Alternanza scuola/lavoro: in Comune dieci ragazzi in tirocinio
pubbl.: 2 Luglio 2015 - Ufficio Stampa

tirocinanti comune correggioCon l’inizio di luglio, il Comune di Correggio ha deciso di attivare dieci tirocini di formazione e orientamento in alternanza scuola/lavoro, sei ospitati negli uffici comunali e quattro all’ISECS.
Per il Comune si tratta di offrire agli studenti che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori un’opportunità prevista dalla normativa vigente, utile a implementare e sperimentare le competenze acquisite in un contesto lavorativo vero e proprio. L’esperienza del tirocinio rappresenta, infatti, un’occasione importante per i giovani, inseriti temporaneamente nella struttura dell’Ente che li ospita, per acquisire conoscenze pratiche che integrano la preparazione teorica, arricchire il proprio curriculum e favorire il successivo ingresso nel mondo del lavoro. A tale scopo sono stati selezionati, in accordo prevalentemente con le scuole superiori di Correggio, cinque ragazzi e cinque ragazze che nei mesi di luglio e agosto, per un massimo di sei settimane ciascuno, svolgeranno questa esperienza formativa in diversi settori o servizi dell’amministrazione comunale: due di loro prederanno servizio negli uffici dei lavori pubblici, due in anagrafe, uno in urbanistica, uno in segreteria, due nei centri estivi aperti alle scuole Melograno e a Fosdondo, uno in biblioteca e uno in ludoteca. Ogni studente ha un progetto individuale ed è stato inserito in un contesto professionale idoneo e coerente con il proprio piano di studi. Per ogni settimana sarà corrisposto un rimborso spese di 100 euro, cioè l’importo massimo previsto dalla normativa.
“Abbiamo deciso di attivare questa opportunità per gli studenti come utile percorso di formazione e di orientamento rispetto a futuri sbocchi occupazionali”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Conoscere da vicino il mondo del lavoro rappresenta un’esperienza unica che riteniamo possa davvero arricchire il percorso dei nostri ragazzi che si troveranno a breve a scegliere se continuare gli studi iscrivendosi all’università o se inserirsi nel mondo del lavoro. In considerazione anche della difficile situazione occupazionale dei giovani, questi tirocini aiutano ad avvicinare la scuola al mondo del lavoro, rendendo più forte ed esplicita la connessione tra percorso scolastico, acquisizione delle competenze e loro applicabilità in contesti professionali. Al termine di questo percorso cercheremo di riflettere insieme ai dieci studenti coinvolti, per valutare questa loro esperienza, analizzandone lati positivi e negativi, per capire se l’investimento di risorse pubbliche, pari a circa 6000 euro, abbia dato i risultati sperati e valutare di conseguenza, la replicabilità del progetto”.

Allegati

TWEET

Alternanza scuola/lavoro: in Comune dieci ragazzi in tirocinio
pubbl.: 2 Luglio 2015 - Ufficio Stampa

tirocinanti comune correggioCon l’inizio di luglio, il Comune di Correggio ha deciso di attivare dieci tirocini di formazione e orientamento in alternanza scuola/lavoro, sei ospitati negli uffici comunali e quattro all’ISECS.
Per il Comune si tratta di offrire agli studenti che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori un’opportunità prevista dalla normativa vigente, utile a implementare e sperimentare le competenze acquisite in un contesto lavorativo vero e proprio. L’esperienza del tirocinio rappresenta, infatti, un’occasione importante per i giovani, inseriti temporaneamente nella struttura dell’Ente che li ospita, per acquisire conoscenze pratiche che integrano la preparazione teorica, arricchire il proprio curriculum e favorire il successivo ingresso nel mondo del lavoro. A tale scopo sono stati selezionati, in accordo prevalentemente con le scuole superiori di Correggio, cinque ragazzi e cinque ragazze che nei mesi di luglio e agosto, per un massimo di sei settimane ciascuno, svolgeranno questa esperienza formativa in diversi settori o servizi dell’amministrazione comunale: due di loro prederanno servizio negli uffici dei lavori pubblici, due in anagrafe, uno in urbanistica, uno in segreteria, due nei centri estivi aperti alle scuole Melograno e a Fosdondo, uno in biblioteca e uno in ludoteca. Ogni studente ha un progetto individuale ed è stato inserito in un contesto professionale idoneo e coerente con il proprio piano di studi. Per ogni settimana sarà corrisposto un rimborso spese di 100 euro, cioè l’importo massimo previsto dalla normativa.
“Abbiamo deciso di attivare questa opportunità per gli studenti come utile percorso di formazione e di orientamento rispetto a futuri sbocchi occupazionali”, commenta il sindaco, Ilenia Malavasi. “Conoscere da vicino il mondo del lavoro rappresenta un’esperienza unica che riteniamo possa davvero arricchire il percorso dei nostri ragazzi che si troveranno a breve a scegliere se continuare gli studi iscrivendosi all’università o se inserirsi nel mondo del lavoro. In considerazione anche della difficile situazione occupazionale dei giovani, questi tirocini aiutano ad avvicinare la scuola al mondo del lavoro, rendendo più forte ed esplicita la connessione tra percorso scolastico, acquisizione delle competenze e loro applicabilità in contesti professionali. Al termine di questo percorso cercheremo di riflettere insieme ai dieci studenti coinvolti, per valutare questa loro esperienza, analizzandone lati positivi e negativi, per capire se l’investimento di risorse pubbliche, pari a circa 6000 euro, abbia dato i risultati sperati e valutare di conseguenza, la replicabilità del progetto”.

Allegati

TWEET