Sostegno alla conciliazione dei tempi “vita-lavoro”
pubbl.: 6 Aprile 2018 - Ufficio Stampa

“Progetto regionale per la conciliazione dei tempi vita-lavoro”: il Comune di Correggio pubblicherà nel mese di maggio un bando per ottenere contributi per l’iscrizione dei bambini ai centri gioco estivi. Per partecipare, importante mettersi in regola con il proprio ISEE.

Il Comune di Correggio ha aderito al “Progetto regionale per la conciliazione dei tempi vita-lavoro”, finanziato grazie a risorse del Fondo sociale Europeo. Si tratta di un sostegno economico rivolto alle famiglie che utilizzeranno i servizi estivi – sia comunali che privati – per bambini nella fascia 3-13 anni.
Nel prossimo mese di maggio sarà quindi pubblicato il relativo bando per l’assegnazione dei contributi che copriranno fino a un massimo di 70 euro a settimana, per una durata di tre settimane.
Oltre all’età, all’iscrizione ad una scuola dell’infanzia, primaria o secondaria di secondo grado e la residenza del bambino nel Comune di Correggio, per partecipare al bando è richiesto un ISEE in corso di validità – ovvero effettuato dopo il 15 gennaio 2018 – non superiore a 28.000 euro. Per questo, la raccomandazione per le famiglie che intendono avvalersi di questa possibilità è di provvedere per tempo alla definizione del proprio ISEE, senza attendere l’ultimo memento, con il rischio poi di eccedere dai termini previsti dal bando.
“Nel prossimo mese di maggio pubblicheremo il bando di partecipazione, con tutte le informazioni necessarie”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi, “Abbiamo aderito con convinzione a questo progetto, che un duplice obiettivo: promuovere e favorire la partecipazione dei bambini alle opportunità di divertimento, di crescita e di socializzazione che il nostro territorio offre e sostenere concretamente le famiglie, sia dal punto di vista economico, incentivando la scelta di iscrivere i propri figli a esperienze educative e formative, sia per quanto riguarda l’organizzazione del tempo e la conciliazione dei ritmi tra lavoro e famiglia, che nel periodo estivo, con la chiusura delle scuole, necessita di particolare attenzione. Si tratta di un’opportunità importante e quindi invito le persone interessate a richiedere per tempo il proprio ISEE per non perdere la possibilità di partecipare al bando”.

TWEET

Sostegno alla conciliazione dei tempi “vita-lavoro”
pubbl.: 6 Aprile 2018 - Ufficio Stampa

“Progetto regionale per la conciliazione dei tempi vita-lavoro”: il Comune di Correggio pubblicherà nel mese di maggio un bando per ottenere contributi per l’iscrizione dei bambini ai centri gioco estivi. Per partecipare, importante mettersi in regola con il proprio ISEE.

Il Comune di Correggio ha aderito al “Progetto regionale per la conciliazione dei tempi vita-lavoro”, finanziato grazie a risorse del Fondo sociale Europeo. Si tratta di un sostegno economico rivolto alle famiglie che utilizzeranno i servizi estivi – sia comunali che privati – per bambini nella fascia 3-13 anni.
Nel prossimo mese di maggio sarà quindi pubblicato il relativo bando per l’assegnazione dei contributi che copriranno fino a un massimo di 70 euro a settimana, per una durata di tre settimane.
Oltre all’età, all’iscrizione ad una scuola dell’infanzia, primaria o secondaria di secondo grado e la residenza del bambino nel Comune di Correggio, per partecipare al bando è richiesto un ISEE in corso di validità – ovvero effettuato dopo il 15 gennaio 2018 – non superiore a 28.000 euro. Per questo, la raccomandazione per le famiglie che intendono avvalersi di questa possibilità è di provvedere per tempo alla definizione del proprio ISEE, senza attendere l’ultimo memento, con il rischio poi di eccedere dai termini previsti dal bando.
“Nel prossimo mese di maggio pubblicheremo il bando di partecipazione, con tutte le informazioni necessarie”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi, “Abbiamo aderito con convinzione a questo progetto, che un duplice obiettivo: promuovere e favorire la partecipazione dei bambini alle opportunità di divertimento, di crescita e di socializzazione che il nostro territorio offre e sostenere concretamente le famiglie, sia dal punto di vista economico, incentivando la scelta di iscrivere i propri figli a esperienze educative e formative, sia per quanto riguarda l’organizzazione del tempo e la conciliazione dei ritmi tra lavoro e famiglia, che nel periodo estivo, con la chiusura delle scuole, necessita di particolare attenzione. Si tratta di un’opportunità importante e quindi invito le persone interessate a richiedere per tempo il proprio ISEE per non perdere la possibilità di partecipare al bando”.

TWEET