“Pavarotti d’Oro 2017”
pubbl.: 3 Ottobre 2017 - Ufficio Stampa

“Premio Pavarotti d’Oro 2017”: venerdì 10 ottobre, al Teatro Asioli, la decima edizione al tenore Marcello Giordani.

Già tutto esaurito per la serata del Premio Pavarotti d’Oromartedì 10 ottobre, Teatro Asioli, ore 20,30 – uno degli eventi più attesi per gli amanti della lirica, non solo locali, giunto alla decima edizione e che quest’anno sarà consegnato al tenore Marcello Giordani.
L’iniziativa è stata ufficialmente presentata in conferenza stampa dal sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, dal presidente della Pro Loco Correggio, Aimone Spaggiari, e da Franco Casarini “Panocia”, grande amico di Luciano Pavarotti e ideatore dell’evento.
Nato nel 2008, il Premio, promosso da Pro Loco e Comune di Correggio per rendere omaggio al Maestro Luciano Pavarotti, ha sempre riscosso un grande successo, portando a esibirsi a Correggio nomi di primo piano della musica leggera e dell’opera: Leo Nucci, José Carreras, Andrea Bocelli e Andrea Griminelli, Mirella Freni, Zucchero, Raina Kabaivanska, Saimir Pirgu, Daniela Dessì e Fabio Armiliato, Desirée Rancatore e Luciano Ligabue. Il riconoscimento e l’istituzione del Premio, che avvengono su specifica autorizzazione della famiglia Pavarotti, discendono proprio dal legame tra Luciano Pavarotti e la città di Correggio, dovuto alla profonda amicizia con Casarini, un affetto reciproco che, nel dicembre del 2002 portò il tenore modenese ad esibirsi all’Asioli in occasione della riapertura del Teatro.
Marcello Giordani riceverà il Premio nel corso di una serata che vedrà all’Asioli il grande concerto vocale benefico con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Parma, diretta dal Maestro Paolo Andreoli, e altri grandi ospiti d’onore: la Corale Rossini di Modena, diretta dal Maestro Luca Saltini, e il flautista Andrea Griminelli.
Di grande spessore anche il resto del cast: la soprano Elisa Maffi, la mezzosoprano Francesca Sartorato e il baritono Andrea Zaupa – confermando in questo modo la grande attenzione che il Premio Pavarotti di Correggio ha sempre riservato ai giovani talenti.
“In questi anni il Premio Pavarotti si è imposto come una delle serate più attesa dalla città e dagli amanti della lirica. Ogni anno sul palco dell’Asioli tornano a trovarci amici del Premio e gli sponsor rinnovano la loro collaborazione, a testimonianza della grande qualità promossa dalla serata, che coniuga perfettamente musica e solidarietà, in un binomio che mi sembra caratterizzare al meglio le peculiarità di Correggio. Al di là dell’organizzazione, rivolgo un grazie particolare a Panocia, che mette a disposizione della città, in un grande atto di generosità, le relazioni costruite nell’arco di una vita e che per Correggio rappresentano un patrimonio insostituibile”.
“Si tratta di un evento unico, pensato appositamente per questa decima edizione del Premio”, illustra Aimone Spaggiari, presidente Pro Loco. “Difficilmente, infatti, si può assistere a un concerto dove grandi cantanti lirici si esibiscono in romanze accompagnati da un centinaio di musicisti, la Corale Rossini e l’Orchestra Giuseppe Verdi. Uno sforzo organizzativo notevole, che ancora una volta viene interamente coperto dai nostri sponsor – Warrant Group, Angelo Marani, Modateca Deanna, Albergo dei Medaglioni e Ristorante Il Correggio, Lini910, cantine Riunite, Carlo Riccò, Banca Popolare Emilia Romagna e Il Resto del Carlino – che ci consentono di perseguire l’obiettivo della beneficienza e che in questi anni ci hanno permesso di donare circa 70mila euro”.
“Obiettivo della serata, tra gli altri, è interessare i giovani alla lirica e al bel canto”, conclude Franco Casarini. “Luciano Pavarotti si è speso moltissimo per i giovani e noi, con il Premio a lui intitolato, abbiamo cercato fin dall’inizio sia di offrire un’occasione di visibilità per i giovani talenti sia di portare a teatro le giovani generazioni, offrendo uno spettacolo unico, con biglietti d’ingresso a prezzo popolare”.

TWEET

“Pavarotti d’Oro 2017”
pubbl.: 3 Ottobre 2017 - Ufficio Stampa

“Premio Pavarotti d’Oro 2017”: venerdì 10 ottobre, al Teatro Asioli, la decima edizione al tenore Marcello Giordani.

Già tutto esaurito per la serata del Premio Pavarotti d’Oromartedì 10 ottobre, Teatro Asioli, ore 20,30 – uno degli eventi più attesi per gli amanti della lirica, non solo locali, giunto alla decima edizione e che quest’anno sarà consegnato al tenore Marcello Giordani.
L’iniziativa è stata ufficialmente presentata in conferenza stampa dal sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, dal presidente della Pro Loco Correggio, Aimone Spaggiari, e da Franco Casarini “Panocia”, grande amico di Luciano Pavarotti e ideatore dell’evento.
Nato nel 2008, il Premio, promosso da Pro Loco e Comune di Correggio per rendere omaggio al Maestro Luciano Pavarotti, ha sempre riscosso un grande successo, portando a esibirsi a Correggio nomi di primo piano della musica leggera e dell’opera: Leo Nucci, José Carreras, Andrea Bocelli e Andrea Griminelli, Mirella Freni, Zucchero, Raina Kabaivanska, Saimir Pirgu, Daniela Dessì e Fabio Armiliato, Desirée Rancatore e Luciano Ligabue. Il riconoscimento e l’istituzione del Premio, che avvengono su specifica autorizzazione della famiglia Pavarotti, discendono proprio dal legame tra Luciano Pavarotti e la città di Correggio, dovuto alla profonda amicizia con Casarini, un affetto reciproco che, nel dicembre del 2002 portò il tenore modenese ad esibirsi all’Asioli in occasione della riapertura del Teatro.
Marcello Giordani riceverà il Premio nel corso di una serata che vedrà all’Asioli il grande concerto vocale benefico con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Parma, diretta dal Maestro Paolo Andreoli, e altri grandi ospiti d’onore: la Corale Rossini di Modena, diretta dal Maestro Luca Saltini, e il flautista Andrea Griminelli.
Di grande spessore anche il resto del cast: la soprano Elisa Maffi, la mezzosoprano Francesca Sartorato e il baritono Andrea Zaupa – confermando in questo modo la grande attenzione che il Premio Pavarotti di Correggio ha sempre riservato ai giovani talenti.
“In questi anni il Premio Pavarotti si è imposto come una delle serate più attesa dalla città e dagli amanti della lirica. Ogni anno sul palco dell’Asioli tornano a trovarci amici del Premio e gli sponsor rinnovano la loro collaborazione, a testimonianza della grande qualità promossa dalla serata, che coniuga perfettamente musica e solidarietà, in un binomio che mi sembra caratterizzare al meglio le peculiarità di Correggio. Al di là dell’organizzazione, rivolgo un grazie particolare a Panocia, che mette a disposizione della città, in un grande atto di generosità, le relazioni costruite nell’arco di una vita e che per Correggio rappresentano un patrimonio insostituibile”.
“Si tratta di un evento unico, pensato appositamente per questa decima edizione del Premio”, illustra Aimone Spaggiari, presidente Pro Loco. “Difficilmente, infatti, si può assistere a un concerto dove grandi cantanti lirici si esibiscono in romanze accompagnati da un centinaio di musicisti, la Corale Rossini e l’Orchestra Giuseppe Verdi. Uno sforzo organizzativo notevole, che ancora una volta viene interamente coperto dai nostri sponsor – Warrant Group, Angelo Marani, Modateca Deanna, Albergo dei Medaglioni e Ristorante Il Correggio, Lini910, cantine Riunite, Carlo Riccò, Banca Popolare Emilia Romagna e Il Resto del Carlino – che ci consentono di perseguire l’obiettivo della beneficienza e che in questi anni ci hanno permesso di donare circa 70mila euro”.
“Obiettivo della serata, tra gli altri, è interessare i giovani alla lirica e al bel canto”, conclude Franco Casarini. “Luciano Pavarotti si è speso moltissimo per i giovani e noi, con il Premio a lui intitolato, abbiamo cercato fin dall’inizio sia di offrire un’occasione di visibilità per i giovani talenti sia di portare a teatro le giovani generazioni, offrendo uno spettacolo unico, con biglietti d’ingresso a prezzo popolare”.

TWEET