“OltremodOltre”: sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio diventa capitale dello sport inclusivo
pubbl.: 3 Aprile 2019 - Ufficio Stampa

“OltremodOltre”: sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio diventa capitale dello sport inclusivo.

Sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio si trasforma in una piccola capitale dello sport, degli atleti paralimpici e sperimentali e della solidarietà grazie a “OltremodOltre”, iniziativa promossa da Comune di Correggio, Gruppo Si Corre e si Cammina e Virtus Correggio, in collaborazione con Pro Loco e Radio Bruno e con il patrocinio di Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) e Comitato Italiano Paralimpico.
L’evento – che può contare sul sostegno di oltre venti sponsor – è stato ufficialmente presentato mercoledì 3 aprile, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sala consigliare del Municipio di Correggio, a cui hanno preso parte il sindaco, Ilenia Malavasi, Francesco Messori e Renzo Vergnani, rispettivamente capitano e allenatore della Nazionale di Calcio Amputati, Raffaele Ferrara, del Gruppo Si Corre e Si Cammina, Mario Dazzi, presidente Virtus Correggio, e Leonello Viale, di Radio Bruno, media partner dell’iniziativa.
La due giorni correggese prenderà il via sabato 27 aprile, alle ore 10,30, con la sfilata degli oltre cento atleti partecipanti in corso Mazzini, il saluto delle autorità e l’esibizione del corpo di ballo di AltrArte; a seguire, il via alle gare del primo campionato italiano di calcio amputati a squadre, delle partite di sitting volley e della nazionale di basket femminile sorde, che proseguiranno anche nel pomeriggio, nell’arena sportiva di San Quirino e nelle strutture dei campi sportivi di San Prospero. Alla sera, alle ore 20, alla Polisportiva La Canolese, cena di beneficenza, promossa in collaborazione con Fondazione Dopo di Noi, Auser e La Canolese, a sostegno del progetto “Casa Mia” della Fondazione Dopo di Noi.
Domenica 28 aprile, alle ore 10,30 prende il via la seconda edizione della camminata podistica non competitiva (3 e 7,2 km), mentre nel pomeriggio proseguono le gare e le attività sportive, con musica, interviste e ospiti a sorpresa a cura di Radio Bruno; alle ore 18, nell’arena sportiva di San Quirino, le premiazione e i saluti finali.
“Questa iniziativa, nasce dall’esperienza che si è svolta lo scorso anno, quando, insieme al Gruppo Si Corre e si Cammina e alla Virtus Correggio organizzammo la camminata podistica e trasformammo per un giorno corso Mazzini in un campo da calcio, per le partite della Nazionale di Calcio Amputati”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Quest’anno, grazie al successo ottenuto e al sostegno generoso di vari soggetti e aziende, amplieremo la nostra proposta, con una due giorni che renderà davvero Correggio, una capitale dello sport inclusivo, tra calcio, basket, handbike, pallavolo e running. Trovo molto bello il sottotitolo che è stato dato all’iniziativa – “È l’imperfezione che fa la differenza” – perché la nostra società da un lato propone spesso modelli finti e votati alla perfezione, sia essa estetica o legata alle prestazioni individuali, e dall’altro tende sempre più a negare valore alle differenze, che invece devono costituire il centro e il cuore di una città inclusiva, aperta, generosa e solidale, com’è Correggio e come vogliamo che continui ad essere. Il successo dello scorso anno e l’entusiasmo che stiamo riscontrando nell’organizzare questa edizione, rappresentano lo stimolo migliore per continuare a impegnarci in questa direzione”.

Nelle due giornate della manifestazione sarà aperto in piazzale Carducci lo stand del gnocco fritto, a cura di Pro Loco. Le iscrizioni alla camminata – con acquisto della relativa maglietta – si aprono sabato 6 aprile, in Galleria Politeama, dove proseguiranno anche domenica 7, sabato 13 e domenica 14 aprile; giovedì 25 aprile, invece, sarà possibile iscriversi al banchetto presente al Parco della Memoria e il 27 e 28 aprile, tutto il giorno, direttamente in piazzale Carducci. L’intero ricavato dell’iniziativa sarà devoluto al progetto “Casa Mia” della Fondazione Dopo di Noi e alla Scuola Fispes.

TWEET

“OltremodOltre”: sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio diventa capitale dello sport inclusivo
pubbl.: 3 Aprile 2019 - Ufficio Stampa

“OltremodOltre”: sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio diventa capitale dello sport inclusivo.

Sabato 27 e domenica 28 aprile, Correggio si trasforma in una piccola capitale dello sport, degli atleti paralimpici e sperimentali e della solidarietà grazie a “OltremodOltre”, iniziativa promossa da Comune di Correggio, Gruppo Si Corre e si Cammina e Virtus Correggio, in collaborazione con Pro Loco e Radio Bruno e con il patrocinio di Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) e Comitato Italiano Paralimpico.
L’evento – che può contare sul sostegno di oltre venti sponsor – è stato ufficialmente presentato mercoledì 3 aprile, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sala consigliare del Municipio di Correggio, a cui hanno preso parte il sindaco, Ilenia Malavasi, Francesco Messori e Renzo Vergnani, rispettivamente capitano e allenatore della Nazionale di Calcio Amputati, Raffaele Ferrara, del Gruppo Si Corre e Si Cammina, Mario Dazzi, presidente Virtus Correggio, e Leonello Viale, di Radio Bruno, media partner dell’iniziativa.
La due giorni correggese prenderà il via sabato 27 aprile, alle ore 10,30, con la sfilata degli oltre cento atleti partecipanti in corso Mazzini, il saluto delle autorità e l’esibizione del corpo di ballo di AltrArte; a seguire, il via alle gare del primo campionato italiano di calcio amputati a squadre, delle partite di sitting volley e della nazionale di basket femminile sorde, che proseguiranno anche nel pomeriggio, nell’arena sportiva di San Quirino e nelle strutture dei campi sportivi di San Prospero. Alla sera, alle ore 20, alla Polisportiva La Canolese, cena di beneficenza, promossa in collaborazione con Fondazione Dopo di Noi, Auser e La Canolese, a sostegno del progetto “Casa Mia” della Fondazione Dopo di Noi.
Domenica 28 aprile, alle ore 10,30 prende il via la seconda edizione della camminata podistica non competitiva (3 e 7,2 km), mentre nel pomeriggio proseguono le gare e le attività sportive, con musica, interviste e ospiti a sorpresa a cura di Radio Bruno; alle ore 18, nell’arena sportiva di San Quirino, le premiazione e i saluti finali.
“Questa iniziativa, nasce dall’esperienza che si è svolta lo scorso anno, quando, insieme al Gruppo Si Corre e si Cammina e alla Virtus Correggio organizzammo la camminata podistica e trasformammo per un giorno corso Mazzini in un campo da calcio, per le partite della Nazionale di Calcio Amputati”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Quest’anno, grazie al successo ottenuto e al sostegno generoso di vari soggetti e aziende, amplieremo la nostra proposta, con una due giorni che renderà davvero Correggio, una capitale dello sport inclusivo, tra calcio, basket, handbike, pallavolo e running. Trovo molto bello il sottotitolo che è stato dato all’iniziativa – “È l’imperfezione che fa la differenza” – perché la nostra società da un lato propone spesso modelli finti e votati alla perfezione, sia essa estetica o legata alle prestazioni individuali, e dall’altro tende sempre più a negare valore alle differenze, che invece devono costituire il centro e il cuore di una città inclusiva, aperta, generosa e solidale, com’è Correggio e come vogliamo che continui ad essere. Il successo dello scorso anno e l’entusiasmo che stiamo riscontrando nell’organizzare questa edizione, rappresentano lo stimolo migliore per continuare a impegnarci in questa direzione”.

Nelle due giornate della manifestazione sarà aperto in piazzale Carducci lo stand del gnocco fritto, a cura di Pro Loco. Le iscrizioni alla camminata – con acquisto della relativa maglietta – si aprono sabato 6 aprile, in Galleria Politeama, dove proseguiranno anche domenica 7, sabato 13 e domenica 14 aprile; giovedì 25 aprile, invece, sarà possibile iscriversi al banchetto presente al Parco della Memoria e il 27 e 28 aprile, tutto il giorno, direttamente in piazzale Carducci. L’intero ricavato dell’iniziativa sarà devoluto al progetto “Casa Mia” della Fondazione Dopo di Noi e alla Scuola Fispes.

TWEET