Nuova regolamentazione regionale per gli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico
pubbl.: 9 ottobre 2018 - Ufficio Stampa

Impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico: in vigore la nuova regolamentazione regionale.

A partire dal mese di ottobre, per le abitazioni dotate di sistemi alternativi di riscaldamento domestico – caminetti aperti, camini chiusi con inserti a legna, stufe e cucine a legna, stufe ad accumulo o a pellet, termostufe, caldaie alimentate a pellet o a cippato – è entrata in vigore la nuova regolamentazione regionale che coinvolge tutti i Comuni al di sotto dei 300 metri di altitudine e che prevede lo stop all’utilizzo di impianti a “Una stella”. I generatori di calore – stufe, camini, caldaie – sono infatti classificati con un numero di stelle che, nella documentazione fornita dal costruttore, ne indica la classe di appartenenza tenendo conto del rendimento energetico e delle relative emissioni in atmosfera di agenti inquinanti.
In applicazione di quanto previsto nel PAIR2020 (Piano Aria Integrato Regionale), dall’1 ottobre 2019 il divieto sarà inoltre esteso anche ai generatori di calore alimentati a biomassa con classe di prestazione a “2 stelle”. Il PAIR2020 è lo strumento principale delle politiche regionali volte a ridurre l’inquinamento atmosferico e prevede le misure per il risanamento della qualità dell’aria per rientrare negli standard raccomandati anche dall’Unione Europea.
Per quanto riguarda le nuove installazioni, dall’1 ottobre di quest’anno gli impianti dovranno essere classificati a “3 stelle”.
Novità anche per quanto riguarda l’alimentazione a pellet perché, sempre dall’1 ottobre, nei generatori di calore di potenza termica nominale inferiore ai 35kW, è obbligatorio utilizzare pellet certificato da un Organo di certificazione accreditato.

RIASSUMENDO
Impianti 
– dal 2018 non è più consentito l’utilizzo di impianti a 1 stella;
– dal 1 gennaio 2019 non sarà più consentito l’utilizzo di impianti a 1 e 2 stelle.

Nuove Installazioni
In tutto il territorio regionale è consentito installare impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico:
– dal 1 ottobre 2018 di classe emissiva maggiore o uguale a 3 stelle;
– dal 1 gennaio 2020 di classe emissiva maggiore o uguale a 4 stelle.

Alimentazione Pellet
Dall’1 ottobre 2018 è obbligatorio utilizzare nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale minore di 35 kW pellet certificato da parte di un Organismo di certificazione accreditato.

TWEET

Nuova regolamentazione regionale per gli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico
pubbl.: 9 ottobre 2018 - Ufficio Stampa

Impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico: in vigore la nuova regolamentazione regionale.

A partire dal mese di ottobre, per le abitazioni dotate di sistemi alternativi di riscaldamento domestico – caminetti aperti, camini chiusi con inserti a legna, stufe e cucine a legna, stufe ad accumulo o a pellet, termostufe, caldaie alimentate a pellet o a cippato – è entrata in vigore la nuova regolamentazione regionale che coinvolge tutti i Comuni al di sotto dei 300 metri di altitudine e che prevede lo stop all’utilizzo di impianti a “Una stella”. I generatori di calore – stufe, camini, caldaie – sono infatti classificati con un numero di stelle che, nella documentazione fornita dal costruttore, ne indica la classe di appartenenza tenendo conto del rendimento energetico e delle relative emissioni in atmosfera di agenti inquinanti.
In applicazione di quanto previsto nel PAIR2020 (Piano Aria Integrato Regionale), dall’1 ottobre 2019 il divieto sarà inoltre esteso anche ai generatori di calore alimentati a biomassa con classe di prestazione a “2 stelle”. Il PAIR2020 è lo strumento principale delle politiche regionali volte a ridurre l’inquinamento atmosferico e prevede le misure per il risanamento della qualità dell’aria per rientrare negli standard raccomandati anche dall’Unione Europea.
Per quanto riguarda le nuove installazioni, dall’1 ottobre di quest’anno gli impianti dovranno essere classificati a “3 stelle”.
Novità anche per quanto riguarda l’alimentazione a pellet perché, sempre dall’1 ottobre, nei generatori di calore di potenza termica nominale inferiore ai 35kW, è obbligatorio utilizzare pellet certificato da un Organo di certificazione accreditato.

RIASSUMENDO
Impianti 
– dal 2018 non è più consentito l’utilizzo di impianti a 1 stella;
– dal 1 gennaio 2019 non sarà più consentito l’utilizzo di impianti a 1 e 2 stelle.

Nuove Installazioni
In tutto il territorio regionale è consentito installare impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico:
– dal 1 ottobre 2018 di classe emissiva maggiore o uguale a 3 stelle;
– dal 1 gennaio 2020 di classe emissiva maggiore o uguale a 4 stelle.

Alimentazione Pellet
Dall’1 ottobre 2018 è obbligatorio utilizzare nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale minore di 35 kW pellet certificato da parte di un Organismo di certificazione accreditato.

TWEET