Ex palestra Dodi, nuova “palestra delle idee”
pubbl.: 8 Febbraio 2021 - Ufficio Stampa

Una “palestra delle idee” per scegliere insieme il futuro della palestra “Dodi”. Al via un percorso di partecipazione che porterà Correggio a dotarsi di un luogo di formazione, sviluppo e coworking per Under 30.

Prende il via a Correggio la “Palestra delle idee”, il percorso di partecipazione e di ascolto che coinvolgerà associazioni, categorie economiche, aziende, scuola, giovani, mondo dell’università e degli studenti, per ragionare insieme del progetto di riqualificazione della ex palestra Dodi.
L’edificio, che per generazioni di studenti correggesi è stato luogo di attività sportiva, in particolare scolastica, è chiuso dal 2012 in seguito ai danni causati dagli eventi sismici. Nel biennio 2021-2022, l’amministrazione ha previsto un investimento di 650mila euro sulla ex Dodi: 250mila euro sono stati messi a bilancio nel 2021 per la messa in sicurezza completa dell’edificio, mentre i restanti 400mila euro, nel 2022, serviranno a realizzare compiutamente questo luogo che l’amminitsrazione comunale ha pensato come luogo di idee e innovazione, dove far incontrare scuola e imprese. Il percorso di partecipazione, che in questa prima fase vedrà tutti gli incontri in modalità videoconferenza – il primo incontro si terrà giovedì 11 febbraio – è stato affidato all’architetto Francesco Bombardi, docente al dipartimento di Ingegneria di Unimore e già progettista di Fab-Lab, che dal 2015 si occupa di progettazione di spazi per Ricerca e Sviluppo e Laboratori per le scuole.

“Questo è un progetto importante e ambizioso, che qualifica questo nostro mandato all’inizio del quale, seguendo quello che avevamo già scritto nel nostro programma elettorale, ci eravamo dati l’obiettivo di sostenere talenti e creatività giovanile, attraverso lo sviluppo di start up per giovani, in collaborazione con le imprese del territorio e le loro associazioni di categoria”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “L’ex palestra Dodi rappresenta uno spazio prezioso, tradizionalmente vocato all’attività sportiva e scolastica, un luogo storico e vivo nella memoria dei correggesi, che vogliamo restituire alla città, riprogettandone spazi e contenuti per rispondere ai bisogni dei giovani di oggi. Qui vogliamo infatti costruire progetti di futuro, facendo dialogare scuole e aziende. Pensiamo a un laboratorio di innovazione, un luogo di idee, di ritrovo, di aggregazione, di creatività e formazione rivolto agli under 30. Abbiamo previsto un cospicuo investimento per la riqualificazione di un edificio che ospiterà sale polivalenti, aule studio, spazi per coworking, laboratori attrezzati, fab lab e tutti quegli spazi duttili, che emergeranno dal confronto e dal percorso di partecipazione, capaci di intercettare i bisogni delle nuove generazioni e sostenere idee e talenti. Creeremo dunque uno spazio di incontro e di relazione, che i giovani ci aiuteranno a realizzare e magari a gestire, legato alla pratica del fare, studiare, costruire, progettare in un contesto moderno e stimolante, accessibile allo scambio con le istituzioni, i professionisti, le scuole e le aziende del territorio”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Ex palestra Dodi, nuova “palestra delle idee”
pubbl.: 8 Febbraio 2021 - Ufficio Stampa

Una “palestra delle idee” per scegliere insieme il futuro della palestra “Dodi”. Al via un percorso di partecipazione che porterà Correggio a dotarsi di un luogo di formazione, sviluppo e coworking per Under 30.

Prende il via a Correggio la “Palestra delle idee”, il percorso di partecipazione e di ascolto che coinvolgerà associazioni, categorie economiche, aziende, scuola, giovani, mondo dell’università e degli studenti, per ragionare insieme del progetto di riqualificazione della ex palestra Dodi.
L’edificio, che per generazioni di studenti correggesi è stato luogo di attività sportiva, in particolare scolastica, è chiuso dal 2012 in seguito ai danni causati dagli eventi sismici. Nel biennio 2021-2022, l’amministrazione ha previsto un investimento di 650mila euro sulla ex Dodi: 250mila euro sono stati messi a bilancio nel 2021 per la messa in sicurezza completa dell’edificio, mentre i restanti 400mila euro, nel 2022, serviranno a realizzare compiutamente questo luogo che l’amminitsrazione comunale ha pensato come luogo di idee e innovazione, dove far incontrare scuola e imprese. Il percorso di partecipazione, che in questa prima fase vedrà tutti gli incontri in modalità videoconferenza – il primo incontro si terrà giovedì 11 febbraio – è stato affidato all’architetto Francesco Bombardi, docente al dipartimento di Ingegneria di Unimore e già progettista di Fab-Lab, che dal 2015 si occupa di progettazione di spazi per Ricerca e Sviluppo e Laboratori per le scuole.

“Questo è un progetto importante e ambizioso, che qualifica questo nostro mandato all’inizio del quale, seguendo quello che avevamo già scritto nel nostro programma elettorale, ci eravamo dati l’obiettivo di sostenere talenti e creatività giovanile, attraverso lo sviluppo di start up per giovani, in collaborazione con le imprese del territorio e le loro associazioni di categoria”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “L’ex palestra Dodi rappresenta uno spazio prezioso, tradizionalmente vocato all’attività sportiva e scolastica, un luogo storico e vivo nella memoria dei correggesi, che vogliamo restituire alla città, riprogettandone spazi e contenuti per rispondere ai bisogni dei giovani di oggi. Qui vogliamo infatti costruire progetti di futuro, facendo dialogare scuole e aziende. Pensiamo a un laboratorio di innovazione, un luogo di idee, di ritrovo, di aggregazione, di creatività e formazione rivolto agli under 30. Abbiamo previsto un cospicuo investimento per la riqualificazione di un edificio che ospiterà sale polivalenti, aule studio, spazi per coworking, laboratori attrezzati, fab lab e tutti quegli spazi duttili, che emergeranno dal confronto e dal percorso di partecipazione, capaci di intercettare i bisogni delle nuove generazioni e sostenere idee e talenti. Creeremo dunque uno spazio di incontro e di relazione, che i giovani ci aiuteranno a realizzare e magari a gestire, legato alla pratica del fare, studiare, costruire, progettare in un contesto moderno e stimolante, accessibile allo scambio con le istituzioni, i professionisti, le scuole e le aziende del territorio”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET