Oltre l’87% di rifiuti differenziati: ottimo riscontro per Correggio nei dati pubblicati dalla Regione
pubbl.: 4 Agosto 2020 - Ufficio Stampa

Oltre l’87% di rifiuti differenziati: ottimo riscontro per il Comune di Correggio nei dati prodotti e pubblicati dalla Regione Emilia-Romagna.

Sono molto buoni i risultati ottenuti da Correggio sul tema della raccolta rifiuti, come evidenziato dai dati prodotti dalla Regione Emilia-Romagna e suddivisi per territori provinciali e per singoli Comuni. Nel 2019, infatti, Correggio ha fatto registrare 19.253.189 chilogrammi di rifiuti differenziati, pari all’87,2% del totale, percentuale decisamente superiore sia alla media provinciale (80,6%, che rappresenta comunque il miglior dato a livello regionale) che a quella di molti altri Comuni con caratteristiche e popolazione simili a Correggio.

“Il merito di questi dati eccellenti va prima di tutto ai nostri cittadini, che si stanno dimostrando scrupolosi nel seguire le regole e attenti all’importanza ambientale di una corretta gestione del ciclo dei rifiuti”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “In questi anni, la nostra amministrazione ha lavorato molto su questo tema, fin dal 2016, quando abbiamo deciso di introdurre il servizio porta a porta su tutta la città, un passaggio che inizialmente ha comportato un necessario periodo di rodaggio e di assestamento e che ha richiesto un cambiamento significativo nelle abitudini di tutti. A quella scelta, ha poi fatto seguito l’introduzione della tariffazione puntuale, con il numero di svuotamenti calcolato in base a parametri precisi, e a questo si sono affiancate altre novità, tra cui l’apertura dell’Ecostation e una migliore organizzazione dei turni e della sorveglianza al centro raccolta rifiuti di via Pio La Torre. Siamo ovviamente soddisfatti dei risultati ottenuti, che in pochi anni ci hanno permesso, da quasi 140 chili di rifiuti indifferenziati procapite, di scendere sotto la soglia dei 100 chili e di passare da una percentuale di rifiuti differenziati intorno al 70% all’attuale 87%, ponendo il Comune di Correggio ai vertici di questa classifica nell’ambito della provincia di Reggio Emilia, che si distingue a livello regionale, essendo quella con la media di raccolta rifiuti differenziati più alta. Un’ulteriore caratteristica del percorso intrapreso a Correggio è il confronto con i cittadini: ogni scelta compiuta, infatti, è stata accompagnata da incontri pubblici promossi sull’intero territorio correggese, volti a presentare le novità e ad illustrare le motivazioni per cui l’amministrazione puntava su determinate decisioni. Il riscontro che abbiamo ottenuto come città e come comunità riflette certamente anche questa modalità di condivisione”.

TWEET

Oltre l’87% di rifiuti differenziati: ottimo riscontro per Correggio nei dati pubblicati dalla Regione
pubbl.: 4 Agosto 2020 - Ufficio Stampa

Oltre l’87% di rifiuti differenziati: ottimo riscontro per il Comune di Correggio nei dati prodotti e pubblicati dalla Regione Emilia-Romagna.

Sono molto buoni i risultati ottenuti da Correggio sul tema della raccolta rifiuti, come evidenziato dai dati prodotti dalla Regione Emilia-Romagna e suddivisi per territori provinciali e per singoli Comuni. Nel 2019, infatti, Correggio ha fatto registrare 19.253.189 chilogrammi di rifiuti differenziati, pari all’87,2% del totale, percentuale decisamente superiore sia alla media provinciale (80,6%, che rappresenta comunque il miglior dato a livello regionale) che a quella di molti altri Comuni con caratteristiche e popolazione simili a Correggio.

“Il merito di questi dati eccellenti va prima di tutto ai nostri cittadini, che si stanno dimostrando scrupolosi nel seguire le regole e attenti all’importanza ambientale di una corretta gestione del ciclo dei rifiuti”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “In questi anni, la nostra amministrazione ha lavorato molto su questo tema, fin dal 2016, quando abbiamo deciso di introdurre il servizio porta a porta su tutta la città, un passaggio che inizialmente ha comportato un necessario periodo di rodaggio e di assestamento e che ha richiesto un cambiamento significativo nelle abitudini di tutti. A quella scelta, ha poi fatto seguito l’introduzione della tariffazione puntuale, con il numero di svuotamenti calcolato in base a parametri precisi, e a questo si sono affiancate altre novità, tra cui l’apertura dell’Ecostation e una migliore organizzazione dei turni e della sorveglianza al centro raccolta rifiuti di via Pio La Torre. Siamo ovviamente soddisfatti dei risultati ottenuti, che in pochi anni ci hanno permesso, da quasi 140 chili di rifiuti indifferenziati procapite, di scendere sotto la soglia dei 100 chili e di passare da una percentuale di rifiuti differenziati intorno al 70% all’attuale 87%, ponendo il Comune di Correggio ai vertici di questa classifica nell’ambito della provincia di Reggio Emilia, che si distingue a livello regionale, essendo quella con la media di raccolta rifiuti differenziati più alta. Un’ulteriore caratteristica del percorso intrapreso a Correggio è il confronto con i cittadini: ogni scelta compiuta, infatti, è stata accompagnata da incontri pubblici promossi sull’intero territorio correggese, volti a presentare le novità e ad illustrare le motivazioni per cui l’amministrazione puntava su determinate decisioni. Il riscontro che abbiamo ottenuto come città e come comunità riflette certamente anche questa modalità di condivisione”.

TWEET