Slot freE-R
pubbl.: 17 Settembre 2014 - Ufficio Stampa

Il Comune di Correggio – tramite apposita delibera della Giunta comunale – aderisce alla campagna contro il gioco d’azzardo, promossa dalla Regione Emilia-Romagna, “Slot FreE-R” che ha come obiettivo il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico.
Secondo dati Eurispes nel gioco investe maggiormente chi ha redditi più bassi. Gli italiani spendono circa 1.200 euro pro-capite all’anno per i giochi legali con vincita in denaro. L’universo dei giocatori è costituito da 30 milioni di persone e circa 2 milioni di queste sono a rischio di dipendenza, mentre si stima che i giocatori patologici siano 800.000, cioè il doppio del numero dei tossicodipendenti. Si gioca soprattutto al bar, nelle sale scommesse o su internet. In Emilia-Romagna, nel 2012, si sono rivolti ai Sert per dipendenza da gioco 802 persone, con un trend in costante aumento dal 2010. Gli utenti che arrivano ai servizi sono in prevalenza uomini (80%) e abbastanza giovani, anche se il picco del problema si verifica intorno ai 40 anni.
Con questo atto, l’amministrazione comunale, condividendo a pieno i contenuti e gli obiettivi della Regione, mette a disposizione i propri uffici per sensibilizzare gli esercenti su questo tema, ricevere le loro richieste di adesione, rilasciare tramite l’URP il marchio “Slot FreE-R”, pubblicare a dare visibilità all’elenco degli esercizi che hanno aderito alla campagna.
“Al tempo stesso”, commenta il sindaco Ilenia Malavasi, “desideriamo promuovere iniziative e azioni rivolte alle scuole e alla cittadinanza, in collaborazione con l’AUSL e le associazioni di categoria, al fine di prevenire e contrastare la dipendenza da gioco patologico, fenomeno molto diffuso anche nel nostro territorio. Si tratta di un atto di indirizzo molto importante, che ci permetterà di continuare nel nostro progetto di contrasto ad ogni forma di illegalità, anche dando importanza agli esercenti che sceglieranno con noi di promuovere con il proprio impegno un’azione anti slot, prendendosi più a cuore il benessere della collettività che il guadagno. Per incentivare questa scelta, la Giunta presenterà all’attenzione del Consiglio Comunale alcune proposte di agevolazione, rispetto alle imposte comunali, per gli esercenti che aderiranno, da discutere nel prossimo bilancio di previsione”.

TWEET

Slot freE-R
pubbl.: 17 Settembre 2014 - Ufficio Stampa

Il Comune di Correggio – tramite apposita delibera della Giunta comunale – aderisce alla campagna contro il gioco d’azzardo, promossa dalla Regione Emilia-Romagna, “Slot FreE-R” che ha come obiettivo il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico.
Secondo dati Eurispes nel gioco investe maggiormente chi ha redditi più bassi. Gli italiani spendono circa 1.200 euro pro-capite all’anno per i giochi legali con vincita in denaro. L’universo dei giocatori è costituito da 30 milioni di persone e circa 2 milioni di queste sono a rischio di dipendenza, mentre si stima che i giocatori patologici siano 800.000, cioè il doppio del numero dei tossicodipendenti. Si gioca soprattutto al bar, nelle sale scommesse o su internet. In Emilia-Romagna, nel 2012, si sono rivolti ai Sert per dipendenza da gioco 802 persone, con un trend in costante aumento dal 2010. Gli utenti che arrivano ai servizi sono in prevalenza uomini (80%) e abbastanza giovani, anche se il picco del problema si verifica intorno ai 40 anni.
Con questo atto, l’amministrazione comunale, condividendo a pieno i contenuti e gli obiettivi della Regione, mette a disposizione i propri uffici per sensibilizzare gli esercenti su questo tema, ricevere le loro richieste di adesione, rilasciare tramite l’URP il marchio “Slot FreE-R”, pubblicare a dare visibilità all’elenco degli esercizi che hanno aderito alla campagna.
“Al tempo stesso”, commenta il sindaco Ilenia Malavasi, “desideriamo promuovere iniziative e azioni rivolte alle scuole e alla cittadinanza, in collaborazione con l’AUSL e le associazioni di categoria, al fine di prevenire e contrastare la dipendenza da gioco patologico, fenomeno molto diffuso anche nel nostro territorio. Si tratta di un atto di indirizzo molto importante, che ci permetterà di continuare nel nostro progetto di contrasto ad ogni forma di illegalità, anche dando importanza agli esercenti che sceglieranno con noi di promuovere con il proprio impegno un’azione anti slot, prendendosi più a cuore il benessere della collettività che il guadagno. Per incentivare questa scelta, la Giunta presenterà all’attenzione del Consiglio Comunale alcune proposte di agevolazione, rispetto alle imposte comunali, per gli esercenti che aderiranno, da discutere nel prossimo bilancio di previsione”.

TWEET