I “qui pro quo” della nostra mente: come prevenirli e come gestirli
pubbl.: 2 Ottobre 2017 - Ufficio Stampa

I “qui pro quo” della nostra mente: due incontri pubblici sulle malattie legate alla demenza

Il Centro Disturbi Cognitivi dell’Ausl –  Distretto di Correggio, in collaborazione con il Servizio Sociale Integrato dell’Unione dei Comuni Pianura Reggiana, promuove due incontri pubblici formativi-informativi sulla demenza, dal titolo “I qui pro quo della nostra mente: come prevenirli e come gestirli” rivolti in particolare ai familiari al fine di fornire informazioni sulla malattia e strategie per affrontarla.
Gli incontri si svolgono a Campagnola Emilia, nella saletta incontri della biblioteca comunale (piazza Roma):
sabato 7 ottobre, ore 9: “Dai segnali colti dai familiari alla diagnosi”;
giovedì 12 ottobre, ore 20,30: “Le stranezze della malattia: come gestire i sintomi nella vita quotidiana”.
Gli incontri sono tenuti dai geriatri e psicologi del Centro disturbi Cognitivi e dalle assistenti sociali dell’Unione dei Comuni Pianura Reggiana.

TWEET

I “qui pro quo” della nostra mente: come prevenirli e come gestirli
pubbl.: 2 Ottobre 2017 - Ufficio Stampa

I “qui pro quo” della nostra mente: due incontri pubblici sulle malattie legate alla demenza

Il Centro Disturbi Cognitivi dell’Ausl –  Distretto di Correggio, in collaborazione con il Servizio Sociale Integrato dell’Unione dei Comuni Pianura Reggiana, promuove due incontri pubblici formativi-informativi sulla demenza, dal titolo “I qui pro quo della nostra mente: come prevenirli e come gestirli” rivolti in particolare ai familiari al fine di fornire informazioni sulla malattia e strategie per affrontarla.
Gli incontri si svolgono a Campagnola Emilia, nella saletta incontri della biblioteca comunale (piazza Roma):
sabato 7 ottobre, ore 9: “Dai segnali colti dai familiari alla diagnosi”;
giovedì 12 ottobre, ore 20,30: “Le stranezze della malattia: come gestire i sintomi nella vita quotidiana”.
Gli incontri sono tenuti dai geriatri e psicologi del Centro disturbi Cognitivi e dalle assistenti sociali dell’Unione dei Comuni Pianura Reggiana.

TWEET