“Parcheggi rosa”: predisposti quindici nuovi stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni
pubbl.: 17 Febbraio 2022 - Ufficio Stampa

Parcheggi rosa: a Correggio saranno predisposti quindici nuovi stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni.

Dopo la sperimentazione condotta in questi anni anni, il Comune di Correggio ha deciso di rilanciare gli stalli dei “parcheggi rosa”, a seguito delle nuove regole introdotte dalla riforma del Codice della Strada entrata in vigore nello scorso mese di novembre.
I “parcheggi rosa” sono stalli riservati alle donne in stato di gravidanza e a tutti i genitori che viaggiano in auto con figli al di sotto dei due anni. Finora erano i singoli Comuni a decidere se e dove prevederli, ma la loro presenza non era mai stata esplicitamente prevista dalla legge. Ora, invece, sono state introdotte precise norme a livello nazionale per cui i “parcheggi rosa” saranno predisposti e attrezzati mediante apposita ordinanza del Comune entro il mese di marzo, mentre gli utilizzatori dovranno essere in possesso di uno specifico contrassegno, rilasciato dal Comune di residenza, che dà l’autorizzazione a parcheggiare negli appositi stalli. La richiesta potrà essere effettuata direttamente all’Urp o alla Polizia Municipale oppure potrà essere inviata con raccomandata con ricevuta di ritorno o via PEC, allegando copia della patente, copia del libretto dell’auto e copia del certificato di nascita e/o della presunta data del parto.
Gli stalli previsti a Correggio saranno in piazza Garibaldi, in piazza san Quirino, in via Conciapelli nel parcheggio con accesso pedonale al centro storico e nei pressi dell’ufficio postale, in piazzale 2 Agosto, in piazzale Aldo Moro nel quartiere Espansione Sud, presso il nuovo ingresso dell’ospedale, all’ingresso del CUP, nel parcheggio della piscina, in piazzale Finzi e in via don Minzoni.

“Nel territorio di Correggio avevamo già sperimentato in centro storico alcuni stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con bambini”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “La normativa introdotta con la modifica del Codice della strada interviene per regolamentare questi parcheggi, finora non previsti e affidati alla decisione del singolo Ente. Così come avviene per altri posteggi “riservati” – da quelli per la ricarica delle auto elettriche, a quelli per persone con disabilità – anche i “parcheggi rosa” troveranno così una concreta applicazione in ogni città, evitando utilizzi impropri da parte di chi non ne ha diritto. Nella nostra città erano già presenti, ma per sensibilizzare ulteriormente la nostra comunità sull’importanza della maternità, che ha bisogno di attenzione e sostegno, abbiamo deciso di incrementare il numero dei “parcheggi rosa”. Si tratta di un progetto piccolo, ma significativo e al quale, personalmente, tengo molto, perché dimostrare la nostra attenzione alle donne in un momento così importante della loro vita è un segno di civiltà: servizi eccellenti, scuole di qualità, sostegno alla genitorialità sono tutte priorità della nostra amministrazione, che si aggiungono ai sostegni nazionali e che hanno il comune obiettivo di sviluppare buone politiche a favore della maternità e della natalità”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET

“Parcheggi rosa”: predisposti quindici nuovi stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni
pubbl.: 17 Febbraio 2022 - Ufficio Stampa

Parcheggi rosa: a Correggio saranno predisposti quindici nuovi stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni.

Dopo la sperimentazione condotta in questi anni anni, il Comune di Correggio ha deciso di rilanciare gli stalli dei “parcheggi rosa”, a seguito delle nuove regole introdotte dalla riforma del Codice della Strada entrata in vigore nello scorso mese di novembre.
I “parcheggi rosa” sono stalli riservati alle donne in stato di gravidanza e a tutti i genitori che viaggiano in auto con figli al di sotto dei due anni. Finora erano i singoli Comuni a decidere se e dove prevederli, ma la loro presenza non era mai stata esplicitamente prevista dalla legge. Ora, invece, sono state introdotte precise norme a livello nazionale per cui i “parcheggi rosa” saranno predisposti e attrezzati mediante apposita ordinanza del Comune entro il mese di marzo, mentre gli utilizzatori dovranno essere in possesso di uno specifico contrassegno, rilasciato dal Comune di residenza, che dà l’autorizzazione a parcheggiare negli appositi stalli. La richiesta potrà essere effettuata direttamente all’Urp o alla Polizia Municipale oppure potrà essere inviata con raccomandata con ricevuta di ritorno o via PEC, allegando copia della patente, copia del libretto dell’auto e copia del certificato di nascita e/o della presunta data del parto.
Gli stalli previsti a Correggio saranno in piazza Garibaldi, in piazza san Quirino, in via Conciapelli nel parcheggio con accesso pedonale al centro storico e nei pressi dell’ufficio postale, in piazzale 2 Agosto, in piazzale Aldo Moro nel quartiere Espansione Sud, presso il nuovo ingresso dell’ospedale, all’ingresso del CUP, nel parcheggio della piscina, in piazzale Finzi e in via don Minzoni.

“Nel territorio di Correggio avevamo già sperimentato in centro storico alcuni stalli riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con bambini”, commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. “La normativa introdotta con la modifica del Codice della strada interviene per regolamentare questi parcheggi, finora non previsti e affidati alla decisione del singolo Ente. Così come avviene per altri posteggi “riservati” – da quelli per la ricarica delle auto elettriche, a quelli per persone con disabilità – anche i “parcheggi rosa” troveranno così una concreta applicazione in ogni città, evitando utilizzi impropri da parte di chi non ne ha diritto. Nella nostra città erano già presenti, ma per sensibilizzare ulteriormente la nostra comunità sull’importanza della maternità, che ha bisogno di attenzione e sostegno, abbiamo deciso di incrementare il numero dei “parcheggi rosa”. Si tratta di un progetto piccolo, ma significativo e al quale, personalmente, tengo molto, perché dimostrare la nostra attenzione alle donne in un momento così importante della loro vita è un segno di civiltà: servizi eccellenti, scuole di qualità, sostegno alla genitorialità sono tutte priorità della nostra amministrazione, che si aggiungono ai sostegni nazionali e che hanno il comune obiettivo di sviluppare buone politiche a favore della maternità e della natalità”.

CorreggioProssim@mente


Newsletter del Comune di Correggio

TWEET