzati.

TWEET