“Giornate Tondelli”
pubbl.: 6 Dicembre 2016 - Ufficio Stampa

“Classici contemporanei”: le “Giornate Tondelli” venerdì 9 e sabato 10 dicembre.

gt2016A 35 anni dalla pubblicazione della prima raccolta di giovani scrittori da lui curata, “Giovani Blues”, è ancora la visione di futuro e delle nuove generazioni in Pier Vittorio Tondelli a fare da legame e da filo conduttore delle “Giornate Tondelli”, promosse dal Comune di Correggio, a Palazzo dei Principi, venerdì 9 e sabato 10 dicembre.
L’apertura dell’iniziativa è affidata, venerdì 9 dicembre, alle ore 18,30, alla presentazione di “Coraggio!” (Feltrinelli, 2016), ultima fatica di Gabriele Romagnoli – autore scoperto e lanciato da Tondelli – che ne converserà con Marco Truzzi.
Sabato 10 dicembre, al mattino, dalle ore 9,15, sedicesima edizione del “Seminario Tondelli”, che offre a giovani studiosi e appassionati la possibilità di presentare al pubblico alcuni tra i più recenti studi e interventi critici sullo scrittore correggese. Quest’anno, dopo i saluti del sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, interverranno Olga Campofreda, Luca Di Nardo, don Domenico Cambareri, Penelope Crostelli, Roberta Cristofori, Stefania Balducci, Giacomo Giuntoli, Livio Romano e Gianni Cimador, coordinati dal prof. Giulio Iacoli, dell’Università di Parma.
Due, invece, gli appuntamenti nel pomeriggio: alle ore 15, Giulio Iacoli presenta “Noi tre” (Bompiani, 2016), conversando con l’autore, Mario Fortunato; a seguire, “Tondelli, 25 anni dopo: Camere Separate nei classici contemporanei”, intervento di Fulvio Panzeri.
Le presentazioni sono state realizzate nell’ambito di “Mappe Narranti”, in collaborazione con Arci Reggio Emilia, con il contributo di Cir Food.
“Sono trascorsi 35 anni da quando, con Giovani Blues, Tondelli ebbe l’intuizione di valorizzare nuovi autori e nuove scritture”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Un’idea che, in seguito, molti faranno propria, ma che all’epoca suonò come rivoluzionaria nel panorama letterario italiano. La tensione verso il futuro e il racconto delle nuove generazioni sono elementi che caratterizzano l’intera opera di Pier Vittorio Tondelli e che, in occasione delle Giornate Tondelli, cerchiamo di mettere ancora una volta al centro dell’attenzione, con i nostri ospiti, i titoli scelti e le comunicazioni del Seminario Tondelli, promosso ogni anno dal nostro Centro di Documentazione e che ha come proprio obiettivo sviluppare un percorso critico sullo scrittore correggese promuovendo l’opera di giovani ricercatori”.

TWEET

“Giornate Tondelli”
pubbl.: 6 Dicembre 2016 - Ufficio Stampa

“Classici contemporanei”: le “Giornate Tondelli” venerdì 9 e sabato 10 dicembre.

gt2016A 35 anni dalla pubblicazione della prima raccolta di giovani scrittori da lui curata, “Giovani Blues”, è ancora la visione di futuro e delle nuove generazioni in Pier Vittorio Tondelli a fare da legame e da filo conduttore delle “Giornate Tondelli”, promosse dal Comune di Correggio, a Palazzo dei Principi, venerdì 9 e sabato 10 dicembre.
L’apertura dell’iniziativa è affidata, venerdì 9 dicembre, alle ore 18,30, alla presentazione di “Coraggio!” (Feltrinelli, 2016), ultima fatica di Gabriele Romagnoli – autore scoperto e lanciato da Tondelli – che ne converserà con Marco Truzzi.
Sabato 10 dicembre, al mattino, dalle ore 9,15, sedicesima edizione del “Seminario Tondelli”, che offre a giovani studiosi e appassionati la possibilità di presentare al pubblico alcuni tra i più recenti studi e interventi critici sullo scrittore correggese. Quest’anno, dopo i saluti del sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, interverranno Olga Campofreda, Luca Di Nardo, don Domenico Cambareri, Penelope Crostelli, Roberta Cristofori, Stefania Balducci, Giacomo Giuntoli, Livio Romano e Gianni Cimador, coordinati dal prof. Giulio Iacoli, dell’Università di Parma.
Due, invece, gli appuntamenti nel pomeriggio: alle ore 15, Giulio Iacoli presenta “Noi tre” (Bompiani, 2016), conversando con l’autore, Mario Fortunato; a seguire, “Tondelli, 25 anni dopo: Camere Separate nei classici contemporanei”, intervento di Fulvio Panzeri.
Le presentazioni sono state realizzate nell’ambito di “Mappe Narranti”, in collaborazione con Arci Reggio Emilia, con il contributo di Cir Food.
“Sono trascorsi 35 anni da quando, con Giovani Blues, Tondelli ebbe l’intuizione di valorizzare nuovi autori e nuove scritture”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Un’idea che, in seguito, molti faranno propria, ma che all’epoca suonò come rivoluzionaria nel panorama letterario italiano. La tensione verso il futuro e il racconto delle nuove generazioni sono elementi che caratterizzano l’intera opera di Pier Vittorio Tondelli e che, in occasione delle Giornate Tondelli, cerchiamo di mettere ancora una volta al centro dell’attenzione, con i nostri ospiti, i titoli scelti e le comunicazioni del Seminario Tondelli, promosso ogni anno dal nostro Centro di Documentazione e che ha come proprio obiettivo sviluppare un percorso critico sullo scrittore correggese promuovendo l’opera di giovani ricercatori”.

TWEET