Incontri pubblici per sensibilizzare sul tema delle truffe agli anziani
pubbl.: 26 Settembre 2016 - Ufficio Stampa

Attenzione alle truffe: il sindaco di Correggio e il Maresciallo dei Carabinieri incontrano i cittadini nei luoghi di aggregazione per sensibilizzarli sul tema dei raggiri.

Sabato 24 settembre il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, e il Maresciallo dei Carabinieri di Correggio, Antonio Fanelli, hanno incontrato i cittadini al Centro Sociale 25 Aprile, riuniti in occasione della tombola settimanale. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti dedicati alla sensibilizzazione sul tema delle truffe, con particolare attenzione a quelle rivolte alla fascia di popolazione più anziana, e che si svolgeranno nei luoghi di aggregazione più frequentati – centri sociali, bar, circoli, ecc… Negli ultimi tempi sono stati registrati casi di reati commessi da persone che, facendo leva sulla  fiducia dei cittadini, spesso appunto anziani, ha loro consentito di sottrarre significative somme di denaro o preziosi e oggetti di valore. Per contrastare ed evitare questi tentativi è opportuno richiamare l’attenzione sul fenomeno, suggerendo di contattare sempre e comunque il numero di emergenza 112 (o quello della Stazione dei Carabinieri 0522.692230) quando si nota la presenza di autovetture e persone sospette.
Gli incontri rappresentano anche l’occasione per un’ulteriore distribuzione del materiale “In casa sicuri”, prodotto in collaborazione tra Comune di Correggio e Arma dei Carabinieri con consigli utili per difendersi dalle truffe.
“Credo sia molto importante incontrare i cittadini nei luoghi di aggregazione per sensibilizzarli sul tema dei raggiri”, commenta il sindaco Ilenia Malavasi, “soprattutto perché, in questo caso, ci rivolgiamo a persone che a volte fatichiamo a raggiungere con gli altri mezzi di comunicazione di cui disponiamo e che però sono le vittime più frequenti di questo tipo di truffe. La nostra collaborazione con la forze dell’ordine è fondamentale e in questi mesi, grazie alla disponibilità del Maresciallo Fanelli, abbiamo avuto modo di lavorare insieme anche sul tema dell’informazione, creando diverse occasioni di incontro con i cittadini”.

TWEET

Incontri pubblici per sensibilizzare sul tema delle truffe agli anziani
pubbl.: 26 Settembre 2016 - Ufficio Stampa

Attenzione alle truffe: il sindaco di Correggio e il Maresciallo dei Carabinieri incontrano i cittadini nei luoghi di aggregazione per sensibilizzarli sul tema dei raggiri.

Sabato 24 settembre il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, e il Maresciallo dei Carabinieri di Correggio, Antonio Fanelli, hanno incontrato i cittadini al Centro Sociale 25 Aprile, riuniti in occasione della tombola settimanale. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti dedicati alla sensibilizzazione sul tema delle truffe, con particolare attenzione a quelle rivolte alla fascia di popolazione più anziana, e che si svolgeranno nei luoghi di aggregazione più frequentati – centri sociali, bar, circoli, ecc… Negli ultimi tempi sono stati registrati casi di reati commessi da persone che, facendo leva sulla  fiducia dei cittadini, spesso appunto anziani, ha loro consentito di sottrarre significative somme di denaro o preziosi e oggetti di valore. Per contrastare ed evitare questi tentativi è opportuno richiamare l’attenzione sul fenomeno, suggerendo di contattare sempre e comunque il numero di emergenza 112 (o quello della Stazione dei Carabinieri 0522.692230) quando si nota la presenza di autovetture e persone sospette.
Gli incontri rappresentano anche l’occasione per un’ulteriore distribuzione del materiale “In casa sicuri”, prodotto in collaborazione tra Comune di Correggio e Arma dei Carabinieri con consigli utili per difendersi dalle truffe.
“Credo sia molto importante incontrare i cittadini nei luoghi di aggregazione per sensibilizzarli sul tema dei raggiri”, commenta il sindaco Ilenia Malavasi, “soprattutto perché, in questo caso, ci rivolgiamo a persone che a volte fatichiamo a raggiungere con gli altri mezzi di comunicazione di cui disponiamo e che però sono le vittime più frequenti di questo tipo di truffe. La nostra collaborazione con la forze dell’ordine è fondamentale e in questi mesi, grazie alla disponibilità del Maresciallo Fanelli, abbiamo avuto modo di lavorare insieme anche sul tema dell’informazione, creando diverse occasioni di incontro con i cittadini”.

TWEET