“I soldati che dissero NO”: a Palazzo dei Principi la mostra sugli IMI – Internati Militari Italiani
pubbl.: 19 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

“I soldati che dissero NO”: inaugura sabato 22 aprile, a Correggio, la mostra curata da Istoreco sugli IMI – Internati Militari Italiani.

Inaugura sabato 22 aprile, alle ore 17,30, “I soldati che dissero NO. Storie di deportazione a Reggio Emilia dopo l’8 settembre”, mostra allestita nella Sala Putti di Palazzo dei Principi e promossa da Istoreco e Comune di Correggio, in collaborazione con il “Centro di documentazione per il lavoro forzato nazista” di Berlino – Schoneweide, nell’ambito del calendario di #materialeresistente2017.
La mostra pone al centro dell’attenzione le vicende degli IMI – Internati Militari Italiani – con il racconto e i documenti delle storie di quei soldati che, dopo l’armistizio dell’8 settembre, opposero un netto rifiuto al nazismo e ai fascisti, pagando con la deportazione in Germania, con la prigionia e, spesso, con la morte la loro scelta. Sono oltre 7000 gli IMI reggiani – sui circa 600mila soldati italiani che furono deportati in Germania – un numero molto rilevante per la nostra provincia e che testimonia di quante famiglie furono toccate e coinvolte da questo fenomeno. Molte di queste storie sono state dimenticate o non sono mai state raccontate e la mostra costituisce, appunto, un momento di riflessione sul coraggio di tanti italiani che combatterono in quel modo il nazifascismo.
La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 7 maggio e proporrà un incontro, “Memorie di IMI correggesi”, sabato 29 aprile, alle ore 17, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, con letture a cura di Gabriele Tesauri tratte dalle memorie di Igino Casarini.

I SOLDATI CHE DISSERO NO
a cura di Istoreco
Correggio, Sala dei Putti, Palazzo dei Principi
22 aprile – 7 maggio 2017
Inaugurazione: sabato 22 aprile, ore 17,30
Orari di apertura: sabato, 15,30 – 18,30; domenica, 10 – 12,30 e 15,30 – 18,30.
Aperture straordinarie: martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio (con orari domenicali).
Info: Museo Il Correggio, tel. 0522.691806 – museo@comune.correggio.re.itwww.museoilcorreggio.org
Ingresso libero.

TWEET

“I soldati che dissero NO”: a Palazzo dei Principi la mostra sugli IMI – Internati Militari Italiani
pubbl.: 19 Aprile 2017 - Ufficio Stampa

“I soldati che dissero NO”: inaugura sabato 22 aprile, a Correggio, la mostra curata da Istoreco sugli IMI – Internati Militari Italiani.

Inaugura sabato 22 aprile, alle ore 17,30, “I soldati che dissero NO. Storie di deportazione a Reggio Emilia dopo l’8 settembre”, mostra allestita nella Sala Putti di Palazzo dei Principi e promossa da Istoreco e Comune di Correggio, in collaborazione con il “Centro di documentazione per il lavoro forzato nazista” di Berlino – Schoneweide, nell’ambito del calendario di #materialeresistente2017.
La mostra pone al centro dell’attenzione le vicende degli IMI – Internati Militari Italiani – con il racconto e i documenti delle storie di quei soldati che, dopo l’armistizio dell’8 settembre, opposero un netto rifiuto al nazismo e ai fascisti, pagando con la deportazione in Germania, con la prigionia e, spesso, con la morte la loro scelta. Sono oltre 7000 gli IMI reggiani – sui circa 600mila soldati italiani che furono deportati in Germania – un numero molto rilevante per la nostra provincia e che testimonia di quante famiglie furono toccate e coinvolte da questo fenomeno. Molte di queste storie sono state dimenticate o non sono mai state raccontate e la mostra costituisce, appunto, un momento di riflessione sul coraggio di tanti italiani che combatterono in quel modo il nazifascismo.
La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 7 maggio e proporrà un incontro, “Memorie di IMI correggesi”, sabato 29 aprile, alle ore 17, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, con letture a cura di Gabriele Tesauri tratte dalle memorie di Igino Casarini.

I SOLDATI CHE DISSERO NO
a cura di Istoreco
Correggio, Sala dei Putti, Palazzo dei Principi
22 aprile – 7 maggio 2017
Inaugurazione: sabato 22 aprile, ore 17,30
Orari di apertura: sabato, 15,30 – 18,30; domenica, 10 – 12,30 e 15,30 – 18,30.
Aperture straordinarie: martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio (con orari domenicali).
Info: Museo Il Correggio, tel. 0522.691806 – museo@comune.correggio.re.itwww.museoilcorreggio.org
Ingresso libero.

TWEET