Firmato in Prefettura il “Protocollo d’intesa Controllo di Vicinato”
pubbl.: 12 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

Protocollo d’intesa sul “Controllo di Vicinato”: la firma in Prefettura a Reggio Emilia, mercoledì 12 aprile.

Mercoledì 12 aprile il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi – insieme ad altri sei sindaci reggiani e alla presenza del Presidente della Provincia Giammaria Manghi e del Prefetto Raffaele Ruberto – ha sottoscritto in Prefettura il “Protocollo d’intesa Controllo di Vicinato”.
Il “Controllo di vicinato” è un’iniziativa che ha il duplice obiettivo di tutelare la comunità e rafforzare il senso civico, migliorando il rapporto di comunicazione con le Istituzioni e le Forze dell’Ordine per realizzare un più completo sistema di sicurezza integrata, che affianchi cioè agli interventi di competenza esclusiva delle Forze dell’Ordine le segnalazioni dei cittadini.
“Continuiamo così a investire risorse sul tema della sicurezza, proseguendo nel percorso di vicinanza e collaborazione con i cittadini già avviato nei mesi scorsi e che ha dato vita al progetto ‘Correggio Sicura’”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Oggi questo iter acquisisce una veste istituzionale, di cui siamo orgogliosi, che ci permette di strutturare ancora meglio la sinergia tra cittadini e Forze dell’Ordine. Ciascuno di noi, per la propria parte e per le proprie competenze, mette così in campo tutte le forze a disposizione per fronteggiare quei fenomeni che generano insicurezza nella popolazione. Il progetto, ovviamente, non intende scaricare sui cittadini – che non sono chiamati in nessun caso a intervenire o a correre rischi – il controllo del territorio, ma, tramite il loro coinvolgimento attivo, intende rafforzare il clima di fiducia e collaborazione con Istituzioni e Forze dell’Ordine, creare occasioni di socializzazione tra vicini di casa fondamentali per sviluppare la cultura della partecipazione e la coesione sociale e offrire feedback puntuali in merito alle segnalazioni e agli interventi effettuati. Sono temi questi, sui quali a Correggio abbiamo cominciato a riflettere alcuni mesi fa, grazie anche all’iniziativa promossa da Davide Spada e dai cittadini che fanno riferimento al gruppo Telegram Correggio Sicura che conta oggi 310 partecipanti, un numero che è ulteriormente aumentato dopo le iniziative pubbliche che abbiamo organizzato insieme”.
“Abbiamo già svolto alcuni incontri con il gruppo di cittadini che si è assunto il ruolo di referenti per ‘Correggio Sicura’ e a breve ne seguiranno altri”, aggiunge Tiziano Toni, Comandante del Corpo Unico di Polizia Municipale dell’Unione Comuni Pianura Reggiana. “Si tratta di momenti di confronto importanti e finalizzati a coordinare e gestire al meglio le varie segnalazioni che i cittadini ci inviano. L’obiettivo è mettere i cittadini nelle condizioni migliori per raccogliere più elementi possibili utili alle varie segnalazioni, per permetterci di intervenire tempestivamente e contrastare efficacemente eventuali illegalità, anche in modo preventivo”.

TWEET

Firmato in Prefettura il “Protocollo d’intesa Controllo di Vicinato”
pubbl.: 12 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

Protocollo d’intesa sul “Controllo di Vicinato”: la firma in Prefettura a Reggio Emilia, mercoledì 12 aprile.

Mercoledì 12 aprile il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi – insieme ad altri sei sindaci reggiani e alla presenza del Presidente della Provincia Giammaria Manghi e del Prefetto Raffaele Ruberto – ha sottoscritto in Prefettura il “Protocollo d’intesa Controllo di Vicinato”.
Il “Controllo di vicinato” è un’iniziativa che ha il duplice obiettivo di tutelare la comunità e rafforzare il senso civico, migliorando il rapporto di comunicazione con le Istituzioni e le Forze dell’Ordine per realizzare un più completo sistema di sicurezza integrata, che affianchi cioè agli interventi di competenza esclusiva delle Forze dell’Ordine le segnalazioni dei cittadini.
“Continuiamo così a investire risorse sul tema della sicurezza, proseguendo nel percorso di vicinanza e collaborazione con i cittadini già avviato nei mesi scorsi e che ha dato vita al progetto ‘Correggio Sicura’”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Oggi questo iter acquisisce una veste istituzionale, di cui siamo orgogliosi, che ci permette di strutturare ancora meglio la sinergia tra cittadini e Forze dell’Ordine. Ciascuno di noi, per la propria parte e per le proprie competenze, mette così in campo tutte le forze a disposizione per fronteggiare quei fenomeni che generano insicurezza nella popolazione. Il progetto, ovviamente, non intende scaricare sui cittadini – che non sono chiamati in nessun caso a intervenire o a correre rischi – il controllo del territorio, ma, tramite il loro coinvolgimento attivo, intende rafforzare il clima di fiducia e collaborazione con Istituzioni e Forze dell’Ordine, creare occasioni di socializzazione tra vicini di casa fondamentali per sviluppare la cultura della partecipazione e la coesione sociale e offrire feedback puntuali in merito alle segnalazioni e agli interventi effettuati. Sono temi questi, sui quali a Correggio abbiamo cominciato a riflettere alcuni mesi fa, grazie anche all’iniziativa promossa da Davide Spada e dai cittadini che fanno riferimento al gruppo Telegram Correggio Sicura che conta oggi 310 partecipanti, un numero che è ulteriormente aumentato dopo le iniziative pubbliche che abbiamo organizzato insieme”.
“Abbiamo già svolto alcuni incontri con il gruppo di cittadini che si è assunto il ruolo di referenti per ‘Correggio Sicura’ e a breve ne seguiranno altri”, aggiunge Tiziano Toni, Comandante del Corpo Unico di Polizia Municipale dell’Unione Comuni Pianura Reggiana. “Si tratta di momenti di confronto importanti e finalizzati a coordinare e gestire al meglio le varie segnalazioni che i cittadini ci inviano. L’obiettivo è mettere i cittadini nelle condizioni migliori per raccogliere più elementi possibili utili alle varie segnalazioni, per permetterci di intervenire tempestivamente e contrastare efficacemente eventuali illegalità, anche in modo preventivo”.

TWEET