Correggio/Europa: Correggio festeggia l’Europa
pubbl.: 27 Aprile 2017 modif.: 30 Maggio 2017 - Ufficio Stampa

“Correggio/Europa”: tra Erasmus e Brexit, un mese di iniziative a Correggio per festeggiare l’Europa.

Un mese di iniziative a partire dal 27 aprile: con “Correggio/Europa” Correggio si prepara a festeggiare l’Europa – il 9 maggio, giorno della storica dichiarazione di Parigi che, nel 1950, diede avvio alla costituzione di un’alleanza di paesi europei, ricorre la Festa dell’Europa – con una serie di incontri che mettono al centro della riflessione i 30 anni del progetto “Erasmus”, ma anche le contraddizioni e le sfide, attuali e quotidiane, dell’Unione Europea.
Dopo il seminario “Le decisioni di Mario Draghi”, giovedì 27 aprile, a cura del prof. Gulio Tagliavini, docente all’Università di Parma, rivolto agli studenti del Liceo Corso e dell’Istituto Einaudi, tre, in particolare, saranno gli appuntamenti aperti al pubblico: venerdì 5 maggio, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “La Gran Bretagna e l’Europa dopo la Brexit”: il giornalista Marco Truzzi intervista il prof. Gianfranco Baldini, docente all’Università di Bologna, con introduzione della prof.ssa Marcella Bursi del Liceo Corso di Correggio.
Il giorno seguente, sabato 6 maggio, alle ore 9, nell’Aula Magna Manodori di Reggio Emilia, “30 e lode. I 30 anni del programma europeo Erasmus”, incontro con l’On. Cécile Kyenge, promosso in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia: dopo i saluti di Giammaria Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia, le testimonianze di Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio e vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia, Maria Sala, dirigente scolastico dell’Istituto Motti e dell’Istituto D’Arzo, Marcella Bursi, professoressa al Liceo Corso di Correggio, e di alcuni studenti che in questi anni hanno partecipato a progetti Erasmus; a seguire, interventi di Ramon G.M. Magi, presidente Eurodesk Italy, e dell’On. Cécile Kyenge; alle ore 12 “question time” e conclusioni. Modera l’incontro Martino Soragni, Fondazione E35 – Europe Direct Emilia.
Sabato 13 maggio la biblioteca comunale Einaudi ospita “Lavorare nelle Istituzioni Europee”: Simone Boselli, assistente al Parlamento Europeo, racconta la sua esperienza personale e professionale.
Per quanto riguarda le altre date: mercoledì 10 maggio, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “Spotlight on… the Netherlands”, intervento dei ragazzi della 5DS del Liceo Corso e delle professoresse Marcella Bursi e Annalisa Canarini, referenti del progetto “Figure out my country”; venerdì 12 maggio, sempre alle ore 18 a Palazzo dei Principi, “Spotlight on… Uomini in fuga”, approfondimento sul tema delle migrazioni, a cura dei ragazzi della 4BL del Liceo Corso e della professoressa Arianna Tegani, che presenta il libro di Zygmunt Bauman, “Stranieri alle porte”; venerdì 19 maggio, ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “Training day Erasmus+. Asse istruzione e formazione professionale”: seminario di approfondimento realizzato in collaborazione con l’Agenzia Nazionale Erasmus+.
Già a partire dal mese di marzo, inoltre, il Comune di Correggio ha promosso una serie di incontri sul tema europeo nelle classi quinte delle scuole primarie di Correggio e curate dell’Ufficio politiche europee del Comune di Correggio, che è Agenzia provincialeEurodesk”.
“I 30 anni del Progetto Erasmus, che cadono in un periodo di tensioni in seno all’Unione Europea, sono l’occasione per porre una riflessione approfondita su ciò che in questi anni ha caratterizzato quella che abbiamo definito ‘generazione Erasmus’”, illustra il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Partendo proprio dalle opportunità di conoscenza e di scambio che Erasmus ha rappresentato per tanti giovani, è oggi più che mai opportuno riflettere sui diritti e sulle straordinarie opportunità che sono state rese possibili grazie all’Unione Europea, senza nascondere i problemi e le preoccupazioni legate a un futuro che alcuni mettono in discussione sulla base di politiche nazionaliste centrate sulla paura e sulla nascita di nuove frontiere. Le grandi sfide fanno parte della nostra contemporaneità e della nostra quotidianità: dalle migrazioni al tema del lavoro e dell’economia, occorre che, sempre più, si impari a ragionare su scala europea, per arrivare davvero a rafforzare quell’Europa troppo spesso sacrificata ai singoli interessi”.

Correggio/Europa” si inserisce nell’ambito della “Settimana Europea della Gioventù” e accoglie appuntamenti promossi in collaborazione con “Europa in Corso“, progetto a cura del Liceo “R. Corso” di Correggio.

TWEET

Correggio/Europa: Correggio festeggia l’Europa
pubbl.: 27 Aprile 2017 modif.: 30 Maggio 2017 - Ufficio Stampa

“Correggio/Europa”: tra Erasmus e Brexit, un mese di iniziative a Correggio per festeggiare l’Europa.

Un mese di iniziative a partire dal 27 aprile: con “Correggio/Europa” Correggio si prepara a festeggiare l’Europa – il 9 maggio, giorno della storica dichiarazione di Parigi che, nel 1950, diede avvio alla costituzione di un’alleanza di paesi europei, ricorre la Festa dell’Europa – con una serie di incontri che mettono al centro della riflessione i 30 anni del progetto “Erasmus”, ma anche le contraddizioni e le sfide, attuali e quotidiane, dell’Unione Europea.
Dopo il seminario “Le decisioni di Mario Draghi”, giovedì 27 aprile, a cura del prof. Gulio Tagliavini, docente all’Università di Parma, rivolto agli studenti del Liceo Corso e dell’Istituto Einaudi, tre, in particolare, saranno gli appuntamenti aperti al pubblico: venerdì 5 maggio, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “La Gran Bretagna e l’Europa dopo la Brexit”: il giornalista Marco Truzzi intervista il prof. Gianfranco Baldini, docente all’Università di Bologna, con introduzione della prof.ssa Marcella Bursi del Liceo Corso di Correggio.
Il giorno seguente, sabato 6 maggio, alle ore 9, nell’Aula Magna Manodori di Reggio Emilia, “30 e lode. I 30 anni del programma europeo Erasmus”, incontro con l’On. Cécile Kyenge, promosso in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia: dopo i saluti di Giammaria Manghi, Presidente della Provincia di Reggio Emilia, le testimonianze di Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio e vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia, Maria Sala, dirigente scolastico dell’Istituto Motti e dell’Istituto D’Arzo, Marcella Bursi, professoressa al Liceo Corso di Correggio, e di alcuni studenti che in questi anni hanno partecipato a progetti Erasmus; a seguire, interventi di Ramon G.M. Magi, presidente Eurodesk Italy, e dell’On. Cécile Kyenge; alle ore 12 “question time” e conclusioni. Modera l’incontro Martino Soragni, Fondazione E35 – Europe Direct Emilia.
Sabato 13 maggio la biblioteca comunale Einaudi ospita “Lavorare nelle Istituzioni Europee”: Simone Boselli, assistente al Parlamento Europeo, racconta la sua esperienza personale e professionale.
Per quanto riguarda le altre date: mercoledì 10 maggio, alle ore 18, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “Spotlight on… the Netherlands”, intervento dei ragazzi della 5DS del Liceo Corso e delle professoresse Marcella Bursi e Annalisa Canarini, referenti del progetto “Figure out my country”; venerdì 12 maggio, sempre alle ore 18 a Palazzo dei Principi, “Spotlight on… Uomini in fuga”, approfondimento sul tema delle migrazioni, a cura dei ragazzi della 4BL del Liceo Corso e della professoressa Arianna Tegani, che presenta il libro di Zygmunt Bauman, “Stranieri alle porte”; venerdì 19 maggio, ore 9, nella sala conferenze “A. Recordati” di Palazzo dei Principi, “Training day Erasmus+. Asse istruzione e formazione professionale”: seminario di approfondimento realizzato in collaborazione con l’Agenzia Nazionale Erasmus+.
Già a partire dal mese di marzo, inoltre, il Comune di Correggio ha promosso una serie di incontri sul tema europeo nelle classi quinte delle scuole primarie di Correggio e curate dell’Ufficio politiche europee del Comune di Correggio, che è Agenzia provincialeEurodesk”.
“I 30 anni del Progetto Erasmus, che cadono in un periodo di tensioni in seno all’Unione Europea, sono l’occasione per porre una riflessione approfondita su ciò che in questi anni ha caratterizzato quella che abbiamo definito ‘generazione Erasmus’”, illustra il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Partendo proprio dalle opportunità di conoscenza e di scambio che Erasmus ha rappresentato per tanti giovani, è oggi più che mai opportuno riflettere sui diritti e sulle straordinarie opportunità che sono state rese possibili grazie all’Unione Europea, senza nascondere i problemi e le preoccupazioni legate a un futuro che alcuni mettono in discussione sulla base di politiche nazionaliste centrate sulla paura e sulla nascita di nuove frontiere. Le grandi sfide fanno parte della nostra contemporaneità e della nostra quotidianità: dalle migrazioni al tema del lavoro e dell’economia, occorre che, sempre più, si impari a ragionare su scala europea, per arrivare davvero a rafforzare quell’Europa troppo spesso sacrificata ai singoli interessi”.

Correggio/Europa” si inserisce nell’ambito della “Settimana Europea della Gioventù” e accoglie appuntamenti promossi in collaborazione con “Europa in Corso“, progetto a cura del Liceo “R. Corso” di Correggio.

TWEET