“Giovani In Giro”: l’unità mobile del progetto che incontra i ragazzi per sensibilizzarli sui comportamenti a rischio, a Correggio venerdì 8 e venerdì 15 luglio
pubbl.: 7 Luglio 2016 - Ufficio Stampa

Il gazebo con il punto informativo del progetto “Giovani In Giro”, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna tramite il Fondo Sanitario, in collaborazione con AUSL e Comuni, tra cui Correggio, promosso dall’associazione Pro.Di.Gio., sarà presente a Correggio, nel piazzale della piscina comunale, nelle serate di venerdì 8 e venerdì 15 luglio, dalle ore 19 alle ore 24.
Giovani In Giro” è un progetto di prevenzione e informazione sui comportamenti a rischio e nasce dalla volontà delle amministrazioni di avere un’unità mobile itinerante sul territorio per incontrare i giovani, con l’obiettivo di informarli e formarli sui comportamenti a rischio. Il progetto, che vede il coinvolgimento dei gestori dei locali e la collaborazione delle Forze dell’Ordine, è presente nei luoghi del divertimento e di aggregazione – come appunto il venerdì sera alle Piscine di Correggio – oltre che nei contesti scolastici e in alcune progettazioni condivise con i Progetti Giovani della zona.
Gli operatori informano i ragazzi sugli effetti dell’alcol, del tabacco e delle sostanze stupefacenti, con materiale informativo, ma soprattutto attraverso l’ascolto e la relazione, scopo principale del presidio sul territorio. La costruzione di relazioni significative si pone infatti come base per stimolare un aumento di consapevolezza, una maggiore partecipazione attiva alla vita comunitaria e una conseguente responsabilizzazione rispetto alle proprie scelte. I destinatari di “Giovani In Giro” non sono solo i ragazzi, compresi indicativamente nella fascia d’età 14-25 anni, ma anche i servizi comunali e AUSL, gli amministratori locali, gli operatori dei Centri di aggregazione giovanile, i gestori dei locali presenti sul territorio (principalmente birrerie, disco bar…), perché la volontà è di agire su più livelli, mappando il territorio dei luoghi di aggregazione e coinvolgendo direttamente chi frequentemente si trova a interagire con i giovani.
“Crediamo molto in questo progetto”, commenta Elena Veneri, assessore alle politiche giovanili del Comune di Correggio, “perché si tratta di un’iniziativa che si pone l’obiettivo di informare correttamente i ragazzi sui danni e sui pericolo provocati dall’abuso di alcol e di altre sostanze. Il valore aggiunto è che è condotto da giovani – competenti e formati – che parlano ai loro coetanei nei luoghi in cui questi si trovano per stare insieme e divertirsi. Questa è un’iniziativa che ci permette di raggiungere i destinatari dell’informazione in modo più efficace e che, contemporaneamente, diffonde una consapevolezza pi approfondita e corretta su temi che purtroppo continuano ad essere di grande attualità”.

TWEET

“Giovani In Giro”: l’unità mobile del progetto che incontra i ragazzi per sensibilizzarli sui comportamenti a rischio, a Correggio venerdì 8 e venerdì 15 luglio
pubbl.: 7 Luglio 2016 - Ufficio Stampa

Il gazebo con il punto informativo del progetto “Giovani In Giro”, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna tramite il Fondo Sanitario, in collaborazione con AUSL e Comuni, tra cui Correggio, promosso dall’associazione Pro.Di.Gio., sarà presente a Correggio, nel piazzale della piscina comunale, nelle serate di venerdì 8 e venerdì 15 luglio, dalle ore 19 alle ore 24.
Giovani In Giro” è un progetto di prevenzione e informazione sui comportamenti a rischio e nasce dalla volontà delle amministrazioni di avere un’unità mobile itinerante sul territorio per incontrare i giovani, con l’obiettivo di informarli e formarli sui comportamenti a rischio. Il progetto, che vede il coinvolgimento dei gestori dei locali e la collaborazione delle Forze dell’Ordine, è presente nei luoghi del divertimento e di aggregazione – come appunto il venerdì sera alle Piscine di Correggio – oltre che nei contesti scolastici e in alcune progettazioni condivise con i Progetti Giovani della zona.
Gli operatori informano i ragazzi sugli effetti dell’alcol, del tabacco e delle sostanze stupefacenti, con materiale informativo, ma soprattutto attraverso l’ascolto e la relazione, scopo principale del presidio sul territorio. La costruzione di relazioni significative si pone infatti come base per stimolare un aumento di consapevolezza, una maggiore partecipazione attiva alla vita comunitaria e una conseguente responsabilizzazione rispetto alle proprie scelte. I destinatari di “Giovani In Giro” non sono solo i ragazzi, compresi indicativamente nella fascia d’età 14-25 anni, ma anche i servizi comunali e AUSL, gli amministratori locali, gli operatori dei Centri di aggregazione giovanile, i gestori dei locali presenti sul territorio (principalmente birrerie, disco bar…), perché la volontà è di agire su più livelli, mappando il territorio dei luoghi di aggregazione e coinvolgendo direttamente chi frequentemente si trova a interagire con i giovani.
“Crediamo molto in questo progetto”, commenta Elena Veneri, assessore alle politiche giovanili del Comune di Correggio, “perché si tratta di un’iniziativa che si pone l’obiettivo di informare correttamente i ragazzi sui danni e sui pericolo provocati dall’abuso di alcol e di altre sostanze. Il valore aggiunto è che è condotto da giovani – competenti e formati – che parlano ai loro coetanei nei luoghi in cui questi si trovano per stare insieme e divertirsi. Questa è un’iniziativa che ci permette di raggiungere i destinatari dell’informazione in modo più efficace e che, contemporaneamente, diffonde una consapevolezza pi approfondita e corretta su temi che purtroppo continuano ad essere di grande attualità”.

TWEET