3.1.J Regole per il calcolo della tariffa

Dal 1 gennaio 2019 le tariffe sui rifiuti sono calcolate secondo la normativa prevista dal D.P.R. 158/99 pertanto le tariffe applicate alle utenze domestiche sono suddivise in una quota fissa, da applicare alla superficie imponibile, differenziate in relazione al numero dei componenti del nucleo familiare, ed una quota variabile suddivisa in:

  1. un importo in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare;
  2. un importo calcolato sulla base della misurazione puntuale dei rifiuti indifferenziati conferiti dall’utenze al servizio pubblico a partire dal 1/7/2019.

Eventuali variazioni saranno automaticamente conteggiate in fase di conguaglio. Ricordiamo che in caso di trasferimento in altra abitazione dovrà essere presentata una disdetta e una eventuale nuova denuncia, in modo da ricalcolare l’importo dovuto.

Per le utenze non domestiche le tariffe sono suddivise in una quota fissa da applicare alle superfici imponibili  in funzione dell’attività svolta ed una quota variabile suddivisa in:

  1. una importo da applicare alle superfici imponibili in funzione dell’attività svolta
  2. una importo calcolato sulla base della misurazione puntuale dei rifiuti indifferenziati conferiti dall’utenza al servizio pubblico a partire dal 1/7/2019.

All’importo ottenuto dal calcolo dell’imposta dovuto viene applicato un 5%  di addizionale provinciale.

Per le utenze domestiche il calcolo della tari è così articolato:

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x (giorni / 365) – Riduzioni + Costo Vuotature)+5% addizionale provinciale

Per le utenze non domestiche il calcolo della tari è così articolato

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x Superficie x (giorni / 365) – Riduzioni + Costo Vuotature)+5% addizionale provinciale 

Per quanto riguarda l’anno 2020, la rata di acconto verrà calcolata applicando le tariffe approvate per l’anno 2019 (delibera CC n. 21 del 23/2/2019  ) in base al comma 15-ter dell’art. 13 del D.L. 201/2011 come modificato dal D.L. 34/2019 convertito in Legge n. 58/2019.

UTENZE DOMESTICHE Quota Fissa (Euro/mq) Quota Variabile (Euro/utenza)
Famiglie di 1 componente 0,605 43,60
Famiglie di 2 componenti 0,711 74,12
Famiglie di 3 componenti 0,794 100,28
Famiglie di 4 componenti 0,862 117,72
Famiglie di 5 componenti 0,930 130,80
Famiglie di 6 o più componenti 0,983 148,24
Non residenti o locali tenuti a disposizione 0,711 74,12

 

UTENZE NON DOMESTICHE Quota Fissa (Euro/mq) Quota Variabile (Euro/mq) Tariffa totale (Euro/mq)
Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto 0,996 0,870 1,866
Cinematografi e teatri 0,685 0,535 1,220
Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 0,872 0,776 1,647
Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi 1,096 0,965 2,060
Stabilimenti balneari 0,797 0,698 1,495
Esposizioni, autosaloni 0,747 0,669 1,416
Alberghi con ristorante 2,042 1,799 3,841
Alberghi senza ristorante 1,345 1,188 2,533
Case di cura e riposo 1,556 1,367 2,924
Ospedali 1,606 1,411 3,017
Uffici, agenzie, studi professionali 1,892 1,666 3,558
Banche ed istituti di credito 1,139 1,009 2,149
Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta, e altri beni durevoli 1,681 1,472 3,152
Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze 2,241 1,977 4,218
Negozi particolari quali filatelie, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato 1,550 1,367 2,917
Banchi di mercato beni durevoli 2,216 2,438 4,654
Attività artigianali tipo botteghe, parrucchiere, barbiere, estetista 1,600 1,409 3,009
Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista 1,282 1,134 2,417
Carrozzeria, autofficina, elettrauto 1,743 1,472 3,215
Attività industriali con capannoni di produzione 1,357 1,192 2,549
Attività artigianali di produzione beni specifici 1,357 1,192 2,549
Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub 6,723 5,686 12,409
Mense, birrerie, hamburgherie 5,727 4,816 10,543
Bar, caffè, pasticcerie 4,930 4,340 9,270
Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari 3,611 3,211 6,821
Plurilicenze alimentari e/o miste 3,250 2,863 6,112
Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio 5,105 4,549 9,653
Ipermercati di generi misti 3,411 3,003 6,415
Banchi di mercato generi alimentari 4,358 4,799 9,157
Discoteche, night club 3,561 3,147 6,707

 

Dal 1 luglio 2019 i parametri della misurazione puntuale sono:

 Costo rifiuto indifferenziato 0,32 Euro/Kg
Peso specifico per contenitori rigidi fino a 360 litri 0,110 Kg/litro
Peso specifico per cassonetti ad alto volume da 660 a 1700 litri 0,080 Kg/litro
Peso specifico per container/ compattatori da 5000 litri o superiori 0,093 Kg/litro

 

CONTENITORE COSTO VUOTATURE (Euro/vuotatura) PENALE PER MANCATA RESTITUZIONE CONTENITORE (Euro)
Mastella 40 lt 1,40 20,00
Bidone 120 lt 4,20 40,00
Bidone 240 lt 8,40 60,00
Bidone 360 lt 12,60 90,00
Cassonetto 660 lt 16,50 130,00
Cassonetto 1100 lt 27,60 200,00
Cassonetto 1700 lt 42,60 350,00
Benna 5000 litri 145,50 350,00
Container 18000 litri 523,70 350,00
Container 23000 litri 668,20 350,00
Compattatore 20000 litri 700,00 350,00
Conferimento residuo in ECOSTATION 0,70

 

NUMERO SVUOTAMENTI MINIMI

 

UTENZE DOMESTICHE Mastella 40 lt Bidone 120 lt Costo minimo
1 componente 6 2 8,40
2 componenti 9 3 12,60
3 componenti 12 4 16,80
4 componenti 15 5 21,00
5 componenti 18 6 25,20
6+ componenti 18 6 25,20
non residenti 9 3 12,60
 

UTENZE NON DOMESTICHE

 

Svuotamenti minimi

 

Tutti i tipi di contenitore 9

 

 

Esempio di calcolo anno 2020 con vuotature minime rapportate a 12 mesi:

UD: l’importo TARI annuale per una famiglia di 4 componenti che occupa una abitazione di 100 mq è pari a € 258,00. L’importo è così calcolato:

(0,862 x 100 x 365/365 ) + (117,42x 365/365) +42,00+ 5% addizionale provinciale = € 258,00

UND: l’importo TARI annuale per un bar che occupa una superficie di 50 mq con un bidone da lt. 120 è pari a €  566,00

L’importo è così calcolato:

(4,930 x 50 x 365/365 + 4,340 x 50  x 365/365) +75,50+ 5% addizionale provinciale = € 566,00

 

Variabili per la determinazione delle tariffe

https://www.finanze.gov.it/opencms/it/archivio-evidenza/evidenza/TARI-Fabbisogni-standard-del-servizio-di-raccolta-e-smaltimento-dei-rifiuti-Anno-2020-Art.-1-comma-653-della-legge-n.-147-del-2013-Pubblicazione-delle-linee-guida/

modif.: 29 Luglio 2020 - Centro Servizi Informativi

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET