Correggio al “River’s food festival”
pubbl.: 2 Settembre 2015 - Ufficio Stampa

rivers_food_festival copiaIl Comune di Correggio sarà presente con un proprio stand alla prima edizione del “River’s food festival” in programma nell’area Lido Po di Boretto dal 4 al 6 settembre.
Correggio aderisce in questo modo al progetto “L’Emilia-Romagna in viaggio verso Expo” che si snoda attraverso tre itinerari, la “Via d’acqua” – che procede dal Mar Adriatico attraverso il fiume Po, da Rimini a Piacenza, e che tocca appunto il lido borettese – la “Via Emilia” e la “Via Alta dei Parchi”.
La “tre giorni” a Boretto – evento durante il quale il Comune di Correggio promuoverà le eccellenze del proprio territorio e le proprie tipicità enogastronomiche – sarà caratterizzata dalla presenza di circa 50 aziende, che popoleranno il Lido con le migliori produzioni locali, da appuntamenti culturali e musicali e da convegni sul tema dell’ambiente e della gastronomia. Spazio anche per i bambini, domenica, con “Piazze d’infanzia”. Ma ad attirare il grande pubblico saranno gli show cooking che vedranno la partecipazione dello chef Simone Rugiati, sabato 5 settembre alle ore 19, e della food blogger Chiara Maci, domenica 6 settembre, sempre alle ore 19.
“Si tratta di un’occasione importante per promuovere il nostro territorio e per questo ringrazio per l’invito il sindaco Massimo Gazza che ha dimostrato attenzione e interesse per la nostra realtà”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Qualche anno fa Correggio ha promosso un interessante progetto turistico che metteva in rete “Le piccole capitali del Po”, con un’attenzione particolare ai palazzi storici di Correggio, Guastalla, Novellara, San Martino in Rio e Gualtieri, località facilmente raggiungibili da Boretto che, grazie al suo porticciolo turistico, collega Mantova e Venezia. Il nostro obiettivo è valorizzare quel progetto, che ha trovato ora concretezza delle “Piccole capitali del Rinascimento” per rilanciare la ricchezza di un territorio che offre a turisti e visitatori una storia importante e una tradizione gastronomica eccellente”.

TWEET

Correggio al “River’s food festival”
pubbl.: 2 Settembre 2015 - Ufficio Stampa

rivers_food_festival copiaIl Comune di Correggio sarà presente con un proprio stand alla prima edizione del “River’s food festival” in programma nell’area Lido Po di Boretto dal 4 al 6 settembre.
Correggio aderisce in questo modo al progetto “L’Emilia-Romagna in viaggio verso Expo” che si snoda attraverso tre itinerari, la “Via d’acqua” – che procede dal Mar Adriatico attraverso il fiume Po, da Rimini a Piacenza, e che tocca appunto il lido borettese – la “Via Emilia” e la “Via Alta dei Parchi”.
La “tre giorni” a Boretto – evento durante il quale il Comune di Correggio promuoverà le eccellenze del proprio territorio e le proprie tipicità enogastronomiche – sarà caratterizzata dalla presenza di circa 50 aziende, che popoleranno il Lido con le migliori produzioni locali, da appuntamenti culturali e musicali e da convegni sul tema dell’ambiente e della gastronomia. Spazio anche per i bambini, domenica, con “Piazze d’infanzia”. Ma ad attirare il grande pubblico saranno gli show cooking che vedranno la partecipazione dello chef Simone Rugiati, sabato 5 settembre alle ore 19, e della food blogger Chiara Maci, domenica 6 settembre, sempre alle ore 19.
“Si tratta di un’occasione importante per promuovere il nostro territorio e per questo ringrazio per l’invito il sindaco Massimo Gazza che ha dimostrato attenzione e interesse per la nostra realtà”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Qualche anno fa Correggio ha promosso un interessante progetto turistico che metteva in rete “Le piccole capitali del Po”, con un’attenzione particolare ai palazzi storici di Correggio, Guastalla, Novellara, San Martino in Rio e Gualtieri, località facilmente raggiungibili da Boretto che, grazie al suo porticciolo turistico, collega Mantova e Venezia. Il nostro obiettivo è valorizzare quel progetto, che ha trovato ora concretezza delle “Piccole capitali del Rinascimento” per rilanciare la ricchezza di un territorio che offre a turisti e visitatori una storia importante e una tradizione gastronomica eccellente”.

TWEET