“Errare è umano”: sabato 27 ottobre ritorna la “biblioteca vivente”
pubbl.: 24 ottobre 2018 - Ufficio Stampa

“Errare è umano”: sabato 27 ottobre ritorna a Correggio il progetto di “biblioteca vivente”.  

Sabato 27 ottobre ritorna alla biblioteca comunale “Giulio Einaudi” di Correggio l’appuntamento con “Errare è umanoBiografie dal mondo”, la biblioteca vivente che nelle scorse due edizioni ha sempre riscontrato interesse e partecipazione.
La novità di quest’anno sarà l’orario – dalle 9 alle 13, coinvolgendo in questo modo anche le scuole – in cui sarà possibile “prendere in prestito” un libro in carne e ossa, una persona cioè che in mezz’ora racconterà la propria storia. Rimane invariata, invece, la formula perché al centro delle narrazioni ci saranno racconti e vicende legate al tema delle migrazioni e delle altre culture: i protagonisti – Abou Kalle (“Un calcio al razzismo”), Mohamed El Amin Kamara (“La lezione del mare”), Beatrice Benati e Simone Casarini (“Aggregazione, condivisione: un doposcuola popolare a Correggio”), Mohammed Diabatè (“Cinque”), Uyi Fred Osaj (“Impara ad amare”), Stefano Codeluppi (“Quel volto dell’Africa”) – caratterizzeranno un appuntamento che prevede la possibilità, per ogni utente, di incontrare singolarmente i “libri viventi” (con un solo lettore per ogni libro): all’arrivo in biblioteca sarà possibile prenotare anche più incontri dato che, ogni 30 minuti i protagonisti di queste storie ripeteranno il loro racconto.
“Quando, due anni fa, abbiamo proposto la prima edizione delle biblioteca vivente, l’obiettivo era ambizioso, ma precursore di una tematica – quella delle migrazioni – che oggi caratterizza il nostro dibattito quotidiano”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Quest’anno, con l’orario mattutino, abbiamo pensato di coinvolgere maggiormente le scuole, proponendo una selezione di “libri umani” provenienti da altri paesi del mondo e di racconti e testimonianze di chi vive da sempre a Correggio e accoglie chi arriva da lontano o di chi, per scelta propria o di affetti, ha deciso di cambiare filosofia di vita e divenire quasi “straniero” nella propria terra. Ognuno di questi racconti contribuisce ad un viaggio di conoscenza tra vite e mondi diversi che non per questo devono essere interpretati come ostili”.
L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’associazione “Donne del mondo”, la coop. “L’Ovile” e Casa Spartaco ed è inserita nel programma dei “Bibliodays – I giorni delle biblioteche”.

TWEET

“Errare è umano”: sabato 27 ottobre ritorna la “biblioteca vivente”
pubbl.: 24 ottobre 2018 - Ufficio Stampa

“Errare è umano”: sabato 27 ottobre ritorna a Correggio il progetto di “biblioteca vivente”.  

Sabato 27 ottobre ritorna alla biblioteca comunale “Giulio Einaudi” di Correggio l’appuntamento con “Errare è umanoBiografie dal mondo”, la biblioteca vivente che nelle scorse due edizioni ha sempre riscontrato interesse e partecipazione.
La novità di quest’anno sarà l’orario – dalle 9 alle 13, coinvolgendo in questo modo anche le scuole – in cui sarà possibile “prendere in prestito” un libro in carne e ossa, una persona cioè che in mezz’ora racconterà la propria storia. Rimane invariata, invece, la formula perché al centro delle narrazioni ci saranno racconti e vicende legate al tema delle migrazioni e delle altre culture: i protagonisti – Abou Kalle (“Un calcio al razzismo”), Mohamed El Amin Kamara (“La lezione del mare”), Beatrice Benati e Simone Casarini (“Aggregazione, condivisione: un doposcuola popolare a Correggio”), Mohammed Diabatè (“Cinque”), Uyi Fred Osaj (“Impara ad amare”), Stefano Codeluppi (“Quel volto dell’Africa”) – caratterizzeranno un appuntamento che prevede la possibilità, per ogni utente, di incontrare singolarmente i “libri viventi” (con un solo lettore per ogni libro): all’arrivo in biblioteca sarà possibile prenotare anche più incontri dato che, ogni 30 minuti i protagonisti di queste storie ripeteranno il loro racconto.
“Quando, due anni fa, abbiamo proposto la prima edizione delle biblioteca vivente, l’obiettivo era ambizioso, ma precursore di una tematica – quella delle migrazioni – che oggi caratterizza il nostro dibattito quotidiano”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “Quest’anno, con l’orario mattutino, abbiamo pensato di coinvolgere maggiormente le scuole, proponendo una selezione di “libri umani” provenienti da altri paesi del mondo e di racconti e testimonianze di chi vive da sempre a Correggio e accoglie chi arriva da lontano o di chi, per scelta propria o di affetti, ha deciso di cambiare filosofia di vita e divenire quasi “straniero” nella propria terra. Ognuno di questi racconti contribuisce ad un viaggio di conoscenza tra vite e mondi diversi che non per questo devono essere interpretati come ostili”.
L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’associazione “Donne del mondo”, la coop. “L’Ovile” e Casa Spartaco ed è inserita nel programma dei “Bibliodays – I giorni delle biblioteche”.

TWEET