Termine presentazione domande per sopralluoghi a edifici danneggiati dal sisma
pubbl.: 28 Giugno 2012 - Ufficio Stampa

Il capo del Dipartimento di Protezione Civile, Franco Gabrielli, informa che “a seguito degli eventi sisimici del 20 e 29 maggio 2012 che hanno interessato i territori dell’Emilia-Romagna, della Lombardia e del Veneto è stata avviata l’attività tecnica di verifica degli immobili danneggiati sulla base delle istanze presentate dai cittadini. Allo stato, relativamente alla sola regione Emilia-Romagna, dette verifiche hanno comportato la compilazione di circa 18.000 schede Aedes che, secondo le procedure previste dal DPCM 5 maggio 2011, forniscono il quadro del danno e l’esito di agibilità relativa agli edifici esaminati. Tenuto conto del tempo trascorso dagli eventi sopra citati e considerato che si rende necessario disporre del dato complessivo relativo allo stato di inagibilità del patrimonio edilizio ad uso abitativo al fine di consentire l’avvio delle successive azioni di assistenza alla popolazione, d’intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Commissario delegato ai sensi del DL 74 del 6 giugno 2012, è fissato al giorno 7 luglio il termine della presentazione delle istanze di sopralluogo da parte dei cittadini”.

TWEET

Termine presentazione domande per sopralluoghi a edifici danneggiati dal sisma
pubbl.: 28 Giugno 2012 - Ufficio Stampa

Il capo del Dipartimento di Protezione Civile, Franco Gabrielli, informa che “a seguito degli eventi sisimici del 20 e 29 maggio 2012 che hanno interessato i territori dell’Emilia-Romagna, della Lombardia e del Veneto è stata avviata l’attività tecnica di verifica degli immobili danneggiati sulla base delle istanze presentate dai cittadini. Allo stato, relativamente alla sola regione Emilia-Romagna, dette verifiche hanno comportato la compilazione di circa 18.000 schede Aedes che, secondo le procedure previste dal DPCM 5 maggio 2011, forniscono il quadro del danno e l’esito di agibilità relativa agli edifici esaminati. Tenuto conto del tempo trascorso dagli eventi sopra citati e considerato che si rende necessario disporre del dato complessivo relativo allo stato di inagibilità del patrimonio edilizio ad uso abitativo al fine di consentire l’avvio delle successive azioni di assistenza alla popolazione, d’intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Commissario delegato ai sensi del DL 74 del 6 giugno 2012, è fissato al giorno 7 luglio il termine della presentazione delle istanze di sopralluogo da parte dei cittadini”.

TWEET