Tassa rifiuti: sconti per le attività commerciali e slittamento della prima rata per tutti i cittadini
pubbl.: 20 Maggio 2021 - Ufficio Stampa

Tassa rifiuti: il Comune di Correggio interviene con sconti per le attività commerciali e slittamento della prima rata per tutti i cittadini.

L’amministrazione comunale di Correggio ha adottato una modifica particolarmente significativa al proprio Regolamento TARI, intervenendo in modo diretto, tramite la leva fiscale legata alla tassa rifiuti, a sostegno delle categorie e delle attività commerciali più colpite dai provvedimenti resisi necessari per il contenimento della pandemia da coronavirus.
Si tratta di sconti e riduzioni, rivolti in particolare alle categorie del commercio e dei servizi alla persona, di cui beneficeranno tre macroaree di destinatari, cui si aggiunge lo slittamento della riscossione della prima rata, che invece interessa l’intera cittadinanza.
Per quanto riguarda la scontistica, l’amministrazione ha approvato la riduzione del 100% per il primo semestre 2021, sia sulla quota fissa che su quella variabile, per quelle attività che hanno visto una prolungata sospensione della loro attività: tra questi, cinema, teatri, impianti sportivi, alberghi, agenzie di viaggio, associazioni e luoghi di cultura (ad esclusione degli uffici pubblici).
Uno sconto del 100% sulla quota variabile per il primo semestre e della quota fissa per il trimestre febbraio/aprile, sarà, invece, applicato al comparto della ristorazione, quindi bar, trattorie, osterie, pizzerie, ristoranti, pasticcerie e caffetterie.
Riduzione del 100%, infine, sulla quota variabile per il primo semestre dell’anno, a favore dei negozi – abbigliamento, calzature, eccetera – per le attività artigianali e per i servizi alla persona, tra cui barbieri, parrucchieri ed estetisti.
È stato deciso, inoltre, lo slittamento della prima rata Tari, che normalmente aveva scadenza 31 maggio e che, invece, è stata portata al 30 giugno per le utenze domestiche e al 15 settembre per quelle non domestiche.
L’incidenza di queste misure di sostegno alle attività sul bilancio del Comune di Correggio è di circa 100mila euro.

“Si tratta di una decisione importante, che richiede un impegno economico molto significativo, pari a circa 100mila euro di risorse del nostro Ente”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Siamo ben consapevoli delle difficoltà che le attività economiche stanno attraversando e questo vuole essere un segnale di attenzione per chi ha dovuto sospendere, in toto o parzialmente, la propria attività o per chi ha dovuto lavorare inventandosi nuove modalità di vendita. Parliamo di una misura di sostegno rivolta in particolare alle attività che più duramente sono state oggetto di chiusure e sospensioni durante i periodi di lockdown. L’intervento vede appunto un’importante modifica al nostro regolamento Tari, discussa con le associazioni di categoria: da un lato sosteniamo direttamente le attività, con sconti e azzeramenti di quote fisse e quote variabili, ovvero le due voci che compongono la Tari, dall’altro proroghiamo per tutti i cittadini la scadenza della prima rata. Questo intervento, approvato nel consiglio comunale dello scorso mese di aprile, si inserisce nel quadro più complessivo delle misure a sostegno delle attività commerciali che la nostra amministrazione ha messo in campo in questo periodo difficile: dall’erogazione di contributi a fondo perduto, all’azzeramento del canone di occupazione di suolo pubblico, alla possibilità di ampliamento delle distese estive e all’app ComproSmart Correggio, che abbiamo promosso per sostenere le attività locali, abbiamo lavorato per costruire una politica fatta di azioni concrete a supporto delle attività economiche che più hanno sofferto in questi lunghi mesi di lockdown, usando tutte le leve a nostra disposizione e investendo importanti risorse locali che riteniamo possano essere un aiuto vero per la tenuta della rete commerciale correggese”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

Tassa rifiuti: sconti per le attività commerciali e slittamento della prima rata per tutti i cittadini
pubbl.: 20 Maggio 2021 - Ufficio Stampa

Tassa rifiuti: il Comune di Correggio interviene con sconti per le attività commerciali e slittamento della prima rata per tutti i cittadini.

L’amministrazione comunale di Correggio ha adottato una modifica particolarmente significativa al proprio Regolamento TARI, intervenendo in modo diretto, tramite la leva fiscale legata alla tassa rifiuti, a sostegno delle categorie e delle attività commerciali più colpite dai provvedimenti resisi necessari per il contenimento della pandemia da coronavirus.
Si tratta di sconti e riduzioni, rivolti in particolare alle categorie del commercio e dei servizi alla persona, di cui beneficeranno tre macroaree di destinatari, cui si aggiunge lo slittamento della riscossione della prima rata, che invece interessa l’intera cittadinanza.
Per quanto riguarda la scontistica, l’amministrazione ha approvato la riduzione del 100% per il primo semestre 2021, sia sulla quota fissa che su quella variabile, per quelle attività che hanno visto una prolungata sospensione della loro attività: tra questi, cinema, teatri, impianti sportivi, alberghi, agenzie di viaggio, associazioni e luoghi di cultura (ad esclusione degli uffici pubblici).
Uno sconto del 100% sulla quota variabile per il primo semestre e della quota fissa per il trimestre febbraio/aprile, sarà, invece, applicato al comparto della ristorazione, quindi bar, trattorie, osterie, pizzerie, ristoranti, pasticcerie e caffetterie.
Riduzione del 100%, infine, sulla quota variabile per il primo semestre dell’anno, a favore dei negozi – abbigliamento, calzature, eccetera – per le attività artigianali e per i servizi alla persona, tra cui barbieri, parrucchieri ed estetisti.
È stato deciso, inoltre, lo slittamento della prima rata Tari, che normalmente aveva scadenza 31 maggio e che, invece, è stata portata al 30 giugno per le utenze domestiche e al 15 settembre per quelle non domestiche.
L’incidenza di queste misure di sostegno alle attività sul bilancio del Comune di Correggio è di circa 100mila euro.

“Si tratta di una decisione importante, che richiede un impegno economico molto significativo, pari a circa 100mila euro di risorse del nostro Ente”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Siamo ben consapevoli delle difficoltà che le attività economiche stanno attraversando e questo vuole essere un segnale di attenzione per chi ha dovuto sospendere, in toto o parzialmente, la propria attività o per chi ha dovuto lavorare inventandosi nuove modalità di vendita. Parliamo di una misura di sostegno rivolta in particolare alle attività che più duramente sono state oggetto di chiusure e sospensioni durante i periodi di lockdown. L’intervento vede appunto un’importante modifica al nostro regolamento Tari, discussa con le associazioni di categoria: da un lato sosteniamo direttamente le attività, con sconti e azzeramenti di quote fisse e quote variabili, ovvero le due voci che compongono la Tari, dall’altro proroghiamo per tutti i cittadini la scadenza della prima rata. Questo intervento, approvato nel consiglio comunale dello scorso mese di aprile, si inserisce nel quadro più complessivo delle misure a sostegno delle attività commerciali che la nostra amministrazione ha messo in campo in questo periodo difficile: dall’erogazione di contributi a fondo perduto, all’azzeramento del canone di occupazione di suolo pubblico, alla possibilità di ampliamento delle distese estive e all’app ComproSmart Correggio, che abbiamo promosso per sostenere le attività locali, abbiamo lavorato per costruire una politica fatta di azioni concrete a supporto delle attività economiche che più hanno sofferto in questi lunghi mesi di lockdown, usando tutte le leve a nostra disposizione e investendo importanti risorse locali che riteniamo possano essere un aiuto vero per la tenuta della rete commerciale correggese”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET