Volontari al lavoro per le “Pulizie di primavera”
pubbl.: 14 Marzo 2018 modif.: 15 Marzo 2018 - Ufficio Stampa

Le “Pulizie di primavera” a Correggio: sabato 24 marzo, volontari al lavoro per la pulizia di alcune aree verdi.

Sabato 24 marzo ritornano le “Pulizie di primavera” a Correggio. Dalle ore 8,30, con ritrovo in corso Mazzini di fronte al Municipio, gruppi volontari di cittadini e studenti si metteranno al lavoro, in collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie, dedicandosi alla pulizia di aree verdi e urbane di Correggio precedentemente individuate dall’amministrazione comunale.
I volontari saranno naturalmente muniti di attrezzature, guanti e pettorine di riconoscimento forniti dall’amministrazione comunale. Al termine delle operazioni sarà offerto ai partecipanti un rinfresco dal Distretto Sociale di Coop, grazie alla collaborazione di Coop Alleanza 3.0.
“Continuiamo a proporre questa iniziativa, in occasione delle fiera di marzo e di ottobre perché crediamo che sia una buona prassi e un buon esercizio di cittadinanza”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Dedicare qualche ora, camminando in compagnia, alla pulizia di Correggio non è un modo per far risparmiare qualche euro ai cittadini, ma credo rappresenti una semplice attività collettiva che rende concreto e tangibile l’amore per la città. Molto spesso riceviamo segnalazioni da parte ci cittadini che mostrano angoli in cui sono stati abbandonati rifiuti o lasciate cartacce o altri materiali in giro. Grazie al lavoro di Polizia Municipale e Guardie Ecologiche  – che ringrazio perché ci hanno accompagnato nella promozione di questa iniziativa fin dall’inizio – molte volte siamo in grado di risalire ai colpevoli, attribuendo le necessarie sanzioni. Tuttavia l’educazione civica, l’avere a cuore la propria città, non è un compito che può essere lasciato solo alle multe, ma deve essere una forma di rispetto che nasce dalla consapevolezza che la città è nostra solo se sappiamo trattarla come un bene condiviso con gli altri, rispettandone prima di tutto il decoro”.

TWEET

Volontari al lavoro per le “Pulizie di primavera”
pubbl.: 14 Marzo 2018 modif.: 15 Marzo 2018 - Ufficio Stampa

Le “Pulizie di primavera” a Correggio: sabato 24 marzo, volontari al lavoro per la pulizia di alcune aree verdi.

Sabato 24 marzo ritornano le “Pulizie di primavera” a Correggio. Dalle ore 8,30, con ritrovo in corso Mazzini di fronte al Municipio, gruppi volontari di cittadini e studenti si metteranno al lavoro, in collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie, dedicandosi alla pulizia di aree verdi e urbane di Correggio precedentemente individuate dall’amministrazione comunale.
I volontari saranno naturalmente muniti di attrezzature, guanti e pettorine di riconoscimento forniti dall’amministrazione comunale. Al termine delle operazioni sarà offerto ai partecipanti un rinfresco dal Distretto Sociale di Coop, grazie alla collaborazione di Coop Alleanza 3.0.
“Continuiamo a proporre questa iniziativa, in occasione delle fiera di marzo e di ottobre perché crediamo che sia una buona prassi e un buon esercizio di cittadinanza”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Dedicare qualche ora, camminando in compagnia, alla pulizia di Correggio non è un modo per far risparmiare qualche euro ai cittadini, ma credo rappresenti una semplice attività collettiva che rende concreto e tangibile l’amore per la città. Molto spesso riceviamo segnalazioni da parte ci cittadini che mostrano angoli in cui sono stati abbandonati rifiuti o lasciate cartacce o altri materiali in giro. Grazie al lavoro di Polizia Municipale e Guardie Ecologiche  – che ringrazio perché ci hanno accompagnato nella promozione di questa iniziativa fin dall’inizio – molte volte siamo in grado di risalire ai colpevoli, attribuendo le necessarie sanzioni. Tuttavia l’educazione civica, l’avere a cuore la propria città, non è un compito che può essere lasciato solo alle multe, ma deve essere una forma di rispetto che nasce dalla consapevolezza che la città è nostra solo se sappiamo trattarla come un bene condiviso con gli altri, rispettandone prima di tutto il decoro”.

TWEET