Via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo: 22 piante giunte a fine vita saranno sostituite con altre 24
pubbl.: 16 Dicembre 2020 - Ufficio Stampa

Via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo: 22 piante giunte a fine vita saranno sostituite con altre 24.

Prendono il via a Correggio i lavori di abbattimento di 22 piante di sophora japonica, giunte ormai al termine del loro ciclo vegetativo, in via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo.
La perizia tecnica svolta sugli alberi ha infatti evidenziato disseccamenti di porzioni legnose, difetti strutturali a livello di tronco e rami, ferite e lesioni conseguenti alla loro storia arboricolturale. Anche il loro pregio paesaggistico appare fortemente compromesso dalla conformazione della chioma, con insorgenza di sofferenze fisiopatologiche che hanno determinato un declino delle condizioni vegetative progressivo e difficilmente arrestabile. L’apparato radicale ha inoltre provocato in diversi punti il sollevamento dei cordoli delle aiuole, il dissesto della pavimentazione  dei passi carrai e il danneggiamento dei pozzetti di raccolta delle acque meteoriche a cui non è tecnicamente possibile porre rimedio con interventi di contenimento.
Pertanto, nell’ottica di migliorare la qualità urbana e procedere ad una consona riqualificazione del verde presente nella zona, in conformità con le tempistiche legate al prossimo periodo vegetativo il Comune di Correggio provvederà a piantumare altre 24 piante, più adatte alle caratteristiche urbane dell’area, quali acero campestre, carpino bianco piramidale, pyrus calleryana (pero da fiore).

TWEET

Via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo: 22 piante giunte a fine vita saranno sostituite con altre 24
pubbl.: 16 Dicembre 2020 - Ufficio Stampa

Via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo: 22 piante giunte a fine vita saranno sostituite con altre 24.

Prendono il via a Correggio i lavori di abbattimento di 22 piante di sophora japonica, giunte ormai al termine del loro ciclo vegetativo, in via 4 Giornate di Napoli e via Cuneo.
La perizia tecnica svolta sugli alberi ha infatti evidenziato disseccamenti di porzioni legnose, difetti strutturali a livello di tronco e rami, ferite e lesioni conseguenti alla loro storia arboricolturale. Anche il loro pregio paesaggistico appare fortemente compromesso dalla conformazione della chioma, con insorgenza di sofferenze fisiopatologiche che hanno determinato un declino delle condizioni vegetative progressivo e difficilmente arrestabile. L’apparato radicale ha inoltre provocato in diversi punti il sollevamento dei cordoli delle aiuole, il dissesto della pavimentazione  dei passi carrai e il danneggiamento dei pozzetti di raccolta delle acque meteoriche a cui non è tecnicamente possibile porre rimedio con interventi di contenimento.
Pertanto, nell’ottica di migliorare la qualità urbana e procedere ad una consona riqualificazione del verde presente nella zona, in conformità con le tempistiche legate al prossimo periodo vegetativo il Comune di Correggio provvederà a piantumare altre 24 piante, più adatte alle caratteristiche urbane dell’area, quali acero campestre, carpino bianco piramidale, pyrus calleryana (pero da fiore).

TWEET