Lunedì 7 settembre riaprono le scuole e i nidi d’infanzia: tariffe delle rette confermate per tutte le scuole comunali.
pubbl.: 28 Agosto 2020 - Ufficio Stampa

Correggio, lunedì 7 settembre riaprono le scuole e i nidi d’infanzia: tariffe delle rette confermate per tutte le scuole comunali.

 

Il prossimo lunedì 7 settembre a Correggio riapriranno tutti i servizi educativi della fascia 0-6 anni. In questi giorni, infatti, sono state inviate alle famiglie dei bambini iscritti le lettere e le convocazioni per le assemblee – che si svolgeranno online – durante le quali nei prossimi giorni saranno illustrate le procedure che garantiranno l’accesso in completa sicurezza alle strutture e le modalità con le quali si svolgeranno i servizi sulla base delle linee guida contenute nel protocollo d’intesa per garantire la ripresa delle attività educative in presenza nelle scuole e nei nidi d’infanzia, sottoscritto dal Ministero dell’Istruzione e dalle organizzazioni sindacali.
Confermate le tariffe delle rette, che rimangono invariate rispetto allo scorso anno.

“Grazie al lavoro svolto in questi mesi, siamo finalmente pronti a riaprire le nostre scuole, per i nostri cittadini più piccoli”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Da lunedì 7 settembre riaprono dunque nidi e scuole dell’infanzia comunali, in appalto e in convenzione. Anche le scuole statali, nonostante l’inizio sia stato fissato il 14 settembre, hanno lavorato per anticipare l’apertura, grazie ad un progetto studiato per accogliere anticipatamente, a partire sempre dal 7 settembre, i bambini iscritti. Già dalla prossima settimana inizieranno, invece, gli inserimenti nelle scuole paritarie autonome, in modo che a partire dal 7 settembre tutti i bambini saranno a scuola. Sono particolarmente felice per questa ripresa delle attività didattiche perché luoghi dedicati all’apprendimento, al gioco e alla gioia di stare insieme tornano ad accogliere i bambini, con il loro entusiasmo contagioso. Insieme agli insegnanti e agli operatori, nei prossimi giorni saranno illustrate alle famiglie le modalità di accesso ai servizi, perché questo avvenga nella più completa sicurezza. A Correggio, per quanto riguarda il rispetto delle normative legate al contenimento della diffusione del coronavirus, non è stato necessario intervenire con lavori particolarmente invasivi sulle strutture e sugli edifici che ospitano scuole e nidi d’infanzia, che presentavano già locali e spazi accoglienti e sicuri. Ci sono stati alcuni punti di forza che hanno guidato il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi, portando ogni sezione ad avere spazi interni ed esterni dedicati e perseguendo un’idea fondamentale: la stabilità e la continuità del gruppo sezione, a tutela degli stessi bambini frequentanti e di tutto il personale coinvolto. Al tempo stesso abbiamo confermato tutte le tariffe dello scorso anno, anche grazie al progetto regionale “Al nido con la Regione”, che ha permesso al Comune di ricevere un contributo di 111.654,91 euro finalizzato proprio al contenimento delle rette. Questa misura è stata particolarmente apprezzata dalle famiglie, che ogni anno si affidano ai nostri servizi. È quindi con soddisfazione che ci apprestiamo a riaprire, accogliendo tutte le domande che sono arrivate nei termini. Come tutti, anche i bambini – e penso in modo particolare a quelli che avevano appena intrapreso l’inizio di un percorso che nello scorso febbraio si è bruscamente interrotto – hanno sofferto per la situazione e per l’emergenza che ci siamo trovati ad affrontare. Ora è tempo che in quelle stesse scuole tornino a risuonare le voci dei bimbi e degli insegnanti. È un traguardo di cui dobbiamo essere davvero orgogliosi, ringraziando chi, in queste settimane, si è messo al lavoro per garantire questa riapertura”.

TWEET

Lunedì 7 settembre riaprono le scuole e i nidi d’infanzia: tariffe delle rette confermate per tutte le scuole comunali.
pubbl.: 28 Agosto 2020 - Ufficio Stampa

Correggio, lunedì 7 settembre riaprono le scuole e i nidi d’infanzia: tariffe delle rette confermate per tutte le scuole comunali.

 

Il prossimo lunedì 7 settembre a Correggio riapriranno tutti i servizi educativi della fascia 0-6 anni. In questi giorni, infatti, sono state inviate alle famiglie dei bambini iscritti le lettere e le convocazioni per le assemblee – che si svolgeranno online – durante le quali nei prossimi giorni saranno illustrate le procedure che garantiranno l’accesso in completa sicurezza alle strutture e le modalità con le quali si svolgeranno i servizi sulla base delle linee guida contenute nel protocollo d’intesa per garantire la ripresa delle attività educative in presenza nelle scuole e nei nidi d’infanzia, sottoscritto dal Ministero dell’Istruzione e dalle organizzazioni sindacali.
Confermate le tariffe delle rette, che rimangono invariate rispetto allo scorso anno.

“Grazie al lavoro svolto in questi mesi, siamo finalmente pronti a riaprire le nostre scuole, per i nostri cittadini più piccoli”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Da lunedì 7 settembre riaprono dunque nidi e scuole dell’infanzia comunali, in appalto e in convenzione. Anche le scuole statali, nonostante l’inizio sia stato fissato il 14 settembre, hanno lavorato per anticipare l’apertura, grazie ad un progetto studiato per accogliere anticipatamente, a partire sempre dal 7 settembre, i bambini iscritti. Già dalla prossima settimana inizieranno, invece, gli inserimenti nelle scuole paritarie autonome, in modo che a partire dal 7 settembre tutti i bambini saranno a scuola. Sono particolarmente felice per questa ripresa delle attività didattiche perché luoghi dedicati all’apprendimento, al gioco e alla gioia di stare insieme tornano ad accogliere i bambini, con il loro entusiasmo contagioso. Insieme agli insegnanti e agli operatori, nei prossimi giorni saranno illustrate alle famiglie le modalità di accesso ai servizi, perché questo avvenga nella più completa sicurezza. A Correggio, per quanto riguarda il rispetto delle normative legate al contenimento della diffusione del coronavirus, non è stato necessario intervenire con lavori particolarmente invasivi sulle strutture e sugli edifici che ospitano scuole e nidi d’infanzia, che presentavano già locali e spazi accoglienti e sicuri. Ci sono stati alcuni punti di forza che hanno guidato il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi, portando ogni sezione ad avere spazi interni ed esterni dedicati e perseguendo un’idea fondamentale: la stabilità e la continuità del gruppo sezione, a tutela degli stessi bambini frequentanti e di tutto il personale coinvolto. Al tempo stesso abbiamo confermato tutte le tariffe dello scorso anno, anche grazie al progetto regionale “Al nido con la Regione”, che ha permesso al Comune di ricevere un contributo di 111.654,91 euro finalizzato proprio al contenimento delle rette. Questa misura è stata particolarmente apprezzata dalle famiglie, che ogni anno si affidano ai nostri servizi. È quindi con soddisfazione che ci apprestiamo a riaprire, accogliendo tutte le domande che sono arrivate nei termini. Come tutti, anche i bambini – e penso in modo particolare a quelli che avevano appena intrapreso l’inizio di un percorso che nello scorso febbraio si è bruscamente interrotto – hanno sofferto per la situazione e per l’emergenza che ci siamo trovati ad affrontare. Ora è tempo che in quelle stesse scuole tornino a risuonare le voci dei bimbi e degli insegnanti. È un traguardo di cui dobbiamo essere davvero orgogliosi, ringraziando chi, in queste settimane, si è messo al lavoro per garantire questa riapertura”.

TWEET