“InBook” a Correggio per la “Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo”
pubbl.: 3 Aprile 2018 - Ufficio Stampa

“InBook – Libri inclusivi”: a Correggio un pomeriggio dedicato all’autismo grazie a un’iniziativa alla biblioteca ragazzi “Piccolo Principe”.

Venerdì 13 aprile, alla ludoteca-biblioteca ragazzi “Piccolo Principe” di Correggio, il pomeriggio diventa “InBook”, grazie a proiezioni video, letture e laboratori per famiglie e bambini 3-10 anni in occasione dell’undicesima “Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo”.
La “Giornata”, istituita dalle Nazioni Unite, si celebra in tutto il mondo il 2 aprile, quando alcuni tra i principali monumenti si coloreranno di blu, colore simbolo dei disturbi dello spettro autistico. Le iniziative, tuttavia, si svolgeranno anche nei giorni seguenti, come appunto a Correggio, quando il pomeriggio prenderà il via alle ore 16,45, con la proiezione di tre corti: “Succedono cose meravigliose”, di David Vagni, “Il riflesso delle stelle”, a cura della classe II D delle scuole secondarie di primo grado “Marconi” di Correggio, e “Specialmente bambini”, a cura della scuola dell’infanzia “Collodi”; a seguire, alle ore 17, “I colori delle emozioni e Rocco il gatto”, lettura ad alta voce a cura di “Nati per leggere”; alle ore 17,15, Giorgia Burani e Giusy Alba Zappalà ci spiegano “Cosa sono i libri in simboli”, prima del laboratorio di realizzazione di un InBook-libro inclusivo personalizzato.
Usati inizialmente negli ambulatori di neuropsichiatria infantile, oggi i “libri in simboli” si trovano all’interno di biblioteche e anche alcune case editrici si stanno affacciando a questo mondo per dare a tutti i bambini il piacere della lettura. A prima vista sono libri illustrati come tanti altri, ma all’interno ci sono quadratini raffiguranti simboli, oggetti, parti del corpo, animali. Sono libri creati su misura per quei bambini con problemi di comunicazione.  Il termine InBook è stato coniato dal Centro di comunicazione aumentativa. I “libri inclusivi”, dunque, facilitano l’ascolto e la comprensione e sono in grado di risvegliare e accompagnare il senso di “sicurezza” e il bisogno di “conoscenza” che caratterizza il mondo dell’autismo (ma non solo): “sicurezza” sia rispetto al futuro sia inteso come possibilità, per le persone autistiche e le loro famiglie, di vivere un presente libero e protetto; “conoscenza” perché la ricerca scientifica venga ampliata, perché sempre più persone sappiano come muoversi all’interno del mondo dell’autismo, perché sia resa più efficiente l’assistenza, perché le città si dotino di spazi protetti e organizzati, perché le famiglie non siano lasciate sole.
L’iniziativa sarà anche l’occasione per presentare il patrimonio librario di libri in simboli e di lettura facilitata disponibile a “Piccolo Principe”.
“Con questo appuntamento della nostra biblioteca ragazzi, ricordiamo anche a Correggio la Giornata mondiale dedicata alla riflessione e all’approfondimento dei temi legati all’autismo, con un pomeriggio che parla di libri e di inclusione”, commenta Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio. “Si tratta di un’iniziativa cui teniamo in modo particolare e che si rivolge ai bambini e a tutte le famiglie, non solo quelle che vivono quotidianamente la relazione con l’autismo: “inclusione”, infatti, non significa semplicemente “affiancare”, ma “comprendere insieme”, realizzare un contesto in cui tutti si sentano partecipi e accolti, a prescindere dalle capacità e dalla caratteristiche di ognuno. È il tema su cui si basa la nostra idea di “servizi”, che a Piccolo Principe ogni giorno trova concreta espressione e sul quale, come amministrazione, costantemente ci confrontiamo, lavorando insieme a famiglie e associazioni ”.

TWEET

“InBook” a Correggio per la “Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo”
pubbl.: 3 Aprile 2018 - Ufficio Stampa

“InBook – Libri inclusivi”: a Correggio un pomeriggio dedicato all’autismo grazie a un’iniziativa alla biblioteca ragazzi “Piccolo Principe”.

Venerdì 13 aprile, alla ludoteca-biblioteca ragazzi “Piccolo Principe” di Correggio, il pomeriggio diventa “InBook”, grazie a proiezioni video, letture e laboratori per famiglie e bambini 3-10 anni in occasione dell’undicesima “Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo”.
La “Giornata”, istituita dalle Nazioni Unite, si celebra in tutto il mondo il 2 aprile, quando alcuni tra i principali monumenti si coloreranno di blu, colore simbolo dei disturbi dello spettro autistico. Le iniziative, tuttavia, si svolgeranno anche nei giorni seguenti, come appunto a Correggio, quando il pomeriggio prenderà il via alle ore 16,45, con la proiezione di tre corti: “Succedono cose meravigliose”, di David Vagni, “Il riflesso delle stelle”, a cura della classe II D delle scuole secondarie di primo grado “Marconi” di Correggio, e “Specialmente bambini”, a cura della scuola dell’infanzia “Collodi”; a seguire, alle ore 17, “I colori delle emozioni e Rocco il gatto”, lettura ad alta voce a cura di “Nati per leggere”; alle ore 17,15, Giorgia Burani e Giusy Alba Zappalà ci spiegano “Cosa sono i libri in simboli”, prima del laboratorio di realizzazione di un InBook-libro inclusivo personalizzato.
Usati inizialmente negli ambulatori di neuropsichiatria infantile, oggi i “libri in simboli” si trovano all’interno di biblioteche e anche alcune case editrici si stanno affacciando a questo mondo per dare a tutti i bambini il piacere della lettura. A prima vista sono libri illustrati come tanti altri, ma all’interno ci sono quadratini raffiguranti simboli, oggetti, parti del corpo, animali. Sono libri creati su misura per quei bambini con problemi di comunicazione.  Il termine InBook è stato coniato dal Centro di comunicazione aumentativa. I “libri inclusivi”, dunque, facilitano l’ascolto e la comprensione e sono in grado di risvegliare e accompagnare il senso di “sicurezza” e il bisogno di “conoscenza” che caratterizza il mondo dell’autismo (ma non solo): “sicurezza” sia rispetto al futuro sia inteso come possibilità, per le persone autistiche e le loro famiglie, di vivere un presente libero e protetto; “conoscenza” perché la ricerca scientifica venga ampliata, perché sempre più persone sappiano come muoversi all’interno del mondo dell’autismo, perché sia resa più efficiente l’assistenza, perché le città si dotino di spazi protetti e organizzati, perché le famiglie non siano lasciate sole.
L’iniziativa sarà anche l’occasione per presentare il patrimonio librario di libri in simboli e di lettura facilitata disponibile a “Piccolo Principe”.
“Con questo appuntamento della nostra biblioteca ragazzi, ricordiamo anche a Correggio la Giornata mondiale dedicata alla riflessione e all’approfondimento dei temi legati all’autismo, con un pomeriggio che parla di libri e di inclusione”, commenta Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio. “Si tratta di un’iniziativa cui teniamo in modo particolare e che si rivolge ai bambini e a tutte le famiglie, non solo quelle che vivono quotidianamente la relazione con l’autismo: “inclusione”, infatti, non significa semplicemente “affiancare”, ma “comprendere insieme”, realizzare un contesto in cui tutti si sentano partecipi e accolti, a prescindere dalle capacità e dalla caratteristiche di ognuno. È il tema su cui si basa la nostra idea di “servizi”, che a Piccolo Principe ogni giorno trova concreta espressione e sul quale, come amministrazione, costantemente ci confrontiamo, lavorando insieme a famiglie e associazioni ”.

TWEET