Richiesta di Residenza per cittadini italiani e stranieri extracomunitari

Con il cambio di residenza il cittadino chiede l’iscrizione nell’Anagrafe della popolazione residente del Comune di Correggio.
I requisiti fondamentali per ottenere la residenza sono:
– dimora abituale, ovvero la effettiva presenza del soggetto all’indirizzo dichiarato;
– la volontà di permanere nel territorio per un periodo sufficientemente prolungato nel tempo.

Il Decreto Legge 28/03/2014 n. 47 “Misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l’Expo 2015”, convertito con modificazioni in Legge 23/05/2014 n. 80, ha stabilito che chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza nè l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge. Pertanto nella dichiarazione di residenza dovrà essere dimostrata la sussistenza del vincolo di possesso dell’immobile.

Documentazione

cittadini italiani
– documento di riconoscimento
– codice fiscale
– fotocopia patente italiana;
– dichiarazione di assenso del proprietario dell’immobile;
– dichiarazione di assenso del titolare del contratto di locazione (nel caso di ingresso in nucleo famigliare già residente);

cittadini stranieri extracomunitari
– codice fiscale
– passaporto in corso di validità per tutti i componenti che si trasferiscono
– permesso di soggiorno o carta di soggiorno per tutti i componenti che si trasferiscono

oppure in alternativa al permesso di soggiorno la seguente documentazione:

Iscrizione anagrafica in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno per persone già iscritte in anagrafe o mai iscritte (Direttiva Ministero Interno del 05/08/2006 e Circolare Ministero Interno n. 42 del 17/11/2006)
– fotocopia del permesso di soggiorno scaduto;
– ricevuta postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo entro 60 giorni dalla scadenza del precedente permesso.

Iscrizione anagrafica per motivi di lavoro subordinato (Direttiva Ministero Interno del 20/02/2007 e Circolare Ministero Interno n. 16 del 02/04/2007)
– copia contratto di soggiorno stipulato presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura;
– ricevuta rilasciata dall’Ufficio Postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di permesso di soggiorno;
– domanda di rilascio di permesso di soggiorno per lavoro subordinato presentata allo Sportello Unico Immigrazione.

Iscrizione anagrafica per motivi di ricongiungimento familiare (Circolare Ministero Interno n. 43 del 02/08/2007)
– visto d’ingresso per ricongiungimento familiare apposto sul passaporto;
– ricevuta rilasciata dall’Ufficio Postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di permesso di soggiorno;
– fotocopia non autenticata del nulla osta rilasciato dallo Sportello Unico della Prefettura
Qualora il ricongiungimento sia stato richiesto da cittadino italiano non è previsto il nulla osta dello Sportello Unico della Prefettura, dovrà però essere dimostrato lo status di familiare con apposita documentazione.

Iscrizione anagrafica di cittadini stranieri discendenti da avo italiano che intendono avviare la procedura di riconoscimento della cittadinanza “jure sanguinis” (Circolari Ministero Interno n. 32 del 13/06/2007 e n. 52 del 28/09/2007)
– dichiarazione di presenza rilasciata entro otto giorni dall’ingresso in Questura per coloro che provengono da un paese aderente all’accordo di Schengen;
– timbro sul passaporto ‘uniforme Schengen’ apposto dall’autorità di frontiera per coloro che provengono da paesi non Schengen;
– documentazione tradotta in italiano e legalizzata dall’autorità diplomatica/consolare italiana presente nel paese di origine comprovante la discendenza suddetta.

Iscrizione anagrafica di minori stranieri in attesa di adozione (Direttiva Ministreo Interno e Ministro Politiche per la Famiglia del 21/02/2007)
– copia dell’autorizzazione all’ingresso e al soggiorno permanente del minore rilasciata dalla Commissione per le adozioni internazionali;
– copia provvedimento straniero di adozione.

Il richiedente deve inoltre presentare una denuncia comtenente i metri quadrati, il numero di occupanti ed i dati catastali dell’alloggio al fine di determinare l’importo della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

Iter

La dichiarazione di residenza, compilata e sottoscritta da tutte le persone maggiorenni che richiedono o trasferiscono la residenza, deve essere presentata presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Correggio o inviata agli indirizzi sotto riportati per raccomandata, per fax o per via telematica.
Quest’ ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:
a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
b) che l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della Calta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.
Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente.

L’ufficiale d’anagrafe rilascerà all’interessato, contestualmente alla presentazione della dichiarazione, la comunicazione di avvio del procedimento, di cui all’art. 7 della legge n. 241/1990, informandolo degli accertamenti che verranno svolti a seguito della dichiarazione resa.
L’ufficiale d’anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni effettua le registrazioni delle dichiarazioni ricevute, fermo restando che gli effetti giuridici delle stesse decorrono dalla data di presentazione.
L’ufficiale d’anagrafe ha 45 giorni di tempo per effettuare gli accertamenti relativi alla dimora abituale e la verifica dei documenti attestanti la regolarità del soggiorno per i cittadini stranieri.
Nel caso in cui gli accertamenti della dimora abituale diano esito negativo, ovvero sia stata verificata l’assenza dei requisiti cui è subordinata l’iscrizione, l’ufficiale d’anagrafe provvederà alla comunicazione all’interessato dei requisiti mancanti o degli accertamenti negativi svolti. L’interessato entro 10 giorni dal ricevimento di tale comunicazione potrà presentare per iscritto le proprie osservazioni, eventualmente corredate da documenti. La comunicazione del preavviso di rigetto interrompe i termini del procedimento che iniziano nuovamente a decorrere dalla data di presentazione delle osservazioni o, in mancanza, dalla scadenza del termine di dieci giorni di cui sopra.
Nel caso di eventuale mancato accoglimento delle osservazioni, l’ufficiale d’anagrafe dovrà indicarne la motivazione nel provvedimento con il quale avviserà l’interessato del definitivo esito dei controlli svolti, nonché del conseguente ripristino della posizione anagrafica precedente.
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicheranno gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace. Si procederà inoltre a presentare la segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti svolti.
Contestualmente al cambio di residenza il Comune avvia la procedura per la variazione di residenza anche sui documenti di circolazione. Entro sei mesi dalla definizione della pratica, l’Ufficio Centrale della Motorizzazione Civile invia a tutti i richiedenti, gratuitamente ed a mezzo posta, uno o più tagliandi adesivi (tanti quanti sono i libretti di circolazione, per la patente non viene trasmesso alcun tagliando). I tagliandi devono essere applicati sui rispettivi documenti, a cura del richiedente.

Durante il periodo di definizione della pratica è possibile ottenere esclusivamente il rilascio dei certificati di residenza e di stato di famiglia, per gli altri certificati occorre attendere la conclusione positiva del procedimento.

Il cambio di residenza non implica aggiornamenti e variazioni sulla carta di identità che rimane valida, fino alla scadenza.

Gli stranieri iscritti in Anagrafe hanno l’obbligo di rinnovare all’Ufficiale d’Anagrafe la dichiarazione di dimora abituale nel comune entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno, corredata dal permesso medesimo. Qualora non ottemperino all’obbligo suddetto entro sei mesi dalla scadenza del permesso di soggiorno, previo avviso a provvedere nei successivi 30 giorni, saranno cancellati dall’Anagrafe della Popolazione residente.

Successivamente al cambio di residenza i cittadini italiani riceveranno dall’ufficio elettorale del comune la tessera elettorale (vedi scheda).

MODULISTICA
Dichiarazione di residenza 4 componenti (formato doc)
Dichiarazione di residenza 6 componenti (formato doc)
Dichiarazione di assenso del titolare del contratto di locazione (formato doc)
Documentazione necessaria per l’iscrizione di cittadini non appartenenti all’Unione Europea
Modello denuncia superficie per tassa rifiuti (TARI)

NORMATIVA
Legge 24/12/1954 n. 1228
D.P.R. 30/05/1989 n. 223
D.P.R. 19/04/1994 n. 575
D.P.R. 16/09/1996 n. 610
D.P.R. 18-10-2004 n. 334
Decreto Legge 09/02/2012 n. 5 convertito in L. 04/04/2012 n. 35
Circolare Ministero dell’Interno 27/04/2012 n. 9
D.L. 28/03/2014 n. 47 convertito in L. 23/05/2014 n. 80

Tutte le comunicazioni e le dichiarazioni anagrafiche relative al comune di CORREGGIO dovranno essere trasmesse ad uno dei seguenti indirizzi:

PRESENTAZIONE DIRETTA ALLO SPORTELLO:
U.R.P. -Ufficio Relazioni con il Pubblico
Corso Mazzini 31/A (piano terra) Correggio
Tel.: 800-218441 (numero verde gratuito)

Orario
lunedì, martedì e giovedì, dalle ore 8 alle ore 17,30;
mercoledì, venerdì e sabato, dalle ore 8 alle ore 12,30.

INDIRIZZO POSTALE (invio a mezzo raccomandata):
Comune di CORREGGIO
Ufficio Anagrafe
Corso Mazzini, 31
42015 – CORREGGIO

FAX Ufficio Anagrafe: 0522 630721

E-MAIL semplice: demografici@comune.correggio.re.it

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA: correggio@cert.provincia.re.it

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Anagrafe
Corso Mazzini n. 31 (primo piano)
Tel. 0522.630718 – 0522.630727
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 12
martedì dalle ore 15 alle ore 17,30

modif.: 23 Febbraio 2021 - Netribe Redazione

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET