Quarta campagna per il monitoraggio dell’aria
pubbl.: 24 Ottobre 2013 - Ufficio Stampa

È stato installato nel cortile della Scuola Primaria San Francesco, tra polo scolastico, Palazzetto dello sport, parcheggio di piazzale 2 Agosto e stazione delle corriere, il camper dell’ARPA che rileverà la quantità di polveri sottili, ossidi di azoto e altre componenti inquinanti dell’aria per un mese, fino al prossimo 30 novembre.
Si tratta della quarta campagna di rilevazione di questo tipo che coinvolge Correggio: le precedenti si erano svolte nel marzo 2007 (zona Ospedale e piazzale Carducci), nel 2009 (asse di attraversamento di viale dei Mille) e nel 2012 (sempre in piazzale 2 Agosto, uno dei punti cruciali della viabilità cittadina), quando il camper fu posizionato proprio il 29 maggio, giorno del terremoto, tanto che il pluviometro, a seguito delle oscillazioni causate dal sisma, registrò valori corrispondenti a un evento atmosferico di natura catastrofica.
Anche quest’anno la postazione scelta identifica una situazione caratterizzata da traffico locale e transito di veicoli leggeri e pesanti, inserita in un contesto residenziale e di servizi alla collettività, dove sorgono luoghi “sensibili” come l’ospedale San Sebastiano, il centro sociale per anziani e il polo scolastico, sportivo e commerciale. I dati raccolti dal laboratorio mobile saranno utili per verificare se ci sono stati impatti positivi sulla qualità dell’aria dopo l’entrata in funzione della tangenziale nord che ha tolto una notevole mole di traffico su via Campagnola. I monitoraggi precedenti, infatti, avevano evidenziato criticità tipiche della pianura padana, con alti livelli di PM10 e di ossidi di azoto che, come ormai consolidato, provocano seri disturbi respiratori proprio nei soggetti “deboli” come bambini e anziani. Diventa quindi necessario continuare ad “annusare” l’aria e adottare provvedimenti e comportamenti adeguati.

TWEET

Quarta campagna per il monitoraggio dell’aria
pubbl.: 24 Ottobre 2013 - Ufficio Stampa

È stato installato nel cortile della Scuola Primaria San Francesco, tra polo scolastico, Palazzetto dello sport, parcheggio di piazzale 2 Agosto e stazione delle corriere, il camper dell’ARPA che rileverà la quantità di polveri sottili, ossidi di azoto e altre componenti inquinanti dell’aria per un mese, fino al prossimo 30 novembre.
Si tratta della quarta campagna di rilevazione di questo tipo che coinvolge Correggio: le precedenti si erano svolte nel marzo 2007 (zona Ospedale e piazzale Carducci), nel 2009 (asse di attraversamento di viale dei Mille) e nel 2012 (sempre in piazzale 2 Agosto, uno dei punti cruciali della viabilità cittadina), quando il camper fu posizionato proprio il 29 maggio, giorno del terremoto, tanto che il pluviometro, a seguito delle oscillazioni causate dal sisma, registrò valori corrispondenti a un evento atmosferico di natura catastrofica.
Anche quest’anno la postazione scelta identifica una situazione caratterizzata da traffico locale e transito di veicoli leggeri e pesanti, inserita in un contesto residenziale e di servizi alla collettività, dove sorgono luoghi “sensibili” come l’ospedale San Sebastiano, il centro sociale per anziani e il polo scolastico, sportivo e commerciale. I dati raccolti dal laboratorio mobile saranno utili per verificare se ci sono stati impatti positivi sulla qualità dell’aria dopo l’entrata in funzione della tangenziale nord che ha tolto una notevole mole di traffico su via Campagnola. I monitoraggi precedenti, infatti, avevano evidenziato criticità tipiche della pianura padana, con alti livelli di PM10 e di ossidi di azoto che, come ormai consolidato, provocano seri disturbi respiratori proprio nei soggetti “deboli” come bambini e anziani. Diventa quindi necessario continuare ad “annusare” l’aria e adottare provvedimenti e comportamenti adeguati.

TWEET